Borderlands, powered by Dj Champion

Intanto buona pasqua a tutti, agli agnostici, ai buddisti, e anche agli adoratori dell’invisibile unicorno rosa.

Approfitto del tempo regalatomi da questa festività per pubblicare un bazinga della nostra nuova nerdonzella TheBlondiest, in cui potete leggere una breve ma simpatica recensione di Borderlands, un gioco a cui non ho mai giocato, ma che dopo aver letto questa recensione mi viene è venuta voglia di provare.

Borderlands… Ve lo ricordate?
Un po’ datato ormai è un videogioco sviluppato dalla compagnia Gearbox Software per PS3, Xbox360, Win e Mac. E’ un FPS con alcuni elementi di RPG, ambientato su un pianeta di nome Pandora in un futuro fantastico con un che di post-apocalittico. Pandora è completamente desertico: solo canyon, paludi, discariche e zone salmastre ma si mormora che su questo pianeta dimenticato e alla mercé di multinazionali assetate di guadagno e mercenari senza scrupoli esista La Cripta: una specie di bunker alieno che si dice contenga una preziosa tecnologia e segreti dal valore inestimabile.
Ovviamente nessuno sa come accedere alla cripta e qui entrate in gioco voi.

La prima cosa che mi ha ispirato del trailer di Borderlands è stata l’ambientazione pseudo Cowboy beBop. Altra cosa che mi ha entusiasmato è stata la colonna sonora dello stesso:

L’autore è Dj Champion (il brano è “No heaven”) aka Maxime Morin classe 1969, è un musicista compositore canadese. Dalle informazioni che ho trovato su di lui risulta ufficialmente classificato nel genere: musica elettronica.
Maxime ha iniziato a suonare la chitarra da giovanissimo prediligendo l’heavy metal. A 25 anni però si sposta sulla techno e qui comincia la sua evoluzione verso il genere elettronico frutto di sperimentazioni sul programma Ableton Live (perfetto arabo per me ma che magari qualcuno di voi smanettoni usa o conosce). Quando si esibisce dal vivo Dj Champion è accompagnato da un gruppo di quattro chitarristi, un bassista e un cantante mentre lui gestisce il gruppo dal suo laptop.
Personalmente ho ascoltato i suoi 3 album (Chill’em All, The remix Album, Resistance) e debbo dire che mi sono piaciuti, alcuni brani sono un ascolto molto rilassante altri invece non riescono a farvi tenere fermo il piedino.
Borderlands non ha una splendida colonna sonora solo nel trailer, anche nell’intro le note di Ain’t no rest for the wicked dei Cage the Elephant sembrano veramente azzeccate.

A prescindere da quello che sceglierete di essere: sirena, soldato, cacciatore o berserk Borderlands sarà molto più divertente se giocato in co-op (fino ad un massimo di 4). La storia è ricca di ironici doppi sensi e battutine dei personaggi che garantiscono il sorrisetto di chi gioca. Insomma il mio voto è 8.

Note negative: la campagna è lunga se decidete di aggiungervi anche le espansioni per raggiungere il livello massimo, quindi decidete da subito che personaggio crescere fino alla fine. Il gameplay specialmente se giocato da soli può risultare ripetitivo a lungo andare per questo consiglio di essere più di uno per velocizzare i tempi e farsi due risate insieme.

Note positive: ambientazioni fumettose splendide e colonna sonora azzeccatissima. Dozzilioni di armi, espansioni divertenti con potenziamenti e novità.

Ed ora mi disegno un mirino rosso in fronte, mi bendo, sigaretta. Prego.

Bazinga di TheBlondiest
Articolo :ln: su Dj Champion
Website ufficiale di Borderlands
Wikipedia su Dj Champion
Wikipedia su Borderlands
Wikipedia su TheBlondiest

Aree Tematiche
Musica Recensioni Videogames Windows
Tag
domenica 24 aprile 2011 - 23:04
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd