BLIP Tokyo 2010, ci siamo andati. #LegaNerd
di
randO
6

L’altro giorno, che poi era ieri, mi alzo e decido (tanto per cambiare) di buttare un occhio sulla LEGA (quella OK) e, tra i vari, vedo un post di mynameiskile che informa sull’evento che da anni vedo solo segnalato sui relativi siti: BLIP TOKYO 2010.
Controllo la data “sabato 4 e domenica 5 settembre”, io che sono sempre avanti penso un paio di improperi a caso in quanto ritengo sia già il 15 o il 16 settembre e invece no, siamo ancora indietro nel tempo, è il 5 settembre, ringrazio mynameiskile (anche se poteva postarlo prima), svolto la domenica e vado!

Spoiler
Controllo sull’apposito sito orario e location, Koenji, 25 minuti da casa mia, stessa prefettura (Suginami, una dei componenti di Tokyo) > enjoy.
Arrivo e impiego un buon 15 minuti per trovare il locale, qua i locali sono tipo monolocali seminterrati oppure appartamenti al piano X del palazzo Y, gli ingressi sono porte della dimensione di quelle di uno sgabuzzino, il che si traduce in qualcosa di NOT EASY.
3500yen (ziopork, 30euro, maledetto euro che sta sprofondando come Artax, il cavallo di Atreiu, nelle paludi della tristezza) e scendo per una scala semi a chiocciola che scende, scende, scende e, nel mentre che scende, affiorano i bassi dalle pareti circostanti.
Porta in metallo pressofuso > PULL
Pullo e sono nell’inferno degli 8BIT.
Sul palco BIT SHIFTER sta spaccando di brutto, enfatizza i bassi, pattern paurosi, non potevo arrivare in un momento migliore, l’ora di ritardo sull’inizio dell’evento mi ha fatto lisciare in pieno la performance di SAITONE, ma va bene lo stesso, cioè no, ma amen.
Bit Shifter chiude la performance con pezzo urlato da un demente che sale sul palco con una mezza tuba in testa, un collare di piume di sarcazzo, dei jeans 4 taglie più stretti e svariata chincaglieria appesa più o meno addosso, il tutto in sfumature di nero.
Ad un certo punto si scaglia in uno Stage Dive, ziopork, non voglio crederci, penso alla forza che può sviluppare un braccio nerd, ragioniamo in decimali di ZERO, lo penso stramazzare al suolo ed entrare in pieno nella schiera dei Darwin Award e invece no, incredibile, si fa tutto un giro trasportato da decine di bianchicce braccia nerdiche che alla fine lo riposizionano sul palco.
Successivamente vedrò lo stesso intortarsi una nipponica da 9/10 (a bocca chiusa, a bocca aperta il punteggio tracolla drasticamente).

A seguire SABRE PULSE, UK, fighetto, alcuni pezzi belli, altri un po’ paraculi modaioli, ma OK, il ragazzo è giovane, ha tutto il tempo per evaporare.

E’ la volta di LITTLE-SCALE, bravo, si fa la sua storia, non muove le masse perché è più ambient che altro, quindi ci sta tutto.

AUDIOVISUAL SET (non merita neanche il grassetto), non ho capito un cazoz, si fa chiamare così? parte con una maschera nera da lottatore messicano su giubbotto di nylon con cappuccio, jeans epidermici e sneakers di plastica colorata, è agosto, è un caldo porco, il tempo di passare 1 pezzo e mezzo e manda a fare in culo la pantomima togliendosi la maschera, probabilmente non ci vedeva neanche un cazzo perché inforca subito gli occhiali, 15 secondi dopo decide, ahimè, di aprire la giacca di nylon:
TORSO NUDO
si dimena al ritmo della sua musica.
FACEPALM
Se hai la consistenza di una medusa, evita al mondo il triste spettacolo.
Niente di nuovo sotto al sole, finisce, se ne va, ciao.

Decido di vedere se riesco a parlare col mio amico Jeremiah aka NULLSLEEP (aveva suonato sabato), ci siamo sempre sentiti via mail, ai tempi mi aveva contattato attraverso il sito DISASTER per comprare delle magliette che ovviamente gli avevo regalato e così via.
Salgo sul privé, entro, nessuno mi dice niente perché, evidentemente, mi mimetizzo alla perfezione con la fauna nerd, chiedo ad un tizio di chiamarmi Jeremiah e vedo che è in una stanza dove, su di un monitor collegato ad una telecamera puntata sul palco, sta seguendo il concerto assieme ad altri musicisti 8BIT, capito? a 10m dal palco seguono il tutto da un monitor chiusi in una stanza; la coerenza NERD è forte in questi giovani).
Ciao, Ciao, blablabla, arriva uno con una giapponese che si presenta come responsabile della CAPCOM, la tipa dice 3 parole con NULLSLEEP e poi si rivolge a me per tutto il resto del tempo, io annuisco, rispondo, indico NULLSLEEP, questa pensa che io sia qualcuno della scena, alla fatidica domanda “ma tu chi sei?” rispondo “just a friend (stronza)”, quindi saluta Nullsleep e se ne va a seguire il concerto.
Mi congedo da Jeremiah, stiamo parlando da almeno 5 minuti, troppo.

Ora sul palco c’è K->, giapponese, 8BIT P U R A e dura, spacca, tiene banco, ci sta dentro, fa battute in giapponese che capiscono solo altri giapponesi mentre gli occidentali presenti (me compreso) sorridono amaramente, grazie mille, all your base are belong to us.

Giunge il momento clou dell’evento: Hirokazu ”HIP” TANAKA. EX (se non sapete chi sia, io non so chi siate voi e neanche ci tengo a saperlo) anagraficamente parlando, per fare un Tanaka servono almeno 3 persone prese a caso dal locale, quindi tutti muti e cagati con Mr Metroid.
A PO TE O SI TO TA LE
Tanaka ti prende per mano e ti trascina nel vortice in un crescendo costante, non resisti, non ce la fai, ci sei dentro, poche volte nella vita mi sono sentito così immerso ad un concerto, penso di avere anche ballato per qualche secondo, incredibile.
Non dimenticherò mai questi momenti, grazie Tanaka. san.

Ti ringrazia soprattutto il poveraccio che dovrà salire sul palco dopo di te: HALLY
Hally è simpa, gli si pianta tutto un paio di volte, si giustifica dicendo che è roba che ha 20 anni, anche lui puro 8BIT, chiude la performance con una tipina che canta pesantemente filtrata da un vocoder, sembra la versione in carne e ossa di Vib-Ribbon.
Simpatici, ma dopo Tanaka c’è poco da fare.

Note: i nerd non dovrebbero fare movimenti inconsulti, improvvisi o comunque accelerati, nel mezzo di un pezzo paura, se ti metti a sbracciare e saltare sul palco agitando un GAMEBOY sei anche figo, ma se ogni 2 salti te ne servono altri 3 per cercare di non cadere per terra, siamo a rischio FACEPALM.

Magliette dell’evento SOLD OUT, ziopork! dopo la DeLorean volevo questa maglietta.

Giornata di SABATO saltata a piè pari, ‘sto str*nz* di mynameiskile ha postato troppo tardi l’evento, non considerando il fuso orario, kile, se mi senti, la prossima volta cerca di anticipare, grazie.

Comprato DVD “Reformat the planet”, documentario sulla scena 8BIT, scartato, sfogliato libretto interno, chissà quando deciderò di inserire il DVD nel computer, ti pare che faccia il movimento di inserirlo nello slot? …il DVD è un formato morto.


Enjoy.

randO

still alive. http://cargocollective.com/codeczombie
Aree Tematiche
Audio Eventi Giappone Hacking & Cracking Musica Programmazione RetroComputing Videogames
Tag
lunedì 6 settembre 2010 - 17:24
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd