Nei Boschi, la recensione del Graphic Novel di Emily Carroll

3 mesi fa

7 minuti

Nei Boschi, la recensione del Graphic Novel di Emily Carroll

Iniziamo la recensione di Nei Boschi di Emily Carroll dicendo che è un debutto grafico oscuro e senza tempo, e se avete amato racconti comeThe Melancholy Death of Oyster Boy e le opere di Neil Gaiman lo troverete semplicemente superlativo.

Cinque storie misteriose e da brivido seguono viaggi dentro (e fuori?) dall’abisso inquietante. Questi racconti agghiaccianti nascono dalla macabra immaginazione dell’acclamata e pluripremiata creatrice di fumetti Emily Carroll.

Viene dal bosco. Le cose più strane lo fanno.

Venite a fare una passeggiata nel bosco e guardate cosa vi aspetta lì…

In Nei Boschi, Emily Carroll ci porta attraverso cinque macabre storie di terrore, tutte accomunate da un’ambientazione comune: i boschi profondi e oscuri e i mostri che si nascondono all’interno delle sue gronde ombreggiate. Punteggiato dai pannelli audacemente illustrati di Carroll – rossi sanguinanti e neri inchiostro dominanti – Nei Boschi è bello, spigoloso e orribile in tutti i modi giusti.

C’è una certa inquietante qualità onirica nella scrittura e nelle illustrazioni di Carroll, che ricorda il lavoro di Dave McKean e Neil Gaiman su Coraline e The Sandman; tutte le figure sono disegnate con arti inquietanti e snelli, tutti i loro volti portano un costante rossore sanguinante. Le sue tavole si concentrano su un occhio solitario, o un cappello a tesa larga, o i denti luccicanti di un lupo nell’oscurità.

Quindi, chiedi, che dire delle storie stesse? Nei boschi raccoglie storie oscure da favola, con immagini contorte di lupi e vermi, parti del corpo mozzate e spettri. Sono atmosferici e scuri; scarse di parole ma piene zeppe di orribili implicazioni.

Le cinque storie…

Nei Boschi, la recensione del Graphic Novel di Emily Carroll

Continuiamo la nostra recensione di Nei Boschi parlando un po’ delle cinque storie del graphic novel. In una casa nel bosco, tre sorelle sono lasciate a badare a se stesse quando il padre va a caccia. Dice loro che se non torna dopo tre giorni, devono fare le valigie e andare a casa del vicino. Tranne che le sorelle non sono d’accordo, e decidono di aspettare il loro papà, e una dopo l’altra scompaiono. L’inevitabilità di questa narrazione – ciascuna delle sorelle incontra un uomo con un cappello a tesa larga – dà il tono perfetto e sinistro per il resto del libro.

A il secondo dei cinque racconti, è un tipo di rivisitazione di Barbablù, con il fantasma di una donna assassinata che piange vendetta dalle mura della sua casa. La cosa più efficace di questa storia, parti del corpo mozzate a parte, è il fatto che l’omonima signora dalle mani fredde non è né giusta né comprensiva della nuova moglie di suo marito e della sua difficile situazione.

Piuttosto, questo fantasma è crudele, pieno di rabbia e avrà la sua vendetta.

Nel racconto successivo, un uomo è alle prese con la gelosia verso il fratello carismatico, un fratello che sa non può essere vivo. Quando finalmente impari il significato del titolo di questa particolare storia, è meraviglioso, terribile!

Nei Boschi, la recensione del Graphic Novel di Emily Carroll

La mia amica Janna segue due improbabili migliori amiche; Janna è una medium, mentre il narratore del racconto aiuta Jana a truffare le persone in lutto che vengono da lei per avere risposte dall’oltretomba. Sebbene questa sia, la più debole delle cinque storie, è comunque un efficace racconto di fantasmi soprannaturali con un finale interessante.

Infine, c’è The Nesting Place, diventerà probabilmente la storia preferita del gruppo. Qui, una sorella minore fa visita al fratello maggiore e a sua moglie, solo per scoprire che sua moglie non è ciò che sembra. Questa storia è così inquietante che in realtà vi farà svegliare nel cuore della notte dopo averla letta spaventati dai vari rumori.

Questa graphic novel è inquietante con un travolgente senso di morbosa inevitabilità, Nei boschi s è il tipo di graphic novel horror che colpisce tutte le note giuste.

Quando l’horror incontra il graphic novel

Nei Boschi, la recensione del Graphic Novel di Emily Carroll

Ci avviciniamo alla conclusione della recensione di Nei Boschi dicendo che questa è una serie di racconti a lenta combustione per delle storie horror, all’inizio sembra abbastanza innocuo che un uomo, forse un vicino, venga alla porta e offra rassicurazioni alle ragazze. Una per una però, mentre scompaiono nella notte, sai che c’è qualcosa che non va nell’uomo. Fino alla fine, non è rimasto più nessuno e lui, in effetti, non è un uomo.

Le mani di una signora sono fredde, invece è il racconto più gotico della collezione e probabilmente uno dei più interessanti. È la storia di una giovane donna sposata con un uomo in un grande maniero bianco. Dalla prima notte in poi la signora sentiva un gemito provenire da qualche parte della casa in cui si diceva: “Ho sposato il mio amore in primavera, ma entro l’estate mi ha rinchiuso. Mi uccise in autunno, e in inverno non ero altro che decadenza. Fa freddo dove sono…”

Ogni notte il lamento si faceva più forte come se provenisse dalle stesse ossa della casa. Quando la giovane non ce la fece più, prese un’accetta e iniziò a sfasciare la casa. All’interno delle pareti e del pavimento della casa, trovò le parti del corpo in decomposizione di una donna e infine la testa che cantava un terribile lamento.

L’ultimo racconto è probabilmente il più potente. È la storia di Bell, una giovane ragazza a casa in visita a suo fratello e alla sua fidanzata. La parte horror di questa storia è che Rebecca, la fidanzata, non è affatto quello che sembra.

È evidente che Emily Carroll è un’abile artista e scrittrice. La grafica di questa collezione è bella e sorprendente.

Una cosa che è stata eccezionale in tutto il libro è stata l’arte. La casa del vicino cattura meravigliosamente il freddo invadente dell’inverno in campagna, le ombre che riempiono lentamente gli angoli della casa, i bianchi e grigi spogli che brillano e fanno sembrare tutto cupo e freddo come la morte.

Anche lo stile artistico varia notevolmente tra le storie, ogni sensazione ha il proprio tono e atmosfera distinti.

Questo è visto in modo più drammatico con la seconda storia “A Lady’s Hands Are Cold”, che contrasta nettamente con rossi e blu per denotare temperatura e intensità. Ogni storia era un piacere da guardare visivamente, i loro rispettivi orrori resi con una bellezza inquietante.

All’inizio dovrete entrare nell’atmosfera del graphic novel, poiché scoprirete che le storie migliorano sempre di più man mano che la raccolta va avanti. La sua faccia tutta rossa, sul giovane che ha ucciso suo fratello, solo che suo fratello è tornato al loro villaggio dai boschi vivo e vegeto giorni dopo. Sebbene fosse un altro tipo di storia familiare sulla gelosia, l’omicidio e il senso di colpa, vi innamorerete del modo in cui la storia si svolge.

C’è la giusta quantità di stranezza presente, virtualmente inspiegabile in modo ideale. La tensione sale lentamente e palpabilmente nei piccoli dettagli che il giovane nota che sfida ciò che sa sia realmente accaduto. Le cose sono rese ancora più tese dal fatto che questo presunto doppio del fratello si comporta come se nulla fosse. Eppure la fastidiosa stranezza di tutto ciò assicura che il giovane non trovi pace, costruendo un finale che lo lascia su una nota assolutamente agghiacciante.

Nei boschi è una grande raccolta di storie dell’orrore ed è sempre incoraggiante vedere grandi opere dell’orrore che non sembrano esclusivamente per adulti, poiché amo l’idea di un apprezzamento del genere che è stato coltivato in precedenza.

 

Assolutamente consigliato e lo potete trovare nello shop Tunué: https://www.tunue.com/product/nei-boschi/.

 

85
Nei Boschi
Recensione di Laura Della Corte

Concludiamo la recensione di Nei Boschi di Emily Carroll dicendo che è un graphic novel che riesce a fondere magnificamente elementi oscuri e senza tempo che faranno rabbrividire anche i fan dei fratelli Grimm. Un debutto magnifico sia stilisticamente parlando che graficamente.

ME GUSTA
  • Un'edizione magnificamente curata e da collezione per tutti gli amanti dell'horror ma non solo.
  • La narrazione di Emily Carroll è piena di suspence e con il giusto grado di oscurità.
  • Le 5 storie offrono una varietà intrigante e per tutti i gusti.
FAIL
  • Qualcuno potrebbe trovare il racconto con un testo non troppo lungo un difetto.
American Born Chinese, la recensione: una favola per accettare se stessi
American Born Chinese, la recensione: una favola per accettare se stessi
7CRIMINI - L'Estorsione, la recensione della serie di fumetti Tunué
7CRIMINI - L'Estorsione, la recensione della serie di fumetti Tunué
Magic Fish, la recensione del graphic novel edito da Tunué
Magic Fish, la recensione del graphic novel edito da Tunué
The Legend of Korra - Mondi Contesi, la recensione del fumetto di Tunué
The Legend of Korra - Mondi Contesi, la recensione del fumetto di Tunué
Avatar: The last Airbender - Tunuè lancia un quiz a premi
Avatar: The last Airbender - Tunuè lancia un quiz a premi
Lucca Changes: ecco tutti gli appuntamenti di Tunué
Lucca Changes: ecco tutti gli appuntamenti di Tunué
Il Trono Del Re: speciale anteprima Avengers Endgame
Il Trono Del Re: speciale anteprima Avengers Endgame