Phil McDarby – Imaginary

11 anni fa

Phil McDarby, navigando nei miei feed ho trovato per caso qualche lavoro di questo eccellente artista, e ne sono rimasto affascinato. Tanto affascinato che non ho potuto fare a meno di approfondire la conoscenza delle opere di questo personaggio.

Sono rimasto decisamente a bocca aperta quando ho visto tutte le sue opere, fotografiche e di editing fotografico. Il realismo che è riuscito a dare ad alcune opere mi ha messo seri dubbi sull’esistenza di alcune creature.

Nasce infatti come disegnatore professionista di creature e mondi immaginari, e nell’ormai lontano 1998 comincia a spostarsi dal disegno tradizionale a quello digitale. Nella gallery potete vedere l’evoluzione di questo artista nella realizzazione di opere sempre più definite e realistiche.
I programmi da lui usati spaziano dal più classico PhotoShop, ai più avanzati Maya 3D, Bryce, e 3D Studio Max. Infine fonde le sue creazioni immaginarie con le sue stesse (strabilianti) fotografie grazie all’uso di zBrush, ottenendo risultati che fanno sanguinare gli occhi per il realismo.

Godeteveli tutti, anche quelli meno definiti sono il segno che la strada per ottenere questi risultati è davvero lunga e difficile.

Via InspireFirst
Phil McDarby

Kiddie Arts: da disegni d'infanzia ad opere digitali
Kiddie Arts: da disegni d'infanzia ad opere digitali
Reinterpretare il quotidiano, ecco la fantasiosa gallery di Kristián Mensa
Reinterpretare il quotidiano, ecco la fantasiosa gallery di Kristián Mensa
Miyazaki Spirit, la mostra d'arte dedicata allo Studio Ghibli
Miyazaki Spirit, la mostra d'arte dedicata allo Studio Ghibli
L'arte drogata di Pixel-Pusha
L'arte drogata di Pixel-Pusha
In a backyard far, far away
In a backyard far, far away
The Chicken Broccoli Show
The Chicken Broccoli Show
Le Devisement Du Monde: I viaggi e le avventure di Marco Polo
Le Devisement Du Monde: I viaggi e le avventure di Marco Polo