Usa: la Marijuana vende più dei Girl Scout Cookies

5 anni fa

marijuana

Era facile pensare che la legalizzazione della marijuana, seppure non in tutti gli stati, avrebbe rappresentato un solido modello di business, ma quali sono i dati reali di questo mercato?

investimenti per una cifra di 44 miliardi di dollari entro il 2020

Tanto per snocciolare alcuni dati, è previsto che i fornitori porteranno gli investimenti alla cifra di 44 miliardi di dollari entro il 2020, anno entro cui è previsto che la vendita di marijuana raggiunga il doppio del quantitativo attuale. Il beneficio è però anche dei rivenditori “periferici” e delle attività che gli stanno intorno.

È stato infatti calcolato che per ogni dollaro speso in marijuana la comunità nel suo complesso arrivi a guadagnarne fino a 3.

 

marijuana

 

Legale in 20 stati (oltre a Washington D.C.) nel 2015 gli introiti del mercato della marijuana, venduta a scopo terapeutico e ricreativo, si sono attestati intorno ai 3 miliardi di dollari, ben più dei 776 milioni ricavati dalla vendita porta a porta dei Girl Scout Cookies, ma comunque non ancora all’altezza della vera grande passione degli americani, ovvero gli snack, il cui ricavato è stato di ben 4,9 miliardi.

 

Coronavirus, il Texas da il via alle riaperture e dice addio alle mascherine
Coronavirus, il Texas da il via alle riaperture e dice addio alle mascherine
USA, la Commissione di sicurezza vuole a ogni costo i killer robot
USA, la Commissione di sicurezza vuole a ogni costo i killer robot
USA: anche Joe Biden vuole mettere le mani su Julian Assange
USA: anche Joe Biden vuole mettere le mani su Julian Assange
Non tutti quelli colpiti dal caso SolarWinds erano clienti dell'azienda
Non tutti quelli colpiti dal caso SolarWinds erano clienti dell'azienda
La Space Force ha fatto un video per cercare nuove reclute
La Space Force ha fatto un video per cercare nuove reclute
UFO, il Pentagono pubblica i video secretati
UFO, il Pentagono pubblica i video secretati
Net Neutrality: un primo stato negli USA si schiera a favore
Net Neutrality: un primo stato negli USA si schiera a favore