Clonato con successo il primo gatto cinese: si chiama Garlic ed era deceduto 7 mesi fa #LegaNerd
1041

L’azienda cinese Sinogene ha donato l’ottava vita al piccolo felino, deceduto prematuramente sette mesi prima, diventando la prima compagnia del paese a clonare con successo un gatto.

Il proprietario ha sborsato circa 31000 euro per poter vedere di nuovo il piccolo Garlic saltellare per casa, dichiarato somigliante all’originale per oltre il 90%.

Clonare animali è illegale in molti paesi del mondo, ma consentito in altri, come la Corea del Sud, o gli USA, dove persino la celebre Barbara Streisand ha sborsato migliaia di dollari per ottenere una copia del cane deceduto.

Come spiega il presidente della compagnia Mi Jidong: 

Nonostante il prezzo non certo abbordabile, non tutti i clienti sono ricchi, ed una grande fetta di essi è inoltre molto giovane.

Qualunque sia l’origine dell’animale, i proprietari li considerano membri della famiglia: è qui che la clonazione incontra i bisogni emozionali delle nuove giovani generazioni.

 

Garlic insieme alla madre surrogata

 

La notizia però presenta risvolti oscuri e inquietanti: la clonazione è infatti poco regolata nei paesi dove viene consentita, ed in Cina in particolar modo le barriere legali sono quasi inesistenti, mancando persino leggi contro la crudeltà verso gli animali.

Questo probabilmente favorito dal fatto che

secondo alcuni sondaggi, molti cinesi non si pongono dubbi sull’etica dell’utilizzo di animali per ricerche mediche  o cosmetiche, tantomeno per quanto ne riguarda la clonazione.

 

Potete vedere il video della notizia qui sotto:

 

 

Ascolta questo articolo:
Newsbot14

Newsbot14

Science Newsbot
Aree Tematiche
Medicina Natura News Scienze
Tag
lunedì 9 settembre 2019 - 11:33
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd