Todd Klein e il lettering #LegaNerd

In ambito fumettistico con il termine lettering si indica l’operazione di scrittura del testo contenuti nei balloon e nelle didascalie. Lo studio del lettering è importante nei fumetti, in cui le onomatopee vengono spesso elaborate in modo tale che passino dallo stato di “scritta” allo stato di “disegno”.

Riaggiustato da wikipedia.

Il lettering è una delle fasi che compongono l’iter creativo che è alla base di un fumetto. Può essere molto semplice o molto complessa. Nel primo caso svolge soltanto il compito di “mettere in bocca” le parole ad un personaggio. Nel secondo è un vero e proprio supporto (ovviamente quando il lavoro è ben riuscito) alla caratterizzazione di un personaggio o all’espressione delle emozioni che il personaggio prova in quel momento. Se ben fatto, il lettering spesso aggiunge sfumature ai dialoghi che sarebbe difficile far capire al lettore attraverso i dialoghi e riesce in questo intento in modo sottile, spesso in modo non invasivo.

Per questo spesso il lettering assurge (come i disegni, la stesura della storia, dei dialoghi e qualche volta la colorazione delle tavole) a vera e propria forma d’arte.

Uno dei più grandi artisti in questo senso (secondo me il migliore) è sicuramente Todd Klein.

Nato il 28 Gennaio 1951 è un pluripremiato letterer, logo designer e, occasionalmente, scrittore per fumetti. E’ consciuto maggiormente per il suo lavoro con le lettere per il quale, come già detto, è molto apprezzato, ed anzi, è considerato uno dei migliori.

Comincia a lavorare come letterer nel 1978 ma il suo lavoro più conosciuto (e secondo me uno dei meglio riusciti) è sicuramente quello svolto in Sandman di Neil Gaiman (l’immagine principale ne è un estratto) dove Klein sviluppa ballon e lettering molto diversi per vari personaggi, soprattuto per Sogno e i suoi fratelli, gli eterni.

Klein stesso spiega sul suo sito il processo attraverso il quale ha costruito questi stili distintivi:

Each of them needed some sort of special lettering style, …to show that they are all equals in their iconic power. Destiny’s speech was simply italic (really just slanted) […] Neil had a specific idea about Delirium’s style, that it represent a sort of mad variety, getting louder and softer, like something going in and out of focus. This was fun to do in small amounts, but tedious in large ones. Despair just had a rough balloon edge to denote a ragged, rough voice. (Destruction, when we finally met him, had an extra bold border to denote a loud, booming voice).

Negli anni ’90 Klein capisce che l’onda da cavalcare per il futuro è il computer lettering (immagino che non debba spiegare cos’è) e comincia a sviluppare numerosi font personali (improntati sulla sua calligrafia). Dal 1995 ad oggi ha creato più di 100 font personali.

Nella gallery ho messo alcune stampe di lavori, poesie, e altre cose scritti e disegnati dai più grandi autori e “letterati” da Klein più vari estratti di Sandman per far capire il grande lavoro che Klein ha fatto in quello che, anche grazie al suo aiuto, è un capolavoro del fumetto.

Per chiarire veramente a fondo le tecniche e la passione che Klein mette nel suo lavoro, lui stesso, in collaborazione con un altro autore, ha scritto un libro:
The DC Comics Guide to Coloring and Lettering Comics.

Questo libro fa parte di una collana. Gli altri libri (per completezza di informazione) sono:
The DC Comics Guide to Writing Comics
The DC Comics Guide to Inking Comics
The DC Comics Guide to Pencilling Comics
The DC Comics Guide to Digitally Drawing Comics

Link utili:
Pagina wiki (ENG) su Todd Klein.
Sito di Klein.
Archivio con elenco di tutti i suoi lavori.
Shop neanche troppo caro, tutto sommato.

Attention Please | A65 a.k.a. venomus

Sono nato un giorno e morirò un altro giorno (non oggi spero)

Aree Tematiche
Fumetti Grafica & Design Illustrazione
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd