I Migliori Boardgames per due giocatori

5 anni fa

7 minuti

picsay-1468410646

Appassionati di boardgames  questo articolo è per voi. Quante volte vi capita di non riuscire a trovare sufficienti amici da coinvolgere in una serata di gioco e di trovarsi, magari in due, a provare giochi che con un ristretto numero di giocatori proprio non rendono come dovrebbero lasciando un po’ di amaro in bocca. Se anche voi vi siete trovati in queste situazioni, i prossimi consigli vi torneranno sicuramente utili.

I sei giochi che vi proporrò sono tutti titoli dal costo contenuto e specifici per due giocatori. Laddove prevedono anche più giocatori, sono convinto che in due siano molto più divertenti e gagliardi. Pronti? Partiamo.

 

 

 

7 Wonders Duel

 

91Kg064VqjL._SL1500_Voglio subito stupirvi e conquistarvi, con un must have che tutti gli amanti dei boardgames dovrebbero avere. Vi presento 7 Wonders Duel gioco di carte di civilizzazione “figlio” del famoso 7 Wonders. Il gioco è ideato da Antoine Bauza e Bruno Cathala.

Duel si presenta come la trasposizione per due giocatori del titolo da cui prende il nome e secondo me lo migliora sotto molti punti di vista.

Come il padre, 7 Wonders Duel è un gioco di carte e la partita, che non supera mai i trenta minuti di gioco. Si struttura in tre “ere” che prevedono tre set up iniziali diversi.

A rendere questo titolo di civilizzazione superlativo sono le molte vie per vincere, nessuna delle quali è troppo dominante rispetto alle altre.  È possibile sviluppare la propria città stato da un punto di vista militare, scientifico piuttosto che edile; oppure si può ancora costruire una città ricchissima che punta a vincere accumulando monete d’oro.

Infatti non mi è mai capitato che una partita fosse persa in partenza e mai i punteggi tra i due giocatori hanno avuto una forbice ampissima. Gioco assolutamente consigliato che è possibile acquistare online intorno ai venticinque euro.

 

 

 

Star Realms

 

ln_003_Starrealms

Star Realms è un gioco di carte nato su kickstarter e recentemente tradotto anche in italiano. Si tratta di un gioco di deck building con ambientazione fantascientifica.

Deck building significa che il motore del gioco consiste nel comprare carte durante il proprio turno. Lo scopo è potenziare il proprio mazzo al fine di sconfiggere l’avversario.  Questa meccanica è stata resa famosa del celebre Dominion e qui è stata implementata in maniera sicuramente interessante. Infatti Star Realms è un dei primi giochi a sfruttare il deck building con lo scopo di sconfiggere direttamente l’avversario.

Le carte, che rappresentano delle basi spaziali o delle astronavi appartengono a quattro fazioni specializzate in qualche abilità(recupero punti vita, pesca carte, attacco o macina mazzo), possono essere comprate durante la fase di mercato. Ogni carta ha un’abilità speciale che si attiva quando viene giocata e un’abilità alleato che si attiva quando viene giocata anche una carta dello stesso colore. Lo scopo del giocatore è quindi acquistare carte con cui creare delle combo performanti e il più devastanti possibile.

Troverete il gioco online a meno di venti euro. Se non vi disturba la lingua inglese, capiti i simboli sulle carte la lingua diventa irrilevante, potete acquistare anche le molte espansioni che sono uscite in lingua di Albione. Vi consiglio Colony Wars qual ora il gioco vi piaccia e vorreste provarlo in quattro.

Per chi fosse interessato è possibile scaricare gratuitamente anche l’app del gioco sia per dispositivi Android che Ios dai relativi store.

 

 

 

Dragonheart

 

51-oqRy2kyLPrimo di due giochi di cui vi parlerò della serie Kosmos (importanto in Italia da Giochi Uniti) per due giocatori è Dragonheart.

Il titolo è un pretesto per dare un aspetto grafico accattivante ad un gioco che non fa dell’ambientazione il suo forte. Ma è davvero un limite sorvolabile. Dragonheart (Sviluppato da Rudiger Dorn) è un gioco di bluff dalla durata contenutissima, ma davvero avvincente.

Avete presente il giochino sasso, carta, forbice? Dragonheart ne prende l’idea e la implementa con ben nove figure: Le cacciatrici, i draghi, i tesori, la strega, il drago pietrificato, il guerriero, l’orco, i nani e le navi.

Ogni carta può mangiare un’altra carta e a sua volta essere mangiata da altre. Ciò che lo rende interessante è il fatto che il rapporto non è sempre uno a uno. Ad esempio per uccidere l’orco saranno necessari due guerrieri o per uccidere il drago serviranno tre cacciatrici. Solo chi ha messo l’ultima carta della serie,  mangerà la carta specifica.

Nel proprio turno è possibile giocare solo un tipo di carta ma in qualsiasi numero. Vince chi al termine delle carte ha il punteggio più alto. Ogni carta ha il proprio punteggio scritto chiaramente sui suoi quattro angoli. Anche questo gioco assolutamente indipendente dalla lingua lo potete trovare a meno di venti euro.

 

 

 

Agricola

Tutte le Creature Grandi e Piccole

ln_002_agricolaTutti gli appassionati di boardgames hanno sentito parlare di un gioco davvero massiccio, lunghissimo e complicatissimo.

Un’esperienza bucolica in scala gioco da tavolo, il farmville per hardcore gamers ovvero Agricola.

Tantissimi amici lo hanno provato, alcuni lo amano perché è un esperienza totale che ti obbliga a spremere le meningi come ad un esame universitario.

Altri proprio non lo reggono sempre per gli stessi motivi. Ma Agricola è un gioco che non può lasciare indifferenti.

Uwe Rosenberg ha così sviluppato una versione light del suo giocone cercando di mantenere inalterate le sue caratteristiche principali.

Tutte Le Creature Grandi e Piccole è un esperimento davvero riuscito che in trenta-quaranta minuti regala a due giocatori le stesse sensazioni e soddisfazioni del gioco originale.

In giochi di questo tipo, quasi non è importante chi vince ma come si è riusciti ad ottimizzare il proprio tabellone di gioco. Titolo Consigliatissimo che online trovate intorno ai venticinque euro

 

 

 

Targi

51CrZUXIuoLSecondo titolo della serie Kosmos (importanto in Italia da Giochi Uniti) per due giocatori è questo Targi. Si tratta di un gioco ideato da Andres Steiger di piazzamento lavoratori. I giocatori impersonando il capo famiglia di una tribù di tuareg dovranno commerciare datteri, sale e pepe nel migliore dei modi possibili. Chi lo farà meglio sarà il vincitore.

Non fatevi ingannare dal tabellone che è composto da un gruppo di carte posizionate casualmente. Targi non è un gioco di carte ma un vero è proprio gioco con i meeples.

Come la maggior parte dei titoli di worker placement il fattore fortuna è sempre molto contenuto. Targi prevede un’interazione diretta tra i giocatori che consente, tramite le proprie azioni, di inibire le azioni successive al proprio avversario rendendo ognimossa scacchistica e intrigante.

Targi al momento non è di facile reperibilità. Ma se doveste riuscire a trovarlo vi consiglio di prenderlo. Il costo come per Dragonheart dovrebbe essere intorno ai venti euro.

 

 

 

Boss Monster

51EcmLtmQwLL’ultimo titolo è un gioco di carte che amo davvero tantissimo: si tratta di Boss Monster.

L’ambientazione di questo gioco è davvero stupenda. Ogni giocatore impersonando il Boss di dungeon o se preferite il Boss di fine livello di un videogioco, dovrà costruire stanza dopo stanza (carta dopo carta) il proprio livello. Sfidando gli eroi al villaggio dovrà dimostrare che lui è il boss più forte di tutti gli altri. Vince infatti chi per primo sconfiggendo gli eroi del villaggio arriva a dieci punti vittoria.

La grafica di questo titolo è ciò che lo rende un gioiellino perché si ispira a piene mani al mondo dei videogiochi 8 e 16bit. Ogni immagine è un tuffo al cuore, nostalgia canaglia mischiata a esilaranti citazioni davvero ben riuscite. Il gioco può essere giocato da due a quattro giocatori ma per esperienza vi consiglio  di giocarlo in due. Anche Boss Monster è facilmente reperibile online intorno ai venti euro. Esiste già in italiano anche un’espansione “La rivincita degli eroi”. Essa oltre a rendere il gioco più difficile aumenta l’interazione tra i giocatori rendendolo davvero una sfida tosta.

 

 

In conclusione questi sei titoli sono tutti interessanti e meritano di essere provati.  Ognuno di loro ha un costo contenuto e sono facilmente trasportabili, magari potreste sceglierne uno anche da portare in vacanza!

Fateci sapere nei commenti se avete altri giochi simili da consigliare ;)

 

Recensione Etherfields: ritrovare se stessi tra sogni ed incubi
Recensione Etherfields: ritrovare se stessi tra sogni ed incubi
Stardew Valley si manifesta anche in formato gioco da tavolo
Stardew Valley si manifesta anche in formato gioco da tavolo
DBC 178: Dice Throne Adventures, Crying Suns, Etherfields
DBC 178: Dice Throne Adventures, Crying Suns, Etherfields
I più bei videogiochi per una serata a due a San Valentino
I più bei videogiochi per una serata a due a San Valentino
Little Nightmares 2, la rencesione: l'incubo di Tarsier Studios si fa ancora più terrificante
Little Nightmares 2, la rencesione: l'incubo di Tarsier Studios si fa ancora più terrificante
I videogiochi più attesi del 2021
I videogiochi più attesi del 2021
DBC 174: Pandemic Legacy Season 0 (no spoiler) + Patreon of the Week
DBC 174: Pandemic Legacy Season 0 (no spoiler) + Patreon of the Week