Fix Linux Kernel Power

10 anni fa

Con l’aggiornamento delle principali distro Linux all’ultimo ramo del kernel 2.6.38* c’è stato un sostanziale regresso nelle prestazioni energetiche, riscontrato sopratutto nei dispositivi portatili quali netbook, laptop e altri sistemi embedded, ma incide anche sul consumo energetico di pc e server.

Questo bug causa un maggior consumo della batteria/corrente che si aggira dal 15% al 40% nei casi più estremi, un problema abbastanza noioso che ha fatto sorgere molte critiche.

Il bug non sembra essere risolto al momento, ma è spuntato su Phoronix un workaround molto semplice per fixarlo momentaneamente.

Controllate se il vostro sistema supporta aspm

dmesg|grep -i aspm

Il risultato dovrebbe essere simile a questo

[ 0.216012] pci 0000:01:00.0: disabling ASPM on pre-1.1 PCIe device. You can enable it with ’pcie_aspm=force’

Per chi ha gnome

gksu gedit /etc/default/grub

Per chi ha kde

kdesuso kate /etc/default/grub

Cercate

GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT=”quiet splash”

Adesso basta aggiungere “pcie_aspm=force” alla fine, quindi modificate così

GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT=”quiet splash pcie_aspm=force”

Assicuratevi di non aver toccato nient’altro e di aver scritto tutto bene altrimenti l’ OS potrebbe non partire.

Salvate e aggiornarte GRUB2

sudo update-grub

E quindi riavviate il sistema.

Il consumo della batteria, come si vede dal grafico, diminuisce sostanzialmente tornando praticamente alle prestazioni dei vecchi kernel.

Per maggiori info vi rimando sul sito di Phoronix

Cyberpunk 2077, una falla del sistema rende pericoloso usare mod
Cyberpunk 2077, una falla del sistema rende pericoloso usare mod
Intel mette una taglia sui bug
Intel mette una taglia sui bug
Instagram hackerato da un bambino di 10 anni
Instagram hackerato da un bambino di 10 anni
Shellshock - BashBug: quello che dovete sapere
Shellshock - BashBug: quello che dovete sapere
HeartBleed: quello che dovete sapere
HeartBleed: quello che dovete sapere
Vulnerabilità di MyFastPage
Vulnerabilità di MyFastPage
Microsoft e i possibili coding exploits su Windows XP, 2003 Server, Vista e 2008 Server
Microsoft e i possibili coding exploits su Windows XP, 2003 Server, Vista e 2008 Server