I graffiti dai tag leggibili di Mathieu Tremblin

5 anni fa

tag-clouds-graffiti-mathieu-tremblin-designboom-818

Mathieu Tremblin ha sviluppato un modo originale di reinterpretare il concetto di tag, distinguendo ma allo stesso tempo creando un paragone tra realtà digitale ed urbana.

Il progetto di Tremblin si chiama Tag Clouds e prevede la sostituzione dei tag nei graffiti urbani di Rennes, in Francia; l’autore di fatto decifra e sovrascrive il tag con un font comunemente utilizzato in ambito digitale.

La giustapposizione tra il formato digitale e le superfici urbane (saracinesche, porte e muri) esalta la differenza i concetti di virtuale e tangibile, ma cerca di creare un nesso tra questi due linguaggi così diversi, nel tentativo di suscitare l’apprezzamento dei graffiti come medium espressivo.

 

 

 

Il principio di Tag Clouds mostra l’analogia tra il tag fisico e virtuale, sia nella forma che nel significato

(entrambe le tipologie di tag simboleggiano un percorso all’interno dello spazio, che si tratti dell’internet o di una città, ndr)

 

 

Statue pubbliche decorate con barbe floreali
Statue pubbliche decorate con barbe floreali
Comic Sans Criminal, espiate i vostri peccati di grafica
Comic Sans Criminal, espiate i vostri peccati di grafica
La nuova magica pista ciclabile della Polonia
La nuova magica pista ciclabile della Polonia
Trasformare le svastiche sui muri in decorazioni urbane
Trasformare le svastiche sui muri in decorazioni urbane
La nuova pista ciclabile rosa della Nuova Zelanda
La nuova pista ciclabile rosa della Nuova Zelanda
Magnify, hashtag automatici per Instagram
Magnify, hashtag automatici per Instagram
Impossibile I-1: la Polaroid 2.0
Impossibile I-1: la Polaroid 2.0