SELECT

Il Clan dei Bean

9 anni fa

4 minuti

L’altro giorno, mentre leggevo un libro sulle opere di H. P. Lovecraft e in particolare il racconto “The Lurking Fear”, mi sono imbattuto in una nota a piè di pagina che spiegava che Lovecraft prese l’ispirazione per il racconto da un evento (realmente?) accaduto in Scozia, sotto il regno di Re Gregorio I (1556-1625).

Il Clan dei Bean

In un paesino a otto miglia da Edimburgo viveva Sawney Bean, figlio di un onesto contadino. Era un ragazzo un nullafacente che non voleva seguire le orme del padre e che un giorno scappò di casa assieme alla propria ragazza. Partiti alla volta della zona costiera del Galloway, trovarono una profonda grotta di loro gradimento vicino alla spiaggia e lì si stabilirono per 25 anni, senza contatti col mondo esterno, e sfornando figli a palate.

Come fecero a sopravvivere? Beh, in un primo tempo si dedicarono alle razzie, derubando i ricchi mercanti di passaggio in una stradina isolata a poca distanza da lì. Poi, stanchi di comprarsi il cibo in un paesino vicino, dove venivano evitati per via del loro ormai inselvatichito aspetto, decisero di modificare la loro dieta, basandola sul consumo della carne umana.
Passarono gli anni e la coppia visse tranquillamente nella grotta, generando dei figli che, tramite relazioni incestuose generarono anch’essi una folta prole. I Bean, così, diventarono un vero e proprio Clan.

Ma, man mano che la gente scompariva (fatto che avveniva di sera), si crearono tra gli abitanti delle zone limitrofe delle storie di spiriti, mostri e vampiri e le autorità, per dimostrare la falsità di queste storie, adottarono massicce misure di sicurezza. Ad esempio se la persona scomparsa, la notte prima della sua sparizione, aveva alloggiato in una locanda della zona, allora l’oste veniva accusato di omicidio e giustiziato. Molti innocenti così morirono impiccati.

La fine del Clan

I Bean, però, vennero successivamente smascherati da un caso fortuito: un viandante a cavallo, che era stato da loro assalito, era riuscito a fuggire. Giunto a un villaggio vicino, raccontò alle autorità di aver visto mentre scappava che le donne dei Bean, dopo aver catturato sua moglie, le avevano squartato la gola per berne il sangue.

Re Gregorio I, venuto a conoscenza del fatto, decise di intervenire.
Egli stesso, con una guarnigione di 400 cavalieri, si recò nel Galloway e, grazie ad una squadra di segugi riuscì ad individuare la grotta in cui i Bean abitavano. Questa era lunga quasi un miglio, e l’ingresso era ostruito durante l’alta marea. Gli uomini del re, dopo aver percorso duecento metri al buio, volevano tornare indietro, ma la convinzione dei segugi convinse il Re ad andare avanti.
Arrivati così alla caverna centrale, dove abitava il Clan di cannibali, i soldati si trovarono davanti uno spettacolo raccapricciante: braccia, gambe e coscie affumicate e appese come prosciutti al soffitto e altre parti del corpo conservate in salamoia. Inoltre, era lì presente il frutto delle razzie degli antropofagi: mucchi di monete d’oro e d’argento, spade e pistole, vestiti ed effetti personali delle vittime.

I Bean, catturati tutti dai soldati, vennero spediti ad Edimburgo, mentre i resti umani trovati nella caverna vennero seppelliti nella sabbia.
Il giorno dell’esecuzione, venne gente da tutta la Scozia ad assistere alla pena capitale. Infatti, tutti i Bean, ovvero il padre, la madre, i loro otto figli, sei figlie, diciotto nipoti maschi e quattordici nipoti femmine, furono condannati a morte senza processo.
Gli uomini furono prima squartati e poi lasciati a dissanguare. Le donne e i bambini furono bruciati vivi in tre pire.

Tengo a precisare che non vi sono molte prove a sostegno della realtà di questa storia, che è comparsa per la prima volta ne “Racconti storici e tradizionali della Scozia medievale”.

Qua il testo originale di “The Lurking Fear”

[BdS] – Bagno di Sangue è la rubrica di Lega Nerd che racconta i delitti più efferati, assurdi, curiosi e famosi della storia

Call of Cthulhu
Call of Cthulhu
La Storia in breve: Il mito dei Cannibali
La Storia in breve: Il mito dei Cannibali
L'Incesto da Sofocle a Game of Thrones
L'Incesto da Sofocle a Game of Thrones
Omicidio a Road Hill House
Omicidio a Road Hill House
Cannibali veri. Mangiatori di uomini dall'Amazzonia alla Giungla d'Asfalto
Cannibali veri. Mangiatori di uomini dall'Amazzonia alla Giungla d'Asfalto
Robert Hansen: Il cacciatore di donne
Robert Hansen: Il cacciatore di donne
Riflessioni sul tabù del Cannibalismo
Riflessioni sul tabù del Cannibalismo