Nokia Lumia 930

7 anni fa

9 minuti

Lumia_930_family

Il nuovo top di gamma di Microsoft arriva in un momento di transizione e propone il meglio del design e della tecnologia Nokia: bello, velocissimo, gran camera e il nuovo Windows Phone 8.1… basterà?

Uscito in primavera negli Stati Uniti con il nome di “Lumia Icon” e disponibile da poco in Italia ad un prezzo di listino di 599€, il Lumia 930 è un po’ il canto del cigno della vecchia Nokia di cui ancora riporta il marchio in bella evidenza.

il canto del cigno
della vecchia Nokia.

Negli scorsi mesi Microsoft ha ormai completato l’acquisizione di Nokia, ha annunciato la morte delle linee Asha, X e quello che rimaneva della S40 e si concentrerà ora sul marchio Lumia.

 

Il sito ufficiale di Nokia presenta già il logo Microsoft affiancato a quello di Nokia.Marchio che presumibilmente sostituirà definitivamente quello Nokia  e tornerà nella prossima generazione di smartphone e tablet con una linea completa e ragionata, questa volta, da Microsoft.

Che poi questa nuova generazione gestita da Microsoft sia di molto migliore rispetto a quella attuale ovviamente è ancora tutto da dimostrare.

 

 

Lumia930_LN_13

 

 

Hardware

il Lumia 930 è il degno successore del Lumia 925: il Gorilla Glass che protegge lo schermo è leggermente curvato e scivola verso la scocca in alluminio che contiene anche il retro in policarbonato.

Esteticamente il 930 è davvero bello.

Mi piace molto l’alluminio opaco che incornicia il design e altrettanto trovo bellissimo il policarbonato che usa Nokia, quest’anno arricchito dei nuovi colori verde e arancio.

 

Lumia_930_Vs_05

Lumia 1200, Nexus 5, Lumia 930, Lumia 1520 e Nexus 7.

 

Le dimensioni e il peso del 930 sono leggermente sopra alla media di fascia.

Il peso è sopra la media dei concorrenti di fascia (167 grammi) e devo dire che è stato un po’ traumatico il passaggio dal mio solito Nexus 5 (130 grammi), ma dopo poco ci si abitua al peso maggiore che restituisce in compenso un grande senso di solidità.

Per avere uno schermo da 5 pollici anche le dimensioni del 930 sono leggermente sopra alla media di fascia, soprattutto nello spessore: i suoi 9,8 mm superano gli 8,9 del Nexus 5 e impallidiscono di fronte ai 7,6 dell’iPhone 5s.

Lo schermo è un piacere per gli occhi: un bel 5 pollici full HD, Amoled, dai colori accesi e brillanti. Il bilanciamento dello stesso è regolabile a piacere per chi non apprezza troppo contrasto e brillantezza.

Niente Glance e niente Tap to Wake purtroppo: lo schermo del 930 è si un Amoled, ma a quanto pare di un particolare tipo che non può supportare le suddette feature. Un vero peccato.

Il retro in policarbonato purtroppo non è asportabile o sostituibile e custodisce la batteria da 2.420 mAh.

 

 

L’autonomia è ottima,
come al solito su
Windows Phone.

L’autonomia è ottima, come al solito su WP: il sistema operativo dà il suo meglio su schermi Amoled come quello del 930, puntando su tinte piatte nere che non “consumano”, senza parlare della sempre comoda modalità risparmio energetico che aiuta ad allontanare ulteriormente il momento della ricarica in caso di necessità.

La nano SIM va infilata in un alloggiamento sul bordo superiore che si apre, grande idea, senza bisogno di graffette o simili.

Il Lumia 930 ha un jack cuffie classico sul lato superiore, una presa micro USB su quello inferiore e su quello destro offre il classico layout con bilanciere del volume, tasto stand-by e tasto a due stadi per la camera.

 

Lumia930_LN_63

 

Il 930 vola letteralmente nell’uso quotidiano.

Windows Phone ci ha abituato a prestazioni incredibili su tutte le fasce di prezzo: il sistema operativo di Microsoft riesce ad essere sempre fluido e scattante anche su device di fascia bassa (motivo del successo di smartphone come il Lumia 520620720…) e non mi stupisce affatto vederlo volare su questo 930 che ha lo stesso hardware del Lumia 1520 che ho recensito a gennaioSnapdragon 800 da 2.2 GHz, 2 GB di RAM e GPU Adreno 330.

Certo, i nuovi Snapdragon 801 o l’805 sarebbero stati meglio per voi powerplayers per un top di gamma come questo, ma il 930 vola letteralmente nell’uso quotidiano e non fa certo mai pensare che il processore potrebbe essere stato più veloce.

 

 

Niente cuffie

La confezione, più minimal che mai comprende oltre al 930 il classico caricatore e cavo usb, ma non include le cuffie come ci aveva abituato Nokia.

Sarò un rompiballe io, ma almeno le cuffie in tinta con il telefono che ho trovato nel 1520, nel 1020 e nel 925 secondo me andavano incluse in questo top di gamma.

Ah: il 930 supporta la ricarica wireless con standard Qi e legge/scrive NFC. Very Nice.

 

 

Lumia_930_Vs_09

 

 

Camera

Una 20 mpixel f/2.4 PureView con sensore da 1/2,5″ con stabilizzatore ottico e obiettivo Zeiss a 6 lenti.

La camera principale del Lumia 930 è di tutto rispetto: una 20 mpixel f/2.4 PureView con sensore da 1/2,5″ con stabilizzatore ottico e obiettivo Zeiss a 6 lenti, il tutto supportato da un Flash Dual LED e, soprattutto, dalla sempre ottima app Nokia Camera.

Può scattare in formato 4:3 o 16:9. In base al formato variano anche i mega pixel con cui salva le foto: nel primo caso salva un doppio 5 mpixel + 19 mpixel (quest’ultimo volendo anche in Digital Negative (DNG), mentre nel secondo caso si scende a 5 + 16 mpixel.

Registra video fino a 1080/30p con audio surround Dolby Digital Plus.

 

Lumia930_LN_41

 

 

Come dicevo tutto questo ben di Dio è gestito dalla sempre ottima Nokia Camera che consente sia scatti in full auto che una stupenda modalità manuale in cui poter impostare liberamente la compensazione dell’esposizione, i tempi, l’apertura, gli ISO (da 100 a 4000), il bilanciamento del bianco e anche il fuoco.

Nokia Camera gestisce anche il bracketing e supporta i filtri di Windows Phone che aggiungono altre funzionalità ed integrazioni, ma purtroppo niente HDR.

 

Lumia930_LN_43

 

Gli scatti sono quasi sempre molto buoni, assolutamente sopra alla media di fascia. Il tempo di scatto poi è migliorato tantissimo rispetto ad altre camere Pure View, così come il tempo di messa a fuoco.

Il 930, come la maggior parte degli smartphone con Windows Phone, ha un comodissimo tasto di scatto per la camera, a doppio stadio che consente di mettere a fuoco e scattare oltre che di avviare l’app della camera se lo si tiene premuto.

 

 

 

Software

Il 930 è uno dei primi smartphone ad arrivare con Windows Phone 8.1, a cui va aggiunto il generosissimo bundle di app Nokia che vanno a riempire egregiamente tutti quei piccoli buchi di funzionalità che il sistema operativo base ha inevitabilmente.

Che Windows Phone sia un ottimo sistema operativo non è una novità e non starò certo qui ad elencare punto per punto le novità della nuova versione. In generale è un more of the same con qualche novità interessante di cui ho già abbondantemente parlato:

A gennaio vi ho fatto un po’ lo scenario della situazione sulla piattaforma Windows Phone all’interno della recensione del Lumia 1520 ed è inevitabile ora aggiornarvi: purtroppo non ci sono particolari novità.

Google continua ad ignorare bellamente la piattaforma, limitandone di fatto enormemente l’appeal verso chi utilizza i suoi servizi.

Mi limito a riportare il fatto a questo punto senza commentare, non ci sono più parole.

I servizi cloud di Microsoft stanno in ogni caso migliorando a vista d’occhio ed è chiaro a tutti che è questa la nuova frontiera per l’azienda di Redmond: il presente è già ottimo e il futuro promette benissimo.

 

 

Lumia930_LN_31

Lumia930_LN_52

 

Il fronte app non registra particolari novità.

Il fronte app non registra particolari novità: la situazione migliora di continuo, ma ancora mancano app ufficiali importanti e altre fatte da Microsoft non possono competere con le controparti fatte in-house (quella di Facebook su tutte).

Update: Microsoft ha rilasciato una nuovissima versione dell’app per Facebook, davvero molto migliorata rispetto a quella precedente disponibile quando è stata scritta questa recensione.

 

Io faccio poco testo in questo campo perché sono oramai invischiato completamente nei servizi di Google e quindi ovviamente sento di continuo l’assenza di qualcosa.

Chi magari è invece sulla piattaforma di Microsoft si troverà subito a casa, con tutte quelle feature di sync e backup che ormai ci aspettiamo di base.

Il fronte che più subisce il terzo posto di Windows Phone è quello del gaming: Si, ci sono un po’ di chicche e qualche grande nome con ottimi porting, ma il tutto non è minimamente paragonabile agli avversari iOS e Android.

 

 

Lumia930_LN_72

 

 

Ormai anni che gli utenti WP sono in attesa.

In questi casi si scrive “ma il tutto sta migliorando di continuo”, ma comincio a rendermi conto che sono ormai anni che gli utenti WP sono in attesa. Ormai certe carenze sono date per scontato e si preferisce concentrarsi sempre più sui punti di forza invece di avventurarsi troppo in un inseguimento, allo stato attuale, davvero difficile.

Windows Phone ha dalla sua parte la grande facilità d’uso, autonomia, fluidità generale e, in questo caso, un’ottima camera: tutto questo unito ad un basso prezzo nelle fasce basse di mercato sono una ricetta vincente.

Il Lumia 630 è un ottimo esempio del concetto: ma quello smartphone ha un prezzo di listino di 149 euro e si trova già anche a 30 euro in meno… qui stiamo parlando di un top di gamma da (almeno) 500 euro.

 

 

 

 

 

Lumia_930_Vs_17

È evidente che il target di questo smartphone non possono essere le mamme e morose a cui consiglio di solito i Windows Phone, ma appassionati della piattaforma che vogliono un device top di gamma.

Con un’ottima costruzione e materiali, un’ottima durata della batteria, un’ottima camera e prestazioni generali eccezionali,

il Lumia 930 è il miglior smartphone con Windows Phone in commercio.

 

 

 

[more]

Incauti Acquisti nelle foto in questo articolo:

 

Special Guests:

[/more]

Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
WandaVision, la spiegazione del finale
WandaVision, la spiegazione del finale
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Raya e l'Ultimo Drago, la recensione
Raya e l'Ultimo Drago, dalle parole di registi, sceneggiatori e producer
Raya e l'Ultimo Drago, dalle parole di registi, sceneggiatori e producer