Wanderers di Erik Wernquist, doppiato in italiano

6 anni fa

Super Science Friends

Come potrebbe essere la vita nei corpi celesti del nostro Sistema Solare?

A questa domanda ha provato a rispondere il regista Erik Wernquist, avvalendosi delle emozionanti parole dell’astronomo e divulgatore scientifico Carl Sagan, tratte dal suo libro “Il pallido puntino azzurro”. Il titolo del saggio è riferito a come apparve la Terra alla sonda Voyager quando la fotografò dai confini del Sistema Solare.

 

 

Preparatevi a tre minuti di immagini mozzafiato: rielaborazioni digitali di luoghi reali del nostro Sistema Solare, basate su foto e dati di NASA, ESA e altri enti per lo spazio. Wanderers – Erranti è la visione del regista Erik Wernquist sull’espansione dell’umanità nei corpi celesti a noi vicini, fondata su vere idee scientifiche di come il nostro futuro nello spazio potrebbe apparire, se e quando ci riusciremo.

Le parole di Sagan sono doppiate in italiano, per rendere ancora più coinvolgente l’esperienza visiva, dal gruppo no-profit Lucky7 (che forse già conoscete per Super Science Friends e The Gamers: Dorkness Rising).

Godetevi la visione, e poi fateci sapere, attraverso i commenti, se siete riusciti a riconoscere tutte le “location” presenti nel corto! Qualche esempio? La Grande Macchia Rossa di Giove, la Scogliera Capo Verde di Marte, o Giapeto, la terza luna di Saturno!

La luna distrutta di Saturno e i nuovi anelli
La luna distrutta di Saturno e i nuovi anelli
Marte: si può stampare in 3D con i minerali e i metalli marziani
Marte: si può stampare in 3D con i minerali e i metalli marziani
Piogge di diamanti: non sono esclusiva dei pianeti giganti ghiacciati
Piogge di diamanti: non sono esclusiva dei pianeti giganti ghiacciati
Urano e Nettuno: così simili, così diversi
Urano e Nettuno: così simili, così diversi
Perseverance può produrre ossigeno su Marte
Perseverance può produrre ossigeno su Marte
Le nane brune hanno nuvole di sabbia
Le nane brune hanno nuvole di sabbia
Saturno: il cambio di stagione catturato da Hubble
Saturno: il cambio di stagione catturato da Hubble