Outer Banks 3, la recensione della nuova stagione della serie Netflix

outer banks 4 recensione

Finalmente è arrivato il momento: posso parlarvi di Outer Banks 3. La nuova stagione della serie Netflix dalle vibes più estive possibili fa finalmente il suo esordio sul piccolo schermo dopo oltre un anno e mezzo d’attesa. Non riesco nemmeno a descrivervi quanto ho atteso questa nuova stagione. La seconda stagione di OBX mi ha definitivamente conquistata grazie alla storia in continua evoluzione ed al crescere delle relazioni tra i personaggi. Outer Banks non è una storia di amicizia qualsiasi ma intreccia i rapporti adolescenziali con le complicate relazioni genitori-figli e l’avventura alla Indiana Jones. La terza stagione di OBX alza ulteriormente il livello di azione ed avventura come mai visto prima. El Dorado non è più soltanto un mito destinato a restare celato tra le antiche mappe e le leggende tramandate di famiglia in famiglia. Il romance avrà un ruolo molto importante in Outer Banks 3, come nasconde il titolo… tre coppie sono all’orizzonte. Confermata la ship JJ e Kiara, un lento slow burn caratterizzato dal trope dell’friends to lovers che farà sudare freddo fino alla fine. Si, un episodio è interamente dedicato a loro. Pronti ad innamorarvi ancora una volta di OBX? Tranquilli in questo caso non resterete delusi e non sarete privatati della vostra serie del cuore dato che Netflix, ancora prima del debutto di OBX 3, ha già rinnovato lo show per la sua quarta stagione e probabilmente non sarà l’ultima. 

Come sempre prima di passare alla recensione della nuova stagione di Outer Banks (il tutto corredato da spiegazioni e quindi da spoiler) ecco il trailer dello show per giovani adulti che dal 23 febbraio vi aspetta in esclusiva solo su Netflix.

Outer Banks 3. l’avventura come non l’avete mai vista 

Devo essere onesta fin da subito: ho amato Outer Banks 2 come non amerò mai Outer Banks 3. La seconda stagione mi ha conquistata fin da subito grazie alle sua costante evoluzione e presenza di scene adrenaliniche e sorprendenti. I personaggi erano in continua crescita personale e arricchivano le dinamiche di gruppo come solo una sceneggiatura che segue i suoi protagonisti è in grado di fare. Con questo non voglio dire che non mi sia piaciuta la terza stagione, semplicemente che per certi aspetti la ritengono inferiore alla seconda. Per altri non posso negare che è nettamente superiore. 

Partiamo con ordine però. Se cercate il romance e l’avventura sono certa che nel complesso resterete soddisfatti dallo show Netflix. È innegabile che la serie sia in continua evoluzione, non indietreggia mai di un passo e mette sempre nuova e sensata carne al fuoco. I personaggi evolvono seguendo un percorso di crescita logico e programmato fin della prima stagione, nulla è lasciato al caso in OBX, e per fortuna oserei dire. 

L’avventura è il tratto caratteristico fondamentale della nuova stagione di Outer Banks. Direte: “beh grazie tante, lo era anche nelle scorse stagioni…” Si, ma non su questi livelli. Se nelle stagioni precedenti i Pogue cercavano l’oro della scomparsa Royal Merchant, in questi nuovi capitoli la missione è El Dorato. Non sto scherzando. I ragazzi puntano dritti al vero tesoro secolare e mai scoperto. Ammeto che inizialmente pensavo che fosse davvero eccessivo inserire all’interno di una serie teen drama una componente che strizza quasi l’occhio al fantasy, invece, ragionandoci a mente lucida, ammetto che rappresenta la logica evoluzione dello show. Una volta ottenuto e poi perso l’oro della nave dispersa, l’unico obbiettivo ancora più grande poteva essere solo El Dorado. La posta in gioco andava inalzata e così gli sceneggiatori hanno fatto. In realtà la scelta di inserire El Dorado nella trama dello show era stata pianificata a dovere e con dovizia di indizi fin dalla prima stagione. Se infatti ripercorriamo con calma ogni tassello lasciato per strada tutto conduce al vero tesoro celato dal tempo. La trama segue quindi un filo logico che è innegabile anche se a volte si perde per strada raccontando piani inutili e che servono soltanto a riempire la sceneggiatura di capitoli privi di veri punti salienti, sui punti deboli di questa terza stagione di OBX ci concentreremo più tardi. 

