I pomodori di Pachino sono biotech #LegaNerd

Il pomodoro di Pachino, che vanta il marchio IGP (indicazione geografica protetta), viene piantato in Sicilia usando semi prodotti in Israele dalla Hazera Genetics.

Una volta esistevano in Italia solo i classici pomodori da insalata, adesso vanno di moda i pomodorini a ciliegia o a grappolo e una varietà è il pomodoro di Pachino. Ma questa variante di pomodoro è coltivata piantando semi biotech (NON OGM) prodotti dalla Hazera Genetics, azienda israeliana che porta avanti molti progetti di ricerca di nuove varietà vegetali, OGM e non. I semi sono F1 e ogni anno vanno ri-comprati, ma vista la richiesta e il marchio gli conviene così.

Determinante per il successo di questi pomodori è stata l’introduzione, da parte dell’azienda biotech israeliana, di due geni (chiamati rin e nor) che permettono di mantenere inalterate le caratteristiche del prodotto per un periodo di 2-3 settimane dopo la raccolta.

Un prodotto tipico italiano è dovuto a semi biotech israeliani.
Peccato che non è OGM, l’avrei mangiato con più gusto.

Leggete l’interessante articolo di Dario Bressanini.

Aree Tematiche
Cucina
Tag
lunedì 6 settembre 2010 - 13:45
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd