Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Robbie Amell parla della sua esperienza col franchise

2 mesi fa

Il 25 novembre arriverà nelle sale italiane Resident Evil: Welcome to Raccoon City, reboot cinematografico della saga action horror tratta dai celebri videogiochi Capcom. Robbie Amell è tra i protagonisti del film nei panni di Chris Redfield, ed è da sempre un fan della serie: eccolo giocare ai remake dei primi due capitoli su PlayStation (che sono i titoli su cui è basato il nuovo film) e raccontare un po’ la sua esperienza con la produzione e questo franchise.

Sono cresciuto giocando ai videogiochi. Uno dei miei primi ricordi videoludici d’infanzia sono io che giocavo in cantina a Resident Evil, e i cani che saltavano dentro dalla finestra mi spaventavano a morte. Ancora oggi sono un giocatore. Ho appena preso Resident Evil 4 in VR, non l’ho ancora provato, ma non vedo l’ora. Quindi sì, è stato un sogno divenuto realtà per me.

Tra le altre cose, nell’intervista rilasciata a SYFY Wire Amell rivela che le location sono state impressionanti a livello di realismo:

Johannes [Roberts] ha preso i progetti originali e ha ricostruito esattamente [l’ingresso di Villa Spencer] proprio come nel gioco, una cosa fantastica, ed è stato molto surreale essere lì. E poi la sala da pranza, dove ho una scena di combattimento estesa, era invece in una vera e antica magione. Erano due set separati (…) ma è stato facile perché il reparto guardaroba, la produzione, il set e i prop, tutto era stato ricreato così bene che mi sentivo trasportato lì ogni giorno.

Il film, scritto e diretto da Johannes Roberts, vedrà come protagonisti Kaya Scodelario nei panni di Claire Redfield, Robbie Amell in quelli di Chris Redfield, Hannah John-Kamen come Jill Valentine, Tom Hopper nel ruolo di Albert Wesker e Avan Jogia in quello di Leon S. Kennedy. Inoltre, Nathan Dales sarà Brad Vickers, Marina Mazepa interpreterà Lisa Trevor e Neal McDonough vestirà i panni del Dr. William Birkin.

Questa la sinossi ufficiale del film, in uscita il 24 novembre negli USA e il 25 nel nostro Paese:
Un ritorno alle origini del celebre franchise RESIDENT EVIL. Il regista e fan della saga Johannes Roberts riapre i giochi per un’intera e nuova generazione di appassionati. In RESIDENT EVIL: WELCOME TO RACCOON CITY, quella che un tempo era la sede del colosso farmaceutico Umbrella Corporation, Raccoon City, è ora una città morente del Midwest. L’esodo della compagnia ha trasformato la città in una landa desolata con un grande male che si annida sotto la superficie. Quando questo male viene liberato, un gruppo di sopravvissuti dovrà collaborare per scoprire la verità dietro la Umbrella Corporation e restare in vita.

Leggi anche:

Resident Evil: Welcome to Raccoon City - Ecco i primi 9 minuti del film
Resident Evil: Welcome to Raccoon City - Ecco i primi 9 minuti del film
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, 10 cose da sapere prima di andare a vederlo
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, 10 cose da sapere prima di andare a vederlo
Resident Evil: Welcome to Raccoon City - I protagonisti del film raccontano la loro esperienza con il videogioco
Resident Evil: Welcome to Raccoon City - I protagonisti del film raccontano la loro esperienza con il videogioco
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, la recensione
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, la recensione
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, regista e produttore sul rapporto col gioco
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, regista e produttore sul rapporto col gioco
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Leon incontra Lisa Trevor nella nuova clip
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, Leon incontra Lisa Trevor nella nuova clip
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, le featurette dedicate a Jill e Wesker
Resident Evil: Welcome to Raccoon City, le featurette dedicate a Jill e Wesker