Non solo El Dorado come missione alla Indiana Jones ma anche come avventura one-shot alla Uncharted. Si, le similitudini tra Outer Banks e Uncharted in questa terza stagione si fanno davvero consistenti, non solo per la presenza in entrambi i franchise di Rudy Pankow ma anche per la fotografia caldissima, per i luoghi e alcune dinamiche tra i personaggi. Non per l’action però. Outer Banks resta estremamente credibile e concreto anche nella scelte di regia: ogni scena d’azione è stata messa in atto in modo che fosse credibile che ragazzini non allenati, inesperti e pasticcioni, riuscissero a cavarsela utilizzando l’astuzia e la spavalderia. Il fatto che alcuni piani a volte, anzi molte volte, non vadano a segno fa parte del gioco e contri unisce ad incrementare la credibilità dello show. 

L’avventura è quindi di un altro livello rispetto alle stagioni precedenti, più intricata, ambiziosa e complessa ma resta ad ogni modo credibile ed in pieno stile OBX.

JJ e Kiara: una splendida storia d’amore che conquista tutti

Il romance ha da sempre contraddistinto lo show Netflix. Fin dalla prima stagione il pubblico della piattaforma dalla grande N si è affezionato al prodotto per l’incredibile chimica tra Chase Stokes (John B.) e Madelyn Cline (Sarah Cameron), non solo però. I fan hanno colto segnali tra i personaggi della serie che nemmeno gli sceneggiatori avevano catturato o addirittura programmato. Ecco perchè in Outer Banks 3 abbiamo, finalmente, la coppia formata da JJ (Rudy Pankow) e Kiara (Madison Bailey). 

Josh Pate, creatore della serie, ha recentemente dichiarato ai microfoni di EW che la coppia non era prevista nella prima stagione dello show. Nella mente del creativo JJ e Kiara dovevano restare amici. Qualcosa è però mutato dopo la distribuzione della prima stagione di OBX. Con il rilascio dello show nella primavera del 2020 il fenomeno tiktok si stava pian piano espandendo in tutto il mondo e, con l’intero globo chiuso in casa a causa delle restrizioni sanitarie generate dalla pandemia, i fan hanno prestato davvero molta attenzione alla prima stagione di OBX, forse anche troppa. Outer Banks è diventata subito un fenomeno soprattutto in America e i fan hanno iniziato a creare diversi edits dei loro personaggi preferiti. JJ ha conquistato subito il cuore dei fan grazie alla suo istinto e al suo grande cuore. Il pubblico ha notato le dolci e premurose interazioni tra JJ e Kiara ad ha iniziato cosi a creare edits con protagonisti i due personaggi. I fan di OBX hanno così iniziato a chiedere a gran voce ai produttori e creatori di Outer Banks la ship tra JJ e Kiara. Josh Pate ha ammesso che non aveva previsto questo risvolto nella sua storia ma i fan gli hanno offerto una nuova visuale e lui l’ha subito colta al volo. 

Inizialmente desiderava concretizzare la coppia soprannominata Jiara nella seconda stagione dello show Netflix ma la scrittura doveva essere perfetta, così ha preferito costruire la loro crescita ed il loro passaggio da amici ad innamorati in maniera estremamente graduale. Nella seconda stagione sono tanti i momenti in cui avvertiamo che qualcosa tra i due stava mutando. Ci siamo tutti accordi della crescente tensione tra JJ e Kiara e dell’affetto che non poteva essere quello tra due semplici amici. 

Finalmente posso confermarvelo: in OBX 3 JJ e KIARA DIVENTERANNO UNA COPPIA! Lo ammetto, loro sono il principale motivo per cui attendevo con ansia la nuova stagione della serie Netflix. JJ è in assoluto il mio personaggio preferito della serie: Rudy Pankow ha costruito un personaggio che è imprevedibile in senso positivo. JJ è impulsivo, ribelle, scapestrato ma disposto a tutto, davvero a tutto, pur di salvare o aiutare i suoi amici. Non esita a mettere in pericolo la sua vita se questo significa salvare un altro Pogue. È in assoluto il personaggio con il passato più complicato di tutti: il padre è violento e dipendente dall’alcol, non ha più una casa ed è completamente senza famiglia. Kiara è la luce che lo illumina. Non hanno bisogno l’uno dell’altro per brillare nello show ma assieme sono il supporto di cui inconsapevolmente necessitano. Kiara è per nascita una Kook ma per scelta una Pogue e JJ la comprende e supporta come mai nessuno ha fatto. I due sono teneri, credibili e davvero molto belli assieme. La loro è la relazione romantica della terza stagione di OBX, senza dubbio alcuno. Outer Banks 3 dedicata l’intero nono episodio alla concretizzazione di questa ship, uno degli episodi più belli dell’intera serie. Suderete freddo prima di vedere i due assieme ma sarete ricompensati. 

Ovviamente non mancherà la coppia formata da John B e Sarah, protagonista fin dalla prima stagione, e i problemi di cuore legati ai due. In realtà è la mancanza di comunicazione a caratterizzare la loro relazione in questa stagione, soprattuto causata dal padre redivivo del ragazzo. Big John penso sia uno dei personaggi più detestabili dell’intero show e causerà parecchi problemi e sua figlio ed alla fidanzata. Io onestamente non sono riuscita ad apprezzare il padre di John B, agisce solo per scopi puramente personali ed egoistici. Sacrificherebbe ogni cosa pur di vedere realizzato il suo sogno di El Dorado, persino il benessere del figlio. Credetemi, è meglio se ricordate Big John per la persona che appariva tramite i ricordi di John B. 

Pope non resterà certo solo, sarà Clio a tenere compagnia al buono e dolce ragazzo di OBX. Anche la loro storia è davvero ben scritta e sviluppata, forse persino meglio rispetto a quella di JJ e Kiara anche se non aveva le basi solide degli altri due. Sono convinta che vi regaleranno tantissime gioie. 

I difetti di OBX 3

Nonostante la terza stagione di OBX mi sia piaciuta devo ammettere che non è priva di difetti. La serie non è perfetta. Come vi ho già detto prima, la seconda stagione di OBX resta al momento la mia preferita. 

I problemi principali ruotano attorno alla missione El Dorado e alla fuga dall’isola nella quale si ritrovano prigionieri. Il villain della terza stagione non è più Ward Cameron ma il personaggio interpretato da Andy McQueen, probabilmente il personaggio peggio riuscito della serie. È un villain ultra caricaturale e stravagante, eccessivo in ogni sua mossa e per nulla credibile. È ossessionato dal mito di El Dorado e senza scrupoli. 

A rendere leggermente irritante la nuova stagione della serie Netflix è il costante fallimento dei piani dei Pogue. La squadra si organizza, pianifica ma tutto termina quasi sempre in una disfatta. La situazione si ripete e si ripete ancora e ancora, tante e tante volte. Alla lunga diventa prevedibile. È credibile perchè i protagonisti sono dei ragazzini che agiscono come tali ma alla lunga stufa. 

Devo confesare che avrei amato un primo episodio interamente dedicato alla vita dei Pogue a Poguelandia, l’isola sperduta nei Caraibi nella quale sbarcavano dopo essere fuggiti dal padre di Sarah al termine della seconda stagione. Per quanto fosse prevedibile che i ragazzo sarebbero presto fuggiti dalla località deserta, avrei apprezzato un capitolo dedicato al periodo non meglio precisato (circa un mese) in cui il gruppo ha vissuto con quello che riusciva a procurarsi. I legami tra i ragazzi sono diventati indissolubili e le coppie è li che si sono iniziate a formare. Il pubblico assiste solo a poche scene su Poguelandia, non al percorso. Un vero peccato. 

State tranquilli: OBX 4 si farà!

Se ormai siamo abituati a ricevere notizie di cancellazioni da parte di Netflix, questa volta la piattaforma streaming ci stupisce e rinnova la serie per un’altra stagione ancora prima dell’esordio. Ad annunciare OBX 4 è stato il cast della serie durante l’evento promozionale per il lancio della terza stagione.”Vedere Poguelandia (il nome dell’evento celebrato a Los Angels sabato 18 febbraio) prendere vita è qualcosa di spettacolare” hanno affermato i co-creatori e showrunner della serie Shannon Burke, Jonas e Josh Pate nelle scorse ore “I Pogue si stanno godendo l’avventura di una vita, e noi avremo l’opportunità di ideare sempre nuovi risvolti per loro, visto che il viaggio continuerà anche per una quarta stagione”.

