Villa romana: una meravigliosa scoperta tra i filari della Valpolicella

61
1 anno fa

villa romana

Scoperti splendidi pavimenti di mosaico praticamente intatti di un’antica villa romana nella località di Negrar tra i vitigni della Valpolicella.

Gli appassionati di vino conoscono bene questa zona: dolci colline che ospitano filari che si estendono a perdita d’occhio dove si produce il grandioso Amarone vino corposo e succulento. La zona ha una storia antichissima e già nei primi anni del ‘900 si erano cercati i resti di antichi insediamenti romani ma poi il sito fu abbandonato fino a un anno fa quando gli archeologi hanno ripreso gli scavi. Oggi dopo la pausa forzata del confinamento riaffiorano i pavimenti di un’antica villa romana: mosaici colorati e unici.

Gli archeologi guidati da Gianni de Zuccato nel 2019 hanno ripreso gli scavi in questa zona con trincee tra i filari delle vigne. Grazie a dati già in loro possesso hanno avuto la conferma di dove si trovasse la villa romana e riprendere gli scavi.

 

La scoperta è emozionante: un antico e pregiato pavimento in mosaico e le fondamenta di una villa romana probabilmente del III secolo dopo Cristo.

 

I primi indizi si trovarono già nel 1922 dove gli archeologi dell’epoca individuarono tra i campi le fondamenta di una grande sala rettangolare con un porticato quadrangolare a limitare un cortile interno.

Successivamente negli anni ’70 era seguita un’altra campagna di scavi che non portò a nulla, fino ad oggi.

I tecnici con un carotaggio mirato del suolo oggi stanno parzialmente scoprendo i resti di questa costruzione ancora presenti sotto alcuni metri di terra con l’obiettivo preciso di identificare l’esatta estensionecollocazione.

Il territorio di Negrar famoso per i suoi vigneti è stato abitato fin dalla preistoria, come testimoniano ritrovamenti risalenti al Paleolitico, c’è un acquedotto romano e una tomba rinvenuta nel 1952 che testimonia il passaggio dei Longobardi nella zona.

Negrar ha mantenuto per secoli una posizione predominante nella vallata e grazie alla conformazione del territorio e alla fertilità delle sue terre è stata protagonista nei secoli.

In particolare vista la bellezza della campagna è plausibile che potesse ospitare tante residenze di famiglie romane facoltose.

I mosaici sono bellissimi e colorati e disegnano forma geometriche. La scelta delle forme e dei colori conferma che il sito appartenesse ai proprietari più danarosi e potenti.

La scoperta è sensazionale tanto da essere anche stata ripresa dalla BBC.

 

 

 

 

ISS, due astronauti hanno completato una passeggiata nello Spazio durata sei ore
ISS, due astronauti hanno completato una passeggiata nello Spazio durata sei ore
Solstizio d'estate 2021: una vera e propria rinascita
Solstizio d'estate 2021: una vera e propria rinascita
Telescopio Hubble, il payload computer ha smesso di funzionare: è stato costruito negli anni '80
Telescopio Hubble, il payload computer ha smesso di funzionare: è stato costruito negli anni '80
"Rallentare l'invecchiamento è impossibile", la tesi di uno studio dell'Università di Oxford
"Rallentare l'invecchiamento è impossibile", la tesi di uno studio dell'Università di Oxford
Calabrone Gigante Asiatico: un esemplare trovato negli Stati Uniti preoccupa gli entomologi
Calabrone Gigante Asiatico: un esemplare trovato negli Stati Uniti preoccupa gli entomologi
Archeologia: un uovo intatto... di mille anni fa! #InPochiMinuti
Archeologia: un uovo intatto... di mille anni fa! #InPochiMinuti
Social: i contenuti tossici si diffondono come virus
Social: i contenuti tossici si diffondono come virus