Ron Watkins, admin del fu-8-chan, si dedica agli alieni

5 mesi fa

Del genere “piccoli complottisti crescono”: Ron Watkins ha deciso di aprire AlienLeaks, un portale ispirato a WikiLeaks, ma interamente focalizzato sul portare a galla i retroscena occulti che “riguardano la tecnologia, la biologia e le comunicazioni aliene”.

Watkins è perlopiù noto per la sua partecipazione come admin della message board di estrema destra 8-chan, ora defunta, ma anche per il suo presunto ruolo nella genesi di QAnon. Molti suggeriscono infatti vi sia lui dietro al misterioso alias “Q Clearance Patriot”, quello che ha dato il via alla “shitstorm” internettiana che ha poi stravolto il panorama politico a stelle e strisce.

La nuova pagina, nascosta nel dark web, si appoggia su domini che già in passato avevano prestato i loro servizi a 8kun e 8chan e sembrerebbe mirata a rilanciare teorie e fandonie che potrebbero ravvivare quella fiammella d’attenzione di cui si fregia Watkins.

L’uomo avrebbe infatti abbandonato il suo ruolo di admin per perseguire quello di “influencer” spacciandosi per esperto di frodi capace di dimostrare che le elezioni USA del 2020 siano state una bufala. Con un “mercato” dell’attenzione già oberato da simili complottismi, Watkins si sarebbe spostato su temi meno battuti, ma che sono sempre più al centro dell’attenzione pubblica.

Il Pentagono sta infatti calcando duro con la pubblicazione e l‘autenticazione dei video inerenti agli UFO, cosa che ha raggiunto ormai l’immaginario pop, ma che ha anche sollevato le perplessità della Difesa statunitense.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Anthony Fauci è al centro di una shitstorm complottista
Anthony Fauci è al centro di una shitstorm complottista
QAnon ha un nuovo paladino - e un nuovo nemico - in GhostEzra
QAnon ha un nuovo paladino - e un nuovo nemico - in GhostEzra
QAnon, Cina e Russia starebbero buttando benzina sul fuoco
QAnon, Cina e Russia starebbero buttando benzina sul fuoco
Parler ha deciso di seppellire l'ascia di guerra con Amazon (per ora)
Parler ha deciso di seppellire l'ascia di guerra con Amazon (per ora)
Parler è tornato, questa volta capitanato direttamente dal Tea Party
Parler è tornato, questa volta capitanato direttamente dal Tea Party
Amazon scende in campo contro i prodotti legati a QAnon
Amazon scende in campo contro i prodotti legati a QAnon
Sempre più aziende scelgono di boicottare Facebook, ma il social non cede
Sempre più aziende scelgono di boicottare Facebook, ma il social non cede