Vi lascio i dettagli tecnici di Outer Banks 3

Ecco la sinossi ufficiale di Outer Banks 3: ”I Pogues – John B., Kiara, Pope, Sarah, JJ e Cleo – stanno trascorrendo del tempo sull’isola deserta in cui si sono ritrovati alla fine della seconda stagione, quando improvvisamente si ritrovano coinvolti in una caccia al tesoro. Sono al verde e lontani da casa, non possono fidarsi di nessuno, Ward e Rafe sono affamati di vendetta, e c’è uno spietato caraibico che non si fermerà davanti a nulla per trovare ciò che vuole. Il tesoro è mai stato alla loro portata? O era tutta una trappola per fermarli una volta per tutte? Ad ogni modo, sono i Pogue contro il mondo e l’unica via d’uscita è lottare insieme.

Nel cast della terza stagione di Outer Banks ritroveremo Chase Stokes (John B.), Madelyn Cline (Sarah Cameron), Madison Bailey (Kiara), Jonathan Daviss (Pope), Rudy Pankow (J.J.), Carlacia Grant (Cleo), Austin North (Topper), Drew Starkey (Rafe Cameron) and Charles Esten (Ward Cameron).

Insieme a loro, in un ruolo decisamente minore, ritroverete anche Elizabeth Mitchell (Limbrey), Caroline Arapoglou (Rose),, Cullen Moss (Deputy Shoupe), Julia Antonelli (Wheezie Cameron), Nicholas Cirillo (Barry) e Deion Smith (Kelce).

Nuovi volti nel cast della terza stagione: Andy McQueen è Carlos Singh, uno spietato Don dei Caraibi a caccia di tesori. Lou Ferrigno Jr. è Ryan, il miglior agente di sicurezza di Singh. Fiona Palomo invece è Sofia, una ragazza che si considera una Pogue e che stringe un legame con Rafe.

81
Outer Banks, Season 3
Recensione di Chiara Giovannini

La terza stagione di OBX alza ulteriormente il livello di azione ed avventura come mai visto prima. El Dorado non è più soltanto un mito destinato a restare celato tra le antiche mappe e le leggende tramandate di famiglia in famiglia. Il romance avrà un ruolo molto importante in Outer Banks 3, come nasconde il titolo… tre coppie sono all’orizzonte. Confermata la ship JJ e Kiara, un lento slow burn caratterizzato dal trope dell’friends to lovers che farà sudare freddo fino alla fine. Si, un episodio è interamente dedicato a loro. Pronti ad innamorarvi ancora una volta di OBX? Tranquilli in questo caso non resterete delusi e non sarete privatati della vostra serie del cuore dato che Netflix, ancora prima del debutto di OBX 3, ha già rinnovato lo show per la sua quarta stagione e probabilmente non sarà l’ultima. 

ME GUSTA
  • L'avventura raggiunge livelli mai visti prima
  • Il mito di El Dorato non è più solo un mito, la storia viene sviluppata in maniera credibile
  • Il romance è una parte fondamentale della trama di questa nuova stagione. Le coppie sono 3 e le loro storie sono state ben costruite
FAIL
  • Forse i piani dei Pogues sono leggermente troppo ripetitivi
  • Big John, il padre di John B, è un personaggio problematico e non troppo ben scritto e/o sviluppato
The Bad Batch 3, l'intervista a Brad Rau e Jennifer Corbett sui segreti della nuova stagione
The Bad Batch 3, l'intervista a Brad Rau e Jennifer Corbett sui segreti della nuova stagione
Borderlands: il trailer del film tratto dal videogioco
Borderlands: il trailer del film tratto dal videogioco
Dune - Parte due, la recensione: un colossal potente e contemporaneo
Dune - Parte due, la recensione: un colossal potente e contemporaneo
Comicon Bergamo 2024: tra i primi ospiti John Romita Jr., ecco il poster
Comicon Bergamo 2024: tra i primi ospiti John Romita Jr., ecco il poster
Star Wars: The Bad Batch - Stagione 3, la recensione: Caccia alla verità
Star Wars: The Bad Batch - Stagione 3, la recensione: Caccia alla verità
Zerocalcare: annunciato il nuovo fumetto, ecco quando uscirà
Zerocalcare: annunciato il nuovo fumetto, ecco quando uscirà
YoRHa: Assalto a Pearl Harbor, la recensione del primo volume
YoRHa: Assalto a Pearl Harbor, la recensione del primo volume