Mini-ITX, quando piccolo è meglio!

7
6 Giugno 2017

Il mercato attuale pullula di mini e stick PC, prodotti in grado di assicurare un buon livello di prestazioni per uso home/office a prezzi ormai sotto i 100€, ma se il nostro PC Mini-ITX lo creassimo da noi?

L’avvento dei sistemi all-in-one con CPU Atom a 4 core sta ormai spopolando permettendo a chiunque di avere in pochi secondi un PC dalle prestazioni dignitose collegando una semplice chiavetta al televisore tramite HDMI.

Questi dispositivi si basano per lo più su una configurazione standard che vede la presenza di CPU Atom della serie Z8300 (Bay-Trail), processore a 14nm che vanta la presenza di quattro core e consumi ridottissimi.

Le normali feature necessarie al funzionamento sono per lo più scontate con uscita video HDMI, porte USB 3.0, Wifi e Bluetooth.

L’ Asus QM1 attualmente acquistabile su Amazon è l’esempio perfetto,  con un prezzo vicino ai 100€ permette a chi ha una tv una tastiera ed un mouse di mettere in piedi una postazione di lavoro o di intrattenimento.

 

 

I pro di questi dispositivi sono:

  • Dimensioni ultra ridotte
  • Consumi bassissimi entro i 15W
  • Performance accettabili
  • Costo d’acquisto contenuto

I contro:

  • Nessun upgrade possibile
  • Prestazioni limitate

Mediamente tutti questi dispositivi hanno un disco da 16 o 32 GB e un quantitativo di ram di 2GB, il sistema preinstallato è Windows 8.1 (con possibilità di aggiornamento) o Windows 10.

La semplicità e le ridotte dimensioni sono molto interessanti ma l’impossibilità di upgrade futuri da vita ad un progetto per un pc da assemblare con caratteristiche simili.

 

Non ci è ovviamente possibile concepire un sistema piccolo come una chiavetta USB, ma è comunque possibile ottenere degli ottimi risultati ad un prezzo ragionevole con un nostro sistema Mini-ITX con una spesa di circa 170€.

I componenti scelti sono:

 

Non è stato inserito il costo del sistema operativo perché è possibile optare per molte valide distro Linux gratutite.

 

Il case scelto è un modello della LC-Power che risolve subito il problema principale, il rumore. È infatti corredato da un alimentatore esterno (come quelli dei laptop) che eroga sino a 75W, questa potenza è più che sufficiente per il nostro sistema.

Le dimensioni sono 22 x 20 x 5,6 cm, e può ospitare oltre alla scheda madre solo un disco da 2,5″, molto comoda la presenza di una base per installazione del pc in verticale.

Ovviamente può montare le sole motherboard con standard Mini-ITX.

Per altre foto e dettagli vi consiglio di visitare la pagina del produttore.

 

Chiaramente non potremo installare alcuna scheda di espansione, compresa una VGA (anche se la scheda madre lo permette), ma per il nostro scopo è assolutamente perfetto, forse avremmo gradito la presenza di una porta USB frontale, ma è un problema facilmente superabile.

 

La scheda madre è una Asrock QC5000-ITX/PH, che come lo stesso nome ci indica è una Mini-ITX.

Questa scheda ha tutta una serie di vantaggi e caratteristiche che ne hanno favorito la scelta e che vi elenco:

  • CPU Quad-Core AMD FT3 Kabini A4-5000 (1,5Ghz)
  • 2 x slot DDR3 DIMM
  • Grafica AMD Radeon™ HD 8330 integrata – DirectX 11.1, Pixel Shader 5.0 (sino a 2GB condivisi)
  • Quattro opzioni di uscita scheda grafica: D-Sub, DVI-D, HDMI e DisplayPort 1.2
  • Audio HD a 7.1
  • Gigabit LAN
  • 1 x Alloggio PCI Express 2.0 x16
  • 2 x Connettori SATA3 6.0 Gb/s

La dissipazione della CPU è totalmente passiva grazie ad un consumo della CPU di non oltre 15W quindi grazie anche all’alimentatore esterno questo pc è considerabile a tutti gli effetti “0 noise”.

Le prestazioni della CPU sono assolutamente pefette per un utilizzo casalingo, e grazie alla presenza della VGA integrata AMD HD 8330 la riproduzione di contenuti multimediali anche ad alta risoluzione non è mai un problema.

Lo screen di CPU-Z seguente mostra con il suo benchmark integrato come la CPU (o in questo caso APU poiché integra una GPU al suo interno) raggiunge in multi thread un punteggio del 66% rispetto ad un Phenom X4 945 a 3.0Ghz, un processore ormai datato ma  ancora valido per le operazioni che andremo ad eseguire su questa macchina.

 

 

Il processore lavora ad un frequenza di 1,5Ghz che scende ad 800Mhz in condizioni di riposo:

 

 

La VGA integrata ha mostrato una discreta potenza a risoluzioni non superiori a 1366×768 (HD Ready) e dettagli medio/bassi con titoli abbastanza leggeri come:

  • Paladins
  • Counter strike source
  • Grid 2

 

 

RAM e SSD sbizzarritevi!

Per questi due componenti non vi è molto da spiegare poichè in fondo stiamo optando per un pc a basso costo con i principali obiettivi della silenziosità e delle ridotte dimensioni.

Con il nostro SSD un KingDian da 32GB abbiamo ottenuto delle performance discrete, potreste però installare un SSD più capiente, o in alternativa se lo userete per stoccare film e musica potreste mettere un HDD meccanico da 1TB da 2,5″, che ridurrebbe un pò le prestazioni a vantaggio di una capacità di gran lunga superiore.

 

Nel nostro caso come accade spesso con gli SSD economici di piccola taglia sono le capacità in scrittura a risentirne, è giusto precisare però che per un utilizzo normale questi valori non hanno mai impattato negativamente sull’uso del pc.

Per maggior chiarezza comunque, ecco i valori ottenuti:

 

 

L’unica informazione utile nella scelta delle ram è quella di preferire moduli a 1600Mhz utilizzando al massimo la banda messa a disposizione dalla scheda madre, e soprattutto di evitare kit 2x2GB perché in tal modo occupereste tutti e due gli slot disponibili.

 

 

 

Connessione Wifi del pc Mini-ITX

Nel caso non fosse possibile collegare il nostro pc alla rete tramite cavo ethernet verrà in nostro soccorso un dispositivo economico con l’ottima caratteristiche di funzionare sia come Access Point che come Repeater.

Questo prodotto dal costo davvero contenuto si aggancia alla nostra rete Wifi, propagando il segnale anche tramite la porta ethernet, avremo quindi connesso il nostro pc Mini-ITX e con il vantaggio di aumentare la qualità del segnale Wifi.

La configurazione è molto semplice ed il wizard intuitivo, basterà collegare l’access point tramite cavo ed avviare il wizard tramite browser all’indirizzo 192.168.10.1.

Perché quindi scegliere questa alternativa?

I vantaggi potrebbero essere molti ma provo a riassumervi quelli più significativi:

  • Possibilità di upgrade: Non avremo vincoli sul quantitativo di RAM e sulle capacità dell’Hard Disk, inoltre in un secondo momento sarebbe possibile sostituire la scheda Madre con un modello più potente e mantenere tutto il resto.
  • Performance superiori: E’ innegabile questa piattaforma consuma sicuramente di più della controparte, ma le prestazioni sono molto più simili a quelle di un pc di dimensioni normali.
  • Sistema operativo e bios: In alcuni casi i pc “preconfezionati” di cui abbiamo parlato ad inizio articolo hanno molte feature bloccate per evitare che l’utente possa danneggiare l’hardware o manomettere il dispositivo, su questa piattaforma non vi sono vincoli di alcun genere e tutte le feature della BIOS sono accessibili.

Anche chi non avesse grande dimistichezza con l’assemblaggio potrà mettere in piedi il suo pc Mini-ITX, in fondo si tratta di fissare la scheda madre e collegare l’hard disk, vi risparmierete anche l’eventuale difficoltà di installare CPU e dissipatore, è già tutto pronto!

Gli utilizzi tipici potrebbero essere davvero tanti come ad esempio:

  • Streaming e riproduzione contenuti multimediali.
  • Download anche di notte grazie al consumo ridotto e alla silenziosità.
  • Gaming leggero o retro gaming collegando un joypad.
  • Navigazione tramite tastiera e mouse WiFi/Bluetooth comodamente dal divano
  • Media server
È comunque possibile installare un server VNC e controllare il pc da remoto tramite smartphone, i più comuni sono Ultra VNC, TeamViewer e TightVNC.

 

Nonostante le dimensioni compatte e la mancanza di ventole, questo pc Mini-ITX grazie ad i ridottissimi consumi non ha mai dato alcun segno di instabilità, rimanendo acceso 24h al giorno, e superando a pieni voti anche la torrida estate siciliana nascosto dietro la nostra TV.

In un prossimo articolo verrà anche spiegato passo passo come e quali software usare per rendere il nostro pc Mini-ITX un perfetto Server capace di getire contenuti multimediali e fornire un personale servizio Cloud.

 

 

 

Conclusioni:

Il nostro pc Mini-ITX è stato pensato per un scopo molto semplice, non fare alcun rumore e non consumare troppa energia, l’obiettivo è stato raggiunto e l’utilizzo ci ha totalmente appagati, permettendoci di guardare film e serie TV in streaming comodamente seduti sul divano di casa.

Come già accennato è stato anche possibile svagarsi un pò con qualche video gioco senza mai pretendere troppo e poter passare qualche ora in buona compagnia.

È stato anche molto utile come pc di backup durante la transizione vendita vecchio PC / acquisto nuovo PC.

eizo114

Davide Caruso a.k.a. eizo114

Catanese classe 1984 con tanta passione per la tecnologia e l'informatica. Attualmente responsabile IT con tanta voglia di condividere le proprie avventure informatiche.
Aree Tematiche
Hardware Internet Linux RetroComputing Tecnologie
Tag
martedì 6 giugno 2017 - 14:42
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd