Un incontro su He-Man e i Masters dagli anni '80 ad oggi #LegaNerd
5

In occasione della mostra Ottanta Nostalgia, allestita fino al 1° ottobre, WOW Spazio Fumetto dedica un pomeriggio ai Masters of the Universe, la linea di giocattoli più famosa degli anni ’80 che ha ispirato anche un’amatissima serie di cartoni animati, storie a fumetti e un film.

Di seguito riportiamo il comunicato stampa integrale con tutti i dettagli sull’incontro “Per il potere di Grayskull! He-Man e i Masters dagli anni ’80 ad oggi” che si terrà il 9 settembre 2017 a Milano nel contesto di WOW Spazio Fumetto, Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano in viale Campania 12.

 


 

I giocattoli dei Masters of the Universe arrivano nei negozi americani nel 1981. La Mattel aveva rinunciato a produrre i giocattoli ispirati a Star Wars (o Guerre Stellari, come si diceva allora) e voleva dei personaggi che potessero fare breccia nel cuore dei ragazzi. Si pensa a un personaggio potente, un guerriero barbaro di nome He-Man.

I Masters hanno da subito un notevole successo. Insieme a ogni giocattolo è compreso un minicomic, una breve storia a fumetti che serve a introdurre i personaggi nuovi e la loro storia. All’inizio il tono di questi fumetti è più cupo, e molti dettagli sono diversi. A cambiare completamente le cose è la serie animata, prodotta dalla Filmation dal 1983 al 1985.
Le storie del cartone sono più leggere, alcuni personaggi cambiano nome e He-Man acquista un’identità segreta, quella del principe Adam.

Giocattoli e serie animata hanno un successo incredibile, i Masters sono ovunque e si trovano in vendita ogni genere di articoli con il faccione di He-Man e degli altri Dominatori dell’Universo. Oltre ai fumetti allegati ai giocattoli, He-Man e compagni sono anche protagonisti di storie a fumetti che compaiono in diverse testate in giro per il mondo.
In Italia sono i protagonisti della serie Masters e il team dell’avventura e in seguito di Magic Boy, una rivista prodotta direttamente dalla Mattel. All’inizio vengono pubblicate traduzioni di avventure prodotte per l’estero, poi nuove storie create in Italia, con i disegni di Giuliano Piccininno.

 

 

Nel 1987 esce il film live-action, con Dolph Lundgren nella parte del protagonista, ma si rivela un colossale flop.

Visto il successo di He-Man la Mattel tenta di replicare con She-Ra, rivolgendosi questa volta soprattutto alle bambine, ma il successo è molto inferiore, anche perché i Masters stanno perdendo appeal. Nel 1987 esce il film live-action, con Dolph Lundgren nella parte del protagonista, ma è un flop. Il fenomeno Masters si sta rapidamente sgonfiando.
Il castello di Grayskull chiude presto i battenti: in Europa la serie sopravvive ancora per un anno, con l’uscita di alcuni giocattoli oggi ricercatissimi e assai ambiti dai collezionisti.
Un paio d’anni dopo He-Man e Skeletor si trasferiscono nello spazio per una nuova, fantascientifica versione, che non riscuote però particolare successo.

Una nuova versione animata e una nuova linea di giocattoli vedono la luce nel 2002, in contemporanea con una nuova serie di fumetti pubblicati negli Stati Uniti dalla Image e disegnati da Emiliano Santalucia.
Dopo la chiusura della nuova serie, sono stati prodotti nuovi giocattoli, rivolti soprattutto al pubblico dei collezionisti, mentre periodicamente si mormora di un possibile rilancio cinematografico.

La storia dei Masters, che attraverso oltre trent’anni di avventure è passata attraverso ogni possibile medium, verrà raccontata nell’incontro Per il potere di Greyskull!!!

La storia dei Masters, che attraverso oltre trent’anni di avventure è passata attraverso ogni possibile medium, verrà raccontata nell’incontro Per il potere di Greyskull!!! He-Man e i Masters dagli anni Ottanta ad oggi in compagnia di alcuni ospiti che si occuperanno dei vari aspetti della serie: l’esperto di giocattoli e collezionista Massimo Combi, i disegnatori Giuliano Piccininno e Emiliano Santalucia, che hanno lavorato ai fumetti ispirati ai Masters in due periodi molto diversi.
Piccininno ha disegnato i fumetti classici degli anni Ottanta, Santalucia quelli ispirati al remake del 2002, anche se ha avuto la possibilità di lavorare anche sulle versioni vintage per le copertine dei dvd dedicati alla serie.

Gli ospiti

Giuliano Piccininno, nasce a Giffoni Valle Piana (Salerno) il 5 settembre 1960. Nel 1977, mentre frequenta il Liceo Artistico di Salerno, fonda con Giuseppe De Nardo e Raffaele della Monica lo Studio-CAF, dal quale nel 1981 nasce la rivista Trumoon. Dopo aver conseguito il titolo di scenografo all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, diventa disegnatore professionaista con Alan Ford (1984-1987). Come insegnante di Disegno e Storia dell’arte si trasferisce al liceo scientifico G.G. Trissino di Valdagno (Vi) nel 1986, dove vive tuttora.

Da qui in poi le collaborazioni con diverse case editrici si moltiplicano: collabora con Staff di If/Epierre disegnando Masters of the Universe e Bravestarr, ma anche storie per Topolino. Disegna tra gli altri anche i Looney Tunes e le Tartarughe Ninja, oltre a creazioni proprie come Ozzy e I Bagigi. Nel 1997 inizia a lavorare alla serie Dampyr per Sergio Bonelli Editore, casa editrice con cui continua a collaborare realizzando anche avventure di Zagor e un numero de Le Storie.

Emiliano Santalucia è un illustratore e concept designer che vive e lavora a Palermo, dove è nato nel 1975. Diplomatosi alla Scuola del Fumetto di Milano, inizia a lavorare nel mondo come disegnatore delle serie Masters of the Universe prima e Transformers e G.I.Joe poi.
Con i personaggi di He-Man e She-Ra realizza anche illustrazioni per numerosi prodotti tra cui le copertine dei DVD delle serie animate a cui ne seguono molte altre per altri cartoni, tra cui Flash Gordon, The Real Ghostbusters e Transfomers.
A partire dal 2008 collabora al design di alcuni giocattoli della linea Masters of the Universe Classics. Scopre così la sua vera vocazione: abbandonato il mondo del fumetto e inizia una collaborazione con la Hasbro che dura tutt’ora, in qualità di toy designer e concept designer, partecipando alla sviluppo e alla progettazione di numerosi prodotti della Hasbro, soprattutto per le linee dei Transformers e Star Wars.

Sempre per la Hasbro collabora allo sviluppo preliminare delle serie animate Transformers Prime e Transformers Robots in Disguise e dei film dei Transformers. Inoltre collabora a numerosi prodotti per la Pop Culture Shock, Mondo, Giochi Preziosi e Super7. Oltre a progettarli, Emiliano colleziona troppi giocattoli ed è presidente della The Power and The Honor Foundation, un organizzazione no-profit che raccoglie e preserva artwork originali dei Masters of the Universe.

NewsBot2

NewsBot2

“Ha-ha! Luigi! Go, green!” Games NewsBot

Aree Tematiche
Animazione Cultura Entertainment Eventi Games News Real Life
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd