Advertisement”>
	



<div id=
ajax-loader
14 Avatar di NomeRichiesto NomeRichiesto
5
Tempo di Lettura in Minuti

L'Orbo di Steorn: invenzione del secolo o bufala?

Cosa è Steorn? Steorn è un azienda nata in Irlanda nel 2000. Inizialmente il suo business era legato alla produzione e gestione di siti di e-commerce.

Nel 2006 l’azienda è diventata famosa, dopo aver comprato una pagina di pubblicità sulla rivista The Economist comunicando di aver sviluppato una tecnologia per la produzione di energia con efficienza superiore all’unità, in evidente contrasto con le leggi della termodinamica.

L’azienda fece sapere che 8 scienziati indipendenti avevano verificato il corretto funzionamento del dispositivo, ma non volevano esporsi in pubblico per evitare controversie. Inoltre era stato mutuamente firmato un accordo di non divulgazione, che impediva all’azienda di pubblicarne i nomi e a loro di pubblicare i risultati.

Tra Ottobre 2005 e la fine del 2006, Steon riuscì ad ottenere più di 8 milioni di euro di finanziamenti da molti partner, che hanno creduto nel prodotto diventando così loro azionisti.
In seguito l’azienda affermò di non essere interessata a ricevere altri finanziamenti fino a che non avesse indubitabilmente dimostrato che l’invenzione funzionava.

 

 

Cosa è l’Orbo?

Il 9 febbraio 2007, Steorn comunica che la loro tecnologia sarebbe stata diffusa con il marchio “Orbo“.

Si tratterebbe, a quanto dichiarato, di un motore elettromagnetico che permetterebbe di generare un quantitativo di energia maggiore di quella consumata.

A seguito delle innumerevoli perplessità sollevate dalla comunità scientifica mondiale, vengono selezionati 12 scienziati che si sarebbero occupati di eseguire dei test rigorosi. Questi scienziati sarebbero stati legati da un accordo di non divulgazione (anche in questo caso non era possibile conoscere i loro nomi), ma i loro test sarebbero stati vagliati da una commissione indipendente di 22 scienziati presieduta dal professore della cattedra universitaria di Ingegneria Elettronica di Alberta.

Nel frattempo, viene schedulata per il 4 Luglio 2007 una dimostrazione pubblica dell’Orbo. Si terrà nel museo Kinetica di Londra, e verrà trasmessa in streaming mondiale.

 

 

La dimostrazione pubblica del 4 Luglio 2007

In breve: non c’è stata.

La demo del 4 Luglio è stata rimandata 3 volte nell’arco della giornata, poi posposta al 5. Il 5 Luglio una telecamera inquadrava l’apparecchio, che però non funzionava. Il 6 Luglio, il CEO di Steorn ha dichiarato che la dimostrazione non avrebbe potuto aver luogo, perché il calore dell’illuminazione aveva deformato il delicato apparecchio aumentandone l’attrito a tal punto da renderlo inservibile.

Tutti si sono chiesti perché nessuno abbia pensato di spegnere le luci e farsi mandare un altro apparato da Dublino, o perchè non abbiano semplicemente effettuato la dimostrazione dalla sede centrale, dove si suppone che le luci non dessero problemi.

Il 7 luglio quindi, in una ulteriore conferenza stampa, Sean McCarthy (il CEO di Steorn) ha dichiarato che probabilmente non era colpa delle luci, ma di una causa al momento sconosciuta. Il prodotto, a suo dire, aveva funzionato per 4 ore, smettendo di girare però una volta spostato nella sala della dimostrazione.

L’intera conferenza stampa è riassumibile nella frase detta dallo stesso McCarthy: “Ci siamo incasinati

 

 

Come è finita?

Nel Giugno del 2009, la commissione indipendente dei 22 scienziati giunge finalmente ad una conclusione: Il verdetto unanime è che i tentativi di Steorn non sono riusciti a dimostrare una effettiva produzione di energia. La commissione viene quindi sciolta.

Malgrado questo, Steorn organizza una nuova dimostrazione di una versione migliorata del suo prodotto, che si tiene dal 15 Dicembre 2009 alla metà di Febbraio 2010. La dimostrazione viene trasmessa in streaming dal sito di Steorn, e mostra l’Orbo in azione, collegato ad una batteria ricaricabile.

L’azienda dichiara che l’apparecchiatura produce più energia di quella consumata, ricaricando così la batteria.
Non è però stato permesso a nessun operatore indipendente di esaminare la macchina per effettuare i necessari riscontri, e neppure sono stati dati dettagli circa la tecnologia in uso.

Il primo Aprile 2010 Steorn ha annunciato l’apertura di una comunità di sviluppatori online della sua tecnologia chiamata: “Steorn Knowledge Development Base“, con accesso a pagamento.
Sean McCarthy, interpellato, ha dichiarato di aspettarsi che almeno 5.000 persone paghino i 419 euro di licenza necessari, entro la fine del 2010.

Ovvero: non è ancora finita.

 

 

Conclusioni e note tecniche

A detta di molti, il motore di Steorn è molto simile ad un normale motore brushless.

Il motivo per cui la comunità scientifica ha immediatamente pensato ad una bufala, è che L’Orbo ricade nella casistica delle macchine a moto perpetuo, violando così il primo principio della termodinamica, quello della conservazione di energia.

A tutt’oggi non risulta nessuna applicazione commerciale, nè alcun progetto per la creazione di applicazioni commerciali, che parta da questa tecnologia.

Alla dimostrazione fallita del 2007, furono invitati appositamente degli osservatori esterni. Uno di essi emise al termine il seguente commento lapidario:

Le mie conclusioni, dopo aver assistito a tutto questo, sono che Steorn non è una bufala o una truffa. E’ una illusione.
Il motivo per cui sembra tutto surreale, è che è effettivamente surreale. Noi siamo la parte reale dell’immaginazione di qualcun altro

Per contro, Sean McCarthy, il “qualcun altro” che ha creduto nel progetto durante gli ultimi 5 anni, pare essere sinceramente convinto che la sua tecnologia funzioni.

A questo punto avete tutte le informazioni e tocca a voi rispondere: invenzione del secolo o bufala?

Link:
Il lemma di Steorn su Wikipedia.
Tutta la vicenda attraverso gli articoli di Engadged.
L’articolo di Lega Nerd che ne parlava a Gennaio 2010.
Il sito ufficiale.

Grazie a sabas che mi ha dato lo spunto necessario a scrivere questo articolo.

[Che Fine Ha Fatto] è la rubrica che vi spiega che fine hanno fatto invenzioni o famosi nerd che non si vedono più in giro da un po’

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Fisica Meccanica Select
Tag Articolo:
Kinetica
Sean McCarthy
Steorn
Loggati

26 Commenti

  1. Avatar di ipnorospo ipnorospo 4/10/2011 15:04

    Facepalm fisico

  2. Avatar di itomi itomi 4/10/2011 15:09

    Epic :fav:

  3. Avatar di sabas | Puffo Hater sabas | Puffo Hater 4/10/2011 15:10

    Speriamo che la fusione a freddo non finisca così, grazie per l’articolo :res:

  4. Avatar di Code2 Code2 4/10/2011 15:13

    http://www.steorn.com/orbo/

    Pareva brutto inserire il link al sito ufficiale. :|

    E cmq è più di un anno che voglio fare un post a modo sull’Orbo, sui Perendev, Bedini ecc…
    Appena ho tempo magari integro, partendo da questo post.
    :)

    • Avatar di NomeRichiesto NomeRichiesto 4/10/2011 15:20

      Hai ragione, ma è stata una semplice dimenticanza.
      Ho comunque aggiunto il link, e sarà un piacere leggere il tuo futuro articolo :)

  5. Avatar di eagle1 eagle1 4/10/2011 15:20

    Bell’articolo! :fav:

