Toonz Ghibli Edition diventa gratis e open source #LegaNerd

studio-ghibli

La versione personalizzata per lo Studio Ghibli del celebre software di animazione Toonz sarà disponibile gratuitamente dal 26 marzo 2016.

In seguito all’acquisizione del software Toonz da parte di DWANGO, un editore giapponese TV/Web TV, verrà rilasciata infatti come open source la versione modificata appositamente per lo Studio Ghibli di Toonz, con l’obiettivo di creare un nuovo ecosistema di produzioni intorno alla celebre piattaforma di animazione.

Toonz, programma creato dall’azienda italiana Digital Video, solitamente sconosciuto a chi non è coinvolto nel campo dell’animazione, si è distinto per aver offerto un grandissimo contributo nella realizzazione di serie tv e film, oltre ai numerosi lungometraggi dello Studio Ghibli. La Digital Video continuerà a lavorare sulla versione Premium del suo prodotto, ma la Ghibli Edition sarà disponibile in free download da questa settimana.

La versione open source di Toonz sarà presentata ufficialmente all’Anime Japan di Tokyo il 26 e 27 Marzo

 

 

fin dal 1995 viene usato dallo Studio Ghibli per animare i suoi film

Toonz nacque nel lontano 1993 e già fin dal 1995 viene usato dallo Studio Ghibli per animare i suoi film (primo fra tutti La Principessa Mononoke) e anche Rough Draft Studios lo ha utilizzato per la realizzazione di Futurama di Matt Groening. Altri titoli che ne hanno sfruttato le capacità sono Balto e Anastasia. Atsushi Okui, direttore della fotografia e animatore Ghibli, afferma che lo Studio lo ha scelto per la semplicità con la quale combina animazione disegnata a mano e digitale.

La versione free di Toonz prenderà il nome proprio dal famoso studio di animazione giapponese per il quale Digital Video sviluppa da anni una versione personalizzata del software; sarà dunque Toonz Ghibli Edition.

 

Aree Tematiche
Animazione Creatività Entertainment Opensource Software Tecnologie Video
Tag
mercoledì 23 marzo 2016 - 11:30
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd