Windows 10, il menù Start presto avrà questo aspetto

88
3 anni fa

Microsoft cambia la grafica del menù Start di Windows 10. Il design è più pulito e meno caotico, per una resa decisamente più gradevole. Per il momento il roll-out è limitato a chi fa parte del programma di beta testing.

Gli accorgimenti presi da Microsoft sono pochi, ma avvicinano decisamente il menù Start di Windows 10 a standard di pulizia grafica più attuali.

La novità più importante riguarda la parte destra, lo sfondo a quadratoni con colore uniforme delle icone viene sostituito da una soluzione parzialmente trasparente e meno ingombrante.

 

Proprio il background “pesante” e uniforme, finiva per soffocare subdolamente la riconoscibilità delle singole app, rendendo la navigazione in alcuni casi appesantita e poco semplice.

Piccolo cambiamento anche per la taskbar, creando un nuovo account, o importandone per la prima volta uno su un nuovo PC, se Windows rileva che l’utente ha uno smartphone android o un account Xbox Live, aggiungerà in automatico alla bara delle applicazioni, rispettivamente, le app Your Phone e Xbox.

Sarà più semplice anche chiudere le notifiche di sistema, dato che comparirà una semplice “X” in alto a destra.

Infine, è possibile navigare tra tutte le finestre aperte sul browser utilizzando la scorciatoia Alt + Tab. Ovviamente, se si preferisce limitare la scorciatoia al passaggio da un programma all’altro, senza dover passare per tutte le finestre aperte, è possibile impostare la vecchia esperienza di navigazione dalle impostazioni.

Microsoft conferma dei cambi di prezzo per Teams
Microsoft conferma dei cambi di prezzo per Teams
Microsoft Defender ora può mostrare esattamente dove la propria azienda può venire violata
Microsoft Defender ora può mostrare esattamente dove la propria azienda può venire violata
Microsoft Teams: condivise nuove statistiche
Microsoft Teams: condivise nuove statistiche
Edge: Microsoft spiega come proteggersi dalla nuovo falla zero-day
Edge: Microsoft spiega come proteggersi dalla nuovo falla zero-day
Microsoft non bloccherà le macro VBA su Office
Microsoft non bloccherà le macro VBA su Office
Le schede dormienti di Microsoft Edge hanno fatto risparmiare 273.000 TB di memoria
Le schede dormienti di Microsoft Edge hanno fatto risparmiare 273.000 TB di memoria
Windows 10 e 11: alcuni dati rimanevano dopo il reset, arriva l'update
Windows 10 e 11: alcuni dati rimanevano dopo il reset, arriva l'update