  6. Avatar di paxvinci | Né paxvinci | Né 4/10/2011 15:22

    :fav: tutta la vita

  7. Avatar di ygy2020 ygy2020 4/10/2011 16:02

    Ma vuoi finirci solo te su Digitalic?
    :D , :fav: questa rubrica mi piace :D

  8. Avatar di Ross85 Ross85 4/10/2011 16:30

    Bell’ariticolo +1
    La Steorn mi ricorda la : http://www.youtube.com/watch?v=6TcRjxPyhv0

  9. Avatar di G,G G,G 4/10/2011 17:14

    “prima legge della termodinamica: non parlare mai della termodinamica!”

  10. Avatar di lucamrblonde | veronerd™ lucamrblonde | veronerd™ 4/10/2011 18:48

    Ci sta trollando tutti :rofl:

  11. Avatar di Iazz Iazz 4/10/2011 19:03

    Steon riuscì ad ottenere più di 8 milioni di euro di finanziamenti da molti partner che hanno creduto nel loro prodotto

    Chiamateli scemi, si sono fatti dare 8 milioni per raccontare una montagna di catsate (ma dico io, fosse la prima volta che qualcuno millanta di macchine a rendimento >= 1)

  12. Avatar di Marbol Madness | UMARELL Marbol Madness | UMARELL 4/10/2011 19:27

    Bhe, potrebbe anche essere. In fondo il secondo principio della termodinamica è vero solo in senso statistico. Si può ipotizzare che …
    … cosa scusa? Il PRIMO principio della TD?!? Avevo capito male.
    Allora sticazzi: Bufala

    • Avatar di alexbanner94 alexbanner94 9/2/2012 19:21

      +1 quanto sei scoraggiante :( …mi resta sperare solo sull’esistenza del caro Babbo Natale :res:

  13. Interessante che nel XXI secolo ci sia gente che si faccia ancora infinocchiare da queste truffe…

    • Avatar di lorenzo22 lorenzo22 2/4/2013 17:08

      Stessa cosa che ho pensato anch’io :o :rofl: :D

    • Avatar di Avets Avets 2/4/2013 17:22

      Indovinate su quale famoso blog si possono trovare un sacco di idee riguardo “ENERGIA INFINITA !! LE TV NON NE PARLANOOO!1!!11″

      :popcorn:

  14. Avatar di ale152 ale152 4/10/2011 20:25

    Piccola correzione: il primo principio della termidinamica non riguarda la conservazione del moto, ma afferma l’impossibilità del moto perpetuo.
    La conservazione del moto è dettata dalla seconda legge di Newton, la quale afferma che la sommatoria delle forze in un sistema di riferimento inerziale è uguale alla variazione della quantità di moto nel tempo.

  15. Avatar di Drag-on Drag-on 5/10/2011 00:40

    mi ricorda tanto Euclideon… :sni:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Euclideon
    (da oggi i link a wikipedia solo in inglese, sorry)

  16. Avatar di Avets Avets 2/4/2013 17:16

    Costruire una macchina che non rispetta i principi di conservazione dell’energia (solitamente i megneti sono la scelta migliore, ma anche la fusione a freddo non è male).
    Pubblicizzarla come la scoperta scientifica del secolo.
    Dare un tocco di credibilità “coinvolgendo” qualche scienziato stando attenti che non sveli la trollata.
    Vendere la società detentrice del brevetto o raccogliere più fondi possibili.

    Non è la prima volta, se non sbaglio una cosa simile la fecero dei tipi di Bologna quando dissero di aver creato la fusione a freddo in una macchina delle dimensioni di una pentola a pressione.

    • Avatar di Avets Avets 2/4/2013 17:29

      lol ho visto solo ora che l’articolo è super mega datato !

      • Avatar di itomi itomi 2/4/2013 19:14

        Mano a mano che reimpagino i vecchi Select li posto su Facebook per dargli un po’ di visibiltà ;)

Lascia un Commento

Devi essere loggato per inviare un commento.

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd