I Diecimila #LegaNerd
di
Rufus
3

Se i ribelli vinsero tatticamente la battaglia, inferendo gravi perdite allo schieramento di Artaserse, è certo che strategicamente fu per loro il più completo disastro: con Ciro morto, la spedizione perdeva semplicemente senso, e per Clearco, nuovo comandante dei mercenari e degli alleati persiani, era giunto il momento di pianificare la ritirata. Tissaferne, che mancò di affrontarlo a viso aperto sul campo, fece catturare Clearco lungo il viaggio di ritorno con tutti i suoi generali per consegnarlo al Gran Re Artaserse II, che lo fece giustiziare. – Wiki

Cosa si può fare con 10,000 utenti? Alcuni di voi hanno azzardato strategie di invasione piuttosto che dominazioni dittatoriali. Porto alla vostra attenzione questa storia che spero porti consiglio e coraggio alla nostra stirpe.

I Diecimila furono un gruppo di mercenari, principalmente Greci, che si riunirono a servire Ciro il Giovane nell’intento di detronizzare il fratello Artaserse II che regnava sull’Impero di Persia. La loro marcia verso la Battaglia di Cunassa ed il ritorno in Grecia (401 a.C.-399 a.C.) fu documentata da Senofonte, uno dei leader dei Diecimila. Secondo la descrizione registrata da Senofonte nell'Anabasi, i Diecimila erano composti da:

– 4000 opliti comandati da Sennia l’Arcade, fin quando non lascio l’armata in Siria.

– 1500 opliti e 500 fanti leggeri comandati da Prosseno il Beota, fin quando non lascio l’armata in Siria.

– 100 olpiti comandati da Sofeneto di Stinfalo.

– 500 opliti comandati da Socrate l’Acheo.

– 300 opliti e 300 peltasti comandati da Pasione il Megarese, fin quando non lascio l’armata in Siria.

– 1000 opliti, 800 peltasti traci e 200 arceri cretesi (a cui si riunirono più di 2000 uomini dopo la diserzione di Sennia e Prosseno) comandati da Clearco lo Spartano.

– 300 opliti comandati da Soside il Siracusano.

– 1000 opliti comandati da Sofeneto l’Arcade.

– 700 opliti comandati da Chirisofo lo Spartano.

– 1000 opliti e 500 peltasti comandati da Menone il Tessalo.

– 400 disertori greci provenienti dall’esercito di Artaserse.

Inoltre, i Diecimila furono rinforzati da una flotta di 35 triremi comandate da Pitagora lo Spartano, 25 triremi comandate da Tamos l’Egizio e 100,000 truppe comandate da Arieo il Persiano (cifra ridimensionata a 20,000 dagli sotrici moderni più ottimisti).

Fin poco dopo la Battaglia di Cunaxa, il generale Clearco lo Spartano fu riconosciuto come il comandante dell’armata. Quando Tissaferne fece arrestare Clearco, Prosseno, Menone di Farsalo, Agia (probabilmente un secondo nome per Sofeneto l’Arcade) e Socrate l’Acheo, le loro cariche furono date a Senofonte, Timasione, Santicle, Cleanore e Filesio con lo spartano Chirisofo nel ruolo di comandante generale.

Quando i Diecimila iniziarono il loro viaggio nel 401 a.C., Senofonte racconta di 10,400 uomini che diventarono 6000 al momento del suo ritiro nel 399 a.C.

Inoltre, il film di Walter Hill del ’79 “The Warriors” duplica la storia di Senofonte in chiave moderna ed in contesto delle gang di New York. Dopo che una riunione tra gangsters si conlcude con un assassinio, la gang composta da nove uomini denominata “Warriors” deve tornare a casa a Coney Island passando attraverso il territorio controllato da gang ostili. Tra queste The Orphans, The Baseball Furies, The Boppers, The Hi-hats e The Hoplites.

Valerio Massimo Manfredi scrive il romanzo “L’Armata Parduta”. Un racconto delle vicende che hanno coinvolto i diecimila nel loro viaggio attraverso l’Impero Persiano.

:res:

Wiki

Aree Tematiche
Cultura Storia
Tag
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd