Propel lancia i droni elite da battaglia di Star Wars

4 anni fa

7 minuti

In questo approfondimento vi parliamo della nuova linea di droni elite da battaglia ispirati a Star Wars creata da Propel.

Lo scorso Luglio siamo volati a Bruxelles all’evento di presentazione per la stampa europea di questa fantastica nuova linea di droni elite da battaglia di Propel, ispirata al mondo di Star Wars. Ora che l’embargo è ufficialmente scaduto possiamo finalmente parlarvene e vi mostreremo nel dettaglio anche con foto e video di cosa si tratta.

Per prima cosa è giusto chiarire che Propel è una società statunitense leader nell’ambito e specializzata in campo droni, e che questa linea è prodotta su licenza ufficiale di LucasArts e Disney, per cui non stiamo parlando di “giocattoli”. Questo non implica che il prodotto non si rivolga anche a un pubblico di giovani appassionati, in quanto sebbene la tecnologia e la qualità costruttiva dei droni sia all’avanguardia la visione della società è ludica e si prefigge l’ambizioso obiettivo di creare delle community di giocatori.

Alcuni dei primi modelli di questi droni erano reperibili anche da noi già mesi fa, ma erano passati in sordina in quanto si stava preparando il supporto e l’infrastruttura per il lancio in gran stile in concomitanza con il secondo Force Friday che cade proprio oggi, 1 settembre.

 

 

 

 

La prima edizione di questa serie di droni da combattimento Propel ad alte performance si compone di tre varianti: l’iconico caccia dei Ribelli T-65 X-Wing Starfighter, il 74-Z Speeder Bike e il famoso Tie Advanced X1 di Darth Vader. Tutti e tre i quadricotteri garantiscono una velocità di volo di più di 50 km/h oltre a diverse innovazioni tecniche quali la tecnologia Li-Fi (presente per la prima volta in assoluto in un prodotto consumer) totalmente integrata nel drone e che garantisce una nuova dimensione al concetto di real-time play.

I droni sono inoltre provvisti anche di un algoritmo per il controllo di volo per varie tipologie di battaglie aeree ad alta precisione. Troviamo poi un T-Mode (Modalità di Allenamento – Training Mode) per i principianti, che crea un’aura invisibile attorno al pilota e rende il drone più semplice da manovrare. Manovre speciali come l’avvitamento frontale e la propulsione contraria permettono poi ai droni di riprodurre le famose scene di azione dei film.

Il fattore spettacolarità è stato centrale anche durante la presentazione. Lo scopo di questi droni e far divertire i giocatori simulando delle vere e proprie battaglie spaziali come nei film di Star Wars.

 

Le battaglie tra questi droni puntano ad essere una sorta di videogame declinato nel reale. La cosa può sembrare un po’ macchinosa, ma lasciate che vi spieghi meglio. I droni sono pilotabili mediante un apposito controller compreso nella confezione che, oltre ai comandi di volo tradizionali, permette di fare virtualmente fuoco contro gli altri droni sfruttando la tecnologia Li-Fi di cui sopra (circa cento volte più veloce del Wi-Fi poiché usa come mezzo di trasmissione dei dati la luce). Così gli sfidanti dovranno mettere alla prova le loro abilità da piloti per schivare i colpi avversarsi, e il drone che viene abbattuto cadrà al suolo in una discesa piuttosto cinematografica.

Propel ha inoltre appena lanciato la prima di una serie di companion app dedicate ai suoi droni

Propel ha inoltre appena lanciato la prima di una serie di companion app dedicate ai droni e che andranno ad implementarne l’uso. Questa prima, appunto, rappresenta un simulatore di volo con 34 modalità di allenamento e si chiama Star Wars Battle Quads. L’app sincronizza il controller remoto al tuo telefono (sia iOS che Android) grazie al Bluetooth e i movimenti imiteranno l’esperienza fisica di volo reale. Così chiunque sarà in grado di perfezionare le proprie performance, prima di affrontare fisicamente altri piloti in battaglia.

L’app include inoltre un innovative sistema detto IAT “Intelligent awareness technology”. Questo sistema, durante le vere battaglie aeree, in ogni momento rileverò l’esatta posizione del drone e suggerirà al pilota come vincere la battaglia sconfiggendo i propri rivali.

 

 

Oltre all’app e al supporto per il futuro con cui, come dicevamo in apertura, Propel punta al lato ludico del prodotto e vuole fortemente creare una community di giocatori che possano incontrarsi all’aperto e sfidarsi in battaglie con i propri droni, all’evento di Bruxelles è stato anticipato l’arrivo di una componente esterna facilmente installabile nelle attuali versioni di questi droni che serve a rendere visibili i fasci di luce sparati durante le battaglie.

Prevista una componente che servirà a rendere visibili i fasci di luce sparati durante le battaglie

Abbiamo potuto vederne in azione dei prototipi il cui effetto risultava davvero scenico, ma il fumo e l’arena creata ad hoc per l’evento sicuramente giocavano un ruolo fondamentale. In ogni caso questa “estensione” dovrebbe arrivare verso Natale al costo di 49,99$. E dato che siamo entrati nell’argomento prezzi è ora di parlare della vera sorpresa che farà la gioia dei più appassionati incauti acquirenti e dei collezionisti di prodotti del mondo di Star Wars: le fantastiche edizioni limitate da collezione.

Queste versioni dei droni quadricotteri arrivno in un box da presentazione con sigillo in cera e un modello tridimensionale in scala del velivolo sul fronte. Una volta aperto, la scatola si illumina e vari suoni di Star Wars, incluso l’iconico tema, partiranno a tutto volume grazie agli speaker integrati nella scatola. Ogni scatola e ogni drone hanno un unico numero di serie, e il costo di queste prestigiose edizioni dipinte a mano sarà di 199,99€.

 

 

 

Altro punto di forza di questi droni targati Propel, cosa che di sicuro se avete letto fin qui vi sarete domandati almeno una volta, è il non dover sottostare a particolari limitazioni né di richiedere patentini o altri certificati relativi alla normativa in materia di droni, in quanto non sono dotati di videocamera (che apre la spinosa questione della normativa sulla privacy nei luoghi pubblici o aperti al pubblico) e inoltre sono davvero leggerissimi.

La società ha investito davvero tanto in ricerca e sviluppo, per i polimeri con cui è costruito il drone, l’integrazione della tecnologia Li-Fi oltre al Bluethoot, lo sviluppo dell’app e del suo simulatore fisico per allenarsi e la struttura per creare una community, un gioco a cui tutti gli appassionati di Star Wars possano giocare nella vita reale, fuori dagli schermi.

 

Per quasi 40 anni, milioni di fan di Star Wars di tutte le età hanno sognato di pilotare il loro Starfighter e combattere i nemici. Ora è finalmente possibile! Abbiamo sviluppato ed incorporato più di 5 nuove tecnologie in attesa di brevetto in questi droni per garantire un’esperienza realmente immersiva a tutti i fan – ha dichiarato dal palco dell’evento di Bruxelles Darren Matloff, CEO di Propel.

Per la prima volta potrete combattere contro altri giocatori, con un sistema che registra, combina e compara le vostre performance con quelle di ogni altro pilota del mondo.

 

Darren Matloff, CEO di Propel, sul palco a Bruxelles

 

Dal canto nostro, dunque, pur ammirando il lavoro svolto da Propel e l’intenzione da cui si muove tutto l’impegno in tal senso, temiamo che il prodotto possa non attirare subito una corposa fetta d’utenza che vada a creare le community di giocatori, o meglio di piloti. Non risulta semplice immaginare, in soldoni, gruppi di appassionati che s’incontrano nel parco di Roncalceci piuttosto che di Longone al Segrino o [inserire altro nome di piccola città in Italia che non rispecchia proprio il mood di Tokyo o di New York].

Quello di cui siamo certi è che gli appassionati di Star Wars non si faranno scappare dei prodotti di questo calibro, in particolare modo le edizioni da collezione.

 

Ecco anche il video di Roby che riassume il press tour in Belgio:

Propel lancia i droni elite da battaglia di Star Wars

Dopo l'approfondimento di Francesco che trovate linkato qui sotto, ecco arrivare il nostro #NerdTrip dedicato realizzato dal nostro Roby Rani. Propel ci ha invitato a Bruxelles, per la presentazione ufficiale dei nuovi droni da battaglia Star Wars e queste sono le nostre impressioni.https://leganerd.com/2017/09/01/propel-lancia-droni-elite-battaglia-star-wars#NerdTrip #Propel #Droni #StarWars Vuttana Roby Rani #presstour

Posted by Lega Nerd on Monday, September 4, 2017

 

 

Star Wars IV doveva aprirsi con un cartone di Duffy Duck
Star Wars IV doveva aprirsi con un cartone di Duffy Duck
Star Wars: Anthony Daniels celebra 45 anni di C-3PO
Star Wars: Anthony Daniels celebra 45 anni di C-3PO
Crudelia sarà vietato ai minori di tredici anni negli Stati Uniti
Crudelia sarà vietato ai minori di tredici anni negli Stati Uniti
Star Wars: Mena Massoud interpreterà Ezra Bridger?
Star Wars: Mena Massoud interpreterà Ezra Bridger?
Peter Pan & Wendy: iniziate le riprese del live action Disney
Peter Pan & Wendy: iniziate le riprese del live action Disney
Disney+ ha superato ufficialmente i 100 milioni di abbonati
Disney+ ha superato ufficialmente i 100 milioni di abbonati
Il Principe Cerca Moglie, genesi e curiosità di un Cult
Il Principe Cerca Moglie, genesi e curiosità di un Cult