SprayableTech: la vernice che trasforma il muro in un display

3
22 Aprile

Una vernice spray che trasforma pareti e mobili in dispositivