Top 10 Film 2015 #LegaNerd

TOP10_FILM

L’anno è ormai agli sgoccioli ed è, quindi, giunto il momento di tirare un po’ le somme per questi dodici mesi cinematografici. È stato un anno sicuramente ricco di sorprese, visto che ultimamente il cinema ha un po’ perso la sua passata freschezza e originalità, vertendo sempre di più su pellicole che puntano a trasposizioni, remake, sequel, spin-off e sempre meno originalità.

Il panorama è assai ghiotto e se ne ha un po’ per tutti i generi e gusti, soprattutto per l’anno prossimo che si appressa ad essere un anno cinematografico davvero intento. Giusto per fare qualche nome? Quentin Tarantino con il suo nuovo pulp movie in salsa revenge con The Hateful Eight; l’ex vincitore degli oscar 2015 Alejandro Iñárritu con The Revenant; la trasposizione del classico di Antoine de Saint-Exupéry Il Piccolo Principe e gli immancabili cinecomics tanto attesi dagli X-Men: Apocalypse a Suicide Squad.

Ma andiamo a vedere quelli che sono stati i grandi successi, per critica, pubblico, incasso e premiazione usciti in questo 2015 nelle sale italiane. L’ordine è stabilito non per preferenza, merito o bellezza, ma bensì per uscita italiana, così non piange nessuno (forse).

 

 

 

Birdman

Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza), di Alejandro Gonzáles Iñárritu con Michael Keaton, Edward Norton, Emma Stone e Naomi Watson. Il film ha aperto la 71. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, ed è stato vincitore degli Oscar 2015 come miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura e fotografia, e dei Golden Globes 2015 come miglior attore per Keaton e miglior sceneggiatura. Una pellicola visionaria e tecnicamente girata magistralmente, dando l’illusione di un unico enorme piano sequenza. Meta cinema e meta teatro, incentrati sul conflitto interiore dell’umanità. Un film che di certo, per la politica solita degli Oscar, non ci si aspettava di vederlo vincitore.

 

 

 

 

Whiplash

Whiplash di Damien Chazelle con Miles Teller e J. K. Simmons, pellicola che sfida i limiti della natura umana, offrendo un’esperienza a 360° nel suo predominante elemento musicale. Film d’apertura del Sundance Film Festival 2014, vincendo il Gran Premio della Giuria,  è il vincitore dei premi Oscar 2015 come miglior attore non protagonista per Simmons, miglior montaggio e miglior sonoro, e di un Golden Globe come miglior attore non protagonista sempre per Simmons. Protagonista per nomination e premi anche ai British Academy Film Awards e Satellite Awards.

 

 

 

 

Mad Max: Fury Road

Mad Max: Fury Road di George Miller con Tom Hardy e Charlize Theron, rivisitazione del’omonima saga anni ’80 con Mel Gibson. Presentato Fuori Concorso al Festival di Cannes 2015, il futuro dispotico post apocalittico guadagna ben 375,836,354 di dollari e un successo della critica e del pubblico quasi inaspettato, diventando uno dei film più acclamati degli ultimi anni e definito, sempre dalla critica, come uno tra i migliori film d’azione di sempre. In corsa agli Oscar 2016, per ora, nella categoria migliori effetti speciali.

 

 

 

 

Inside Out

Inside Out di Peter Docter, ultima fatica Pixar Animation Studios distribuito dalla Walt Disney Pictures, che ha visto coinvolti dal reparto d’animazione a una squadra di veri specialisti e psicanalisti. Il film, presentato al Festival di Cannes 2015, è in corsa come miglior film d’animazione ai prossimi Golden Globes 2016 e potrei trovarsi nella fortuna cinquina della corsa agli Oscar 2016. L’emozioni di Inside Out hanno guadagnato ben 851, 633, 930 di dollari, riscuotendo un successo enorme sia dalla critica che dal pubblico, venendo immediatamente indicato come il miglior lungometraggio della Pixar subito dopo Toy Story.

 

 

 

 

Black Mass

Black Mass di Scott Cooper con Johnny Depp, Joel Edgerton, Benedict Cumberbatch e Kevin Bacon. Presentato Fuori Concorso alla 72. Mostra  Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia, ha ricevuto diverse nomination, tra cui ben tre ai prossimi Satellite Awards. Ispirato alla storia vera di James Whitey Bulger, Black Mass segna un ritorno in vecchio stile di Johnny Depp, il quale conquista numerose nominations.

 

 

 

 

The Martian

The Martian di Ridley Scott con Matt Damon basato sul romanzo L’uomo di Marte di Andy Weir. In corsa per ben tre categorie ai Golden Globes 2016, tra cui miglior film, ha ottenuto nove nomination per i prossimi Satellite Awards ed è vincitore di cinque National Board of Review Awards, grazie all’enorme successo riscosso dalla critica internazionale. Anche lui in corsa per l’unica categoria di lungometraggi uscita per gli Oscar 2016, migliori effetti speciali. Il film ha incassato 545,749,761 di dollari.

 

 

 

 

The Lobster

The Lobster di Yorgon Lanthimos con Colin Farell. Presentato al Festival di Cannes 2015, ha vinto il Gran Premio della Giuria. Ambientato in un futuro dispotico, The Lobster è una pellicola che ha incantato la critica di tutto il mondo, toccando per l’aggressiva delicatezza con la quale porta avanti il tema dall’inizio alla fine. Vincitore come miglior sceneggiatura e costumi al European Film Awards, ha ottenuto ben nove nomination ai British Independent Film Awards 2015.

 

 

 

 

Freeheld

Freeheld di Peter Sollett con il Premio Oscar Julianne Moore e Ellen Page. Trasposizione dell’omonimo documentario vincitore di un Oscar nel 2008 nella sua categoria sulla sconvolgente storia giuridica di due donne omosessuali al limite tra la vita e la morte. Presentato al Toronto Film Festival 2015, è tra le pellicole che potrebbe rientrare facilmente nella fortuna cinquina degli Oscar 2016, nonché portare la Moore al suo secondo Oscar. Vincitore come miglior film al Festival Internazionale del cinema di San Sebastián, dove due anni fa la tematica omosessuale venne premia ancora una volta con Dallas Buyers Club.

 

 

 

 

Irrational Man

Irrational Man di Woody Allen con Joaquin Phoenix e Emma Stone. Un ritorno in grande stile del regista, sceneggiatore e attore Americano, in bilico tra la prima e seconda fase del suo cinema. Politicamente scorretto e irriverente, è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2015.

 

 

 

 

Star Wars: The Force Awakens

Star Wars: The Force Awakens di J.J. Abrams con Harrison Ford, Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong’o e Andy Serkis, è il film evento, nonché attesissimo settimo capitolo della saga più amata e seguita al mondo, che chiude in gran bellezza questa stagione 2015. La pellicola ha già incassato oltre 517 milioni di dollari nel suo primo weekend, superando Jurassic World e The Avengers, conquistando così il primo posto nella classifica dei film più visti di tutti i tempi nel weekend di apertura. È ritenuto il più grande evento mondiale da distribuzione a promozione, andata avanti per oltre due anni. Ci aspettiamo qualche Oscar per J.J., per ora possiamo accontentarci della nomination peri migliori effetti speciali.

 

Gabriella Giliberti

Gabriella Giliberti a.k.a. Gabriella Giliberti

Critico cinematografico, entertainment editor e video editor. Cinefila e bookaholic incallita. Ossessionata dalle serie tv. Nerd inside. Lunatica e ossessionata dai gatti. Ha fatto delle sue passioni un mestiere. Laureata in cinema e due diplomi di Alta Formazione in sceneggiatura. Collabora come giornalista video e critico cinematografico anche per Cinecittà Luce Video Magazine e Movieplayer.it. Video editor per Multiplayer.it e vlogger per Rai Gulp. Ha collaborato con Cinematographe, Vertigo 24 e Nucleo Artzine.
Aree Tematiche
Cinema Entertainment Lega Nerd
Tag
giovedì 31 dicembre 2015 - 9:04
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd