Chitarra laser #LegaNerd

Chi ha provato a collegare una chitarra ad un sistema di registrazione MIDI sul computer sa che bisogna superare una piccola difficoltà tecnica, dovuta ad un leggero ritardo con cui la corda raggiunge la frequenza corretta dopo essere stata pizzicata. Questo ritardo crea distorsioni e problemi sul segnale e si conta che allo stato attuale della tecnologia il sistema più veloce oggi disponibile introduce comunque una latenza di ben 12 ms, con eventuali picchi indesiderati. L’azienda tedesca M3i Technologies sembra aver risolto il problema con un’intelligente utilizzo della tecnologia laser.

Il sistema Laser Pitch Detection Pickup (LPDP) si basa su un fascio laser che illumina tutta la lunghezza delle corde, dal ponte alla tastiera. Oltre ai diodi di emissione, vi sono anche dei fotoricevitori sensibili al laser.

Ogni volta che il dito sfiora la corda lungo la tastiera, per accorciarla e quindi per generare quella nota, il raggio varia la propria lunghezza. Tale variazione è captata dai fotoricevitori e il sistema è in grado di calcolare l’altezza esatta di dove stia poggiando il dito e quindi la nota che si vorrà riprodurre, pizzicando quella determinata coda.
Insomma, il sistema calcola la lunghezza della nota e quindi la frequenza corretta.
Con questa tecnologia si riesce ad ottenere una latenza di riconoscimento inferiore al millisecondo.

Non sono un chitarrista, anzi i miei molti infortuni cestistici alle mani mi impediscono di tenere degnamente un LA per più di un paio di secondi, ma l’idea di avere una chitarra attaccata al PC per strimpellare mi ha sempre stuzzicato, soprattutto da quando la Behringer ha iniziato a distribuire le varie iAXE.

La M3i sposta l’asticella della sfida verso l’alto con questo nuovo prototipo (in commercio nel 2012) che sfrutta la tecnologia laser per abbattere latenze mantenendo al minimo i consumi, aprendo la strada ad un modello a batteria.

Le chitarre sono inoltre dotate di interfaccia Bluetooth (tutto è meglio con il Bluetooth) per poter essere collegato a PC e smartphone.

Negli anni ’70-’80 andavano un sacco i falò in spiaggia con chitarra classica; il nuovo millennio vedrà una nuova generazione di rocker mobili con l’iPhone come ampli?

Via Punto Informatico

Alessio Marinelli a.k.a. Defkon1

Software developer, appassionato di tutto ciò che è possibile smontare e rimontare in modo differente, ma anche di cinema, fumetti e cucina.
Aree Tematiche
Musica Tecnologie
Tag
lunedì 1 agosto 2011 - 12:31
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd