Addio al padre putativo del fumetto seriale italiano
3

E’ morto a Monza questa mattina, 26 settembre 2011, all’età di 79 anni, Sergio Bonelli, dopo una breve ma intensa malattia, come riporta il sito ufficiale (qui, per quando sarà ripristinata la homepage ufficiale del sito).

Probabilmente molti, se non tutti gli iscritti a questo simpatico sito, sapranno più o meno approfonditamente chi era e cosa ha fatto questo personaggio per il fumetto italiano. Egli, grazie all’apporto del padre Gian Luigi Bonelli (direttore editoriale, sceneggiatore e creatore di tanti personaggi, tra cui il famosissimo Tex Willer) e all’assistenza della madre Tea (alla guida negli anni successivi al secondo conflitto mondiale), trasformò la casa editrice Audace/Cepim in quella che oggi è chiamata Sergio Bonelli Editore.

Dai primi fumetti di avventura, specialmente western e militari, lo spettro delle tematiche trattate dai fumetti da lui distribuiti si allargò a temi di ampio respiro, sino a creare pubblicazioni ambientate nella giungla, polizieschi, storie di mistero e fantasia contemporanee e oniriche ed horror, in tentativi poche volte non riusciti, ma che affermarono una certa economia e visione del fumetto seriale che ha cresciuto tantissimi appassionati d’Italia, toccando anche i mercati d’Oltralpe e d’Oltreoceano.

Merchandising, collaborazioni importanti (Munoz, Kubert, Magnus, tra i tanti) e storie a tratti surreali e sperimentali (si pensi alle sceneggiature scritte a quattro mani da Francesco Guccini e Bonvi, disegnate da Giorgio Cavazzano), non devono far dimenticare il fatto che lui stesso è stato il pregevole creatore di due personaggi come Zagor-te-nay e Mister No, e autore per lo stesso Tex, sebbene con lo pseudonimo di Guido Nolitta, assunto nel 1958 per la sua prima storia e, da allora, a lungo mantenuto nei suoi lavori.

Spesso, inoltre, non ha mancato di sottolineare la matrice della maggior parte delle sue ispirazioni, il Brasile, precisamente l'Amazzonia, terra che visitò personalmente ed in cui ha ambientato proprio le storie del suo Mister No.

Ciao Sergio, e grazie per gli anni di racconti che ci hai permesso di leggere e che ancora ci accompagneranno!

N.d.A: ammetto che, dopo mesi di “assenza scrittoria”, mi sarebbe piaciuto rientrare per scrivere un altro tipo articolo, ma non si poteva non parlare di questo

Fonti:
SkyTG24
Corriere della Sera.it
Repubblica.it
Wikipedia.it su Sergio Bonelli

Mostra Approfondimento ∨

Ho una testa (vuota ma c'e'), due braccia e due gambe, un profilo addominale "rotondo" e un bel paio di occhiali in titanio elastico. Cosa voler di piu' dalla vita? Tanta nerdosità :-D
Aree Tematiche
Attualità Fumetti Illustrazione
Tag
lunedì 26 settembre 2011 - 23:02
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd