Mano protesica che ripristina il 90% delle funzionalità, arriva dall’Italia

7 mesi fa

Arriva dall’Italia una mano protesica in grado di ripristinare più del 90% delle funzionalità alle persone che non hanno arti superiori.

Si tratta di una mano protesica, chiamata Hannes, capace di afferrare e muoversi come una vera e propria mano normale (o al 90% di una mano normale). A lavorarci un team di ortopedici, designer industriali e pazienti dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

L’arto è stato progettato per replicare accuratamente le dimensioni, il peso, l’aspetto e il movimento naturale di presa di una mano per aiutare le persone a recuperare un controllo quasi normale. Secondo il team, Hannes è pronta per il mercato e ha ottenuto anche l’approvazione normativa. Il team sta ora lavorando per trovare investitori e riuscire così ad avviare la produzione.

Tornando al prodotto, Hannes ha la capacità di replicare le proprietà biologiche chiave della mano umana: movimenti naturali e adattabili, livelli di forza e velocità e robustezza di presa. È stato progettato per assomigliare a una mano e un polso umani, è morbido e ha la capacità di adattarsi dinamicamente alla forma degli oggetti che chi lo indossa vuole afferrare.

È straordinariamente simile a una mano umana – fanno sapere dall’Istituto Italiano di Tecnologia – e, essendo sviluppato direttamente con i pazienti, è di uso pratico

Hannes include una serie di sensori posizionati con una presa personalizzata che rileva l’attività di eventuali muscoli residui degli arti nella parte inferiore o superiore del braccio. Questi possono essere contratti attivamente dall’utente per eseguire più movimenti.

È inoltre possibile utilizzare un’app per smartphone e, tramite una connessione Bluetooth, regolare i parametri operativi della mano, tra cui precisione e velocità di movimento. Hannes è anche disponibile in due diverse dimensioni ed è stata progettata per funzionare sia per la mano destra che per la mano sinistra, nonché per uomini e donne allo stesso modo.

Il pollice può essere orientato in tre diverse posizioni per replicare un’ampia varietà di impugnature, inclusa una presa studiata ad hoc per raccogliere piccoli oggetti. Infine, Hannes ha anche una presa laterale che consente alla persona di afferrare oggetti sottili e una presa di potenza in grado di afferrare e spostare carichi pesanti.

 

Google sta lavorando a una protesi che fornirà il super-udito
Google sta lavorando a una protesi che fornirà il super-udito
Olfatto: con l'optogenetica si può trasmettere un odore artificiale al cervello
Olfatto: con l'optogenetica si può trasmettere un odore artificiale al cervello
Neuroprotesi: con la luce si integrano neuroni con un circuito artificiale
Neuroprotesi: con la luce si integrano neuroni con un circuito artificiale
Spine dorsali di topo e muscoli artificiali, qui nasce il futuro delle protesi
Spine dorsali di topo e muscoli artificiali, qui nasce il futuro delle protesi
Spine dorsali di topo e muscoli artificiali, qui nasce il futuro delle protesi
Spine dorsali di topo e muscoli artificiali, qui nasce il futuro delle protesi