Facebook, VIP immuni dai ban e dalle regole imposte ai comuni mortali

594
1 anno fa

Un programma interno di Facebook chiamato XCheck esenta VIP, politici e influencer dalle normali regole di moderazione. Un’autentica immunità destinata a milioni di account in tutto il mondo.

Su Facebook le regole non valgono per tutti. Ad esempio gli account dei VIP sono esentati dalle stesse policy di moderazione a cui devono sottostare i comuni mortali. Lo ha rivelato un’inchiesta del Wall Steet Journal.

I moderatori di Facebook sono istruiti ad usare regole diverse per gli account che rientrano all’interno del programma Cross check o XCheck. Tanto per iniziare, i post pubblicati dai vip spesso non vengono quasi mai sottoposti alla moderazione automatica. Facebook assegna ai contenuti degli influencer una squadra di moderatori d’elite, meglio addestrati e in grado di comprendere quando è il caso di pestare i piedi ad una persona influente e quando invece è il caso di chiudere un occhio o entrambi.

Esistono almeno 5,8 milioni di account ‘VIP’, e quindi dotati di immunità

Stando ai documenti interni di Facebook ottenuti dal Wall Street Journal, nel 2020 esistevano almeno 5,8 milioni di account VIP distribuiti tra Facebook e Instagram. Il quotidiano cita un caso specifico: nel 2019 il calciatore Neymar pubblicò alcune foto private di una donna che l’aveva accusato di stupro. Nonostante i post in questione violassero le policy del social network, in virtù dello status del calciatore i moderatori decisero di non prendere alcun provvedimento.

 

 

Donald Trump può tornare su Facebook e Instagram. Meta: "non è più un pericolo"
Donald Trump può tornare su Facebook e Instagram. Meta: "non è più un pericolo"
Facebook Messenger: la chat protette da crittografia avranno un po' di colore in più
Facebook Messenger: la chat protette da crittografia avranno un po' di colore in più
Meta, nuova accusa della Commissione: nel mirino le pubblicità e Facebook Marketplace
Meta, nuova accusa della Commissione: nel mirino le pubblicità e Facebook Marketplace
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Meta ha annunciato il licenziamento di 11mila dipendenti. Zuckerberg: "me ne assumo la responsabilità"
Meta ha annunciato il licenziamento di 11mila dipendenti. Zuckerberg: "me ne assumo la responsabilità"
Facebook potrebbe bloccare la condivisione delle notizie in Canada
Facebook potrebbe bloccare la condivisione delle notizie in Canada