Elon Musk lancia Neuralink per collegare cervello e I.A.

6 anni fa

Dopo Tesla e SpaceX, Elon Musk fonda Neuralink, una nuova azienda che studierà come coniugare il cervello umano con l’intelligenza artificiale.

Musk ha lasciato intendere l’esistenza di Neuralink un paio di volte nel corso degli ultimi sei mesi. L’azienda, che è ancora nelle prime fasi di esistenza e non è presente pubblicamente da nessuna parte, è incentrata sulla creazione di dispositivi che possono essere impiantati nel cervello umano, con l’eventuale scopo di aiutare gli esseri umani a “fondersi” con i software e e stare al passo con i progressi fatti in intelligenza artificiale.

Questi impianti porterebbero l’essere umano a non rimanere mai indietro rispetto alle intelligenze artificiali, a migliorare la memoria o consentire l’interfacciamento più diretto con i dispositivi informatici.

Recentemente, Musk ha dichiarato a Dubai:

Nel tempo penso che ci sarà possibilità di vedere una fusione tra intelligenza biologica e intelligenza digitale. il problema maggiore è sulla larghezza di banda, la velocità della connessione tra il cervello e il versione digitale di te stesso, soprattutto in uscita.

 

Questi tipi di interfacce cervello-computer , nella attuale medicina sono utilizzati per migliorare gli effetti del morbo di Parkinson, l’epilessia, e altre malattie neuro degenerative.

Questi tipi di interfacce cervello-computer , nella attuale medicina sono utilizzati per migliorare gli effetti del morbo di Parkinson, l’epilessia, e altre malattie neuro degenerative. Tuttavia, poche persone al mondo hanno impianti complessi posizionati all’interno dei loro crani, mentre il numero di pazienti con semplici dispositivi stimolanti solo decine di migliaia. Questo perché è incredibilmente pericoloso e invasivo operare sul cervello umano, e solo i pazienti che hanno esaurito ogni altra opzione scelgono di sottoporsi a tale intervento chirurgico come ultima risorsa.

Gli ostacoli nello sviluppo di questo tipo di tecnologie sono moltissimi. I ricercatori neuroscientifici dicono che abbiamo una comprensione molto limitata su come i neuroni nel cervello umano comunicano, ed i nostri metodi per la raccolta dei sono ancora rudimentale. Poi c’è il problema della carenza di volontari disposti ad avere chip elettronici posti all’interno delle proprie teste.

 

La NASA e SpaceX vogliono estendere la vita del telescopio spaziale Hubble
La NASA e SpaceX vogliono estendere la vita del telescopio spaziale Hubble
Starlink: altri 51 satelliti lanciati in orbita
Starlink: altri 51 satelliti lanciati in orbita
SpaceX Crew Dragon, un contadino australiano ha trovato dei pezzi di una navicella nella sua fattoria
SpaceX Crew Dragon, un contadino australiano ha trovato dei pezzi di una navicella nella sua fattoria
SpaceX: tutto pronto per il test dei motori, il colossale Super Heavy in viaggio verso la piattaforma
SpaceX: tutto pronto per il test dei motori, il colossale Super Heavy in viaggio verso la piattaforma
SpaceX è vicina al primo test della Starship, FAA ha completato la valutazione ambientale
SpaceX è vicina al primo test della Starship, FAA ha completato la valutazione ambientale
Elon Musk: "un biglietto per Marte costerà 100mila dollari". E poi l'inciampo: "praticamente alla portata di tutti"
Elon Musk: "un biglietto per Marte costerà 100mila dollari". E poi l'inciampo: "praticamente alla portata di tutti"
Una tempesta geomagnetica ha distrutto 40 satelliti di Starlink
Una tempesta geomagnetica ha distrutto 40 satelliti di Starlink

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.