Motori di ricerca religiosamente corretti

11 anni fa

Il sito USA della National Public Radio ha pubblicato un articolo sul crescente numero di motori di ricerca tagliati su misura per il credo religioso dei naviganti, e che impediscono di raggiungere siti che potrebbero presentare loro opinioni differenti. Il pezzo segnala, tra gli altri, anche SeekFind, un motore di ricerca cristiano che elenca solo risultati “coerenti con la Bibbia”. Per esempio, chi cercasse “gay marriage” troverebbe solo siti che contestano il matrimonio omosessuale, mentre cercando “Democratic Party” il primo risultato è un sito sul marxismo. Altri motori citati sono Jewogle, che indicizza solo pagine ‘ebraicamente’ orientate, e I’mHalal, musulmano ma fondato in Olanda.

A parer mio leggere solo opinioni con le quali si è sempre d’accordo dev’essere di una noia mortale… ma in effetti le religioni non sono mai state aperte al dialogo, non vedo perchè dovrebbero cambiare costumi quando si parla di ricerche sul web.

Se volete sbizzarrirvi e metterlo alla prova: http://seekfind.org/

Trovato qui e qui

Ecco a voi: Summon it!
Ecco a voi: Summon it!
Blurum: premiati per fare ricerche
Blurum: premiati per fare ricerche
L'Autorità Giudiziaria Italiana inibisce Btjunkie
L'Autorità Giudiziaria Italiana inibisce Btjunkie
Summon It! - Update
Summon It! - Update
Arte.it
Arte.it
Blekko: how to slash the web
Blekko: how to slash the web
The History of Search
The History of Search