Raspberry Pi in beta #LegaNerd
di
Profile photo of Defkon1 Defkon1
14

Il Raspberry Pi è probabilmente il computer general purpose più economico al mondo in distribuzione su scala internazionale (di cui si era parlato qua); finalmente è entrato in fase beta testing e all’inizio del prossimo anno dovrebbe essere disponibile per l’acquisto worldwide.

Monta un SoC ARM BroadCom BCM2835 da 700 Mhz e viene venduto senza accessori e senza case (almeno inizialmente). Tutti i modelli incorporano uscita video HDMI, uscita audio da 3.5″ (se non si vuole usare il canale HDMI), una porta USB 2.0 e il lettore SD (da usare anche per il boot del sistema operativo).
Il modello A (fortemente learning oriented) è equipaggiato con 128MB di RAM, non ha porte di rete e costerà 25$, mentre il suo fratello maggiore monta 256MB di RAM, ha una Ethernet 10/100 e costerà 35$.
Può essere alimentato tramite i 5V della porta micro-USB o tramite un pack di 4 batterie AA (figata totale).

Nativamente supporterà Debian, Fedora e ArchLinux (e non più), e potrà montare tutto il software che compila su ARMv6 (potenza del dispositivo permettendo, ovviamente).

Il tutto in una scheda da 85,60×53,98 mm.

Tolto lo scopo educativo, un sistema del genere può essere utilizzato in tutti quei campi in cui finora venivano impiegati i mini itx, quindi impianti di videosorveglianza e telecontrollo, piccoli server, NAS, sistemi on-board-vehicle, e così via.

Non ci vedo onestamente l’utilizzo come HTPC per le sue limitate capacità del sistema, ma se non ricordo male ci dovrebbe essere una versione di MAME compilata su ARM… :-)

Purtroppo la Raspberry Foundation (associazione no-profit nata da uno spinoff dell’Università di Cambridge) non accetta pre-ordini, per cui non possiamo fare altro che attendere fiduciosi.

Via Punto Informatico | Raspberry Pi (official)

Aree Tematiche
Acquisti Hardware Linux
Tag
university of cambridge
giovedì 29 dicembre 2011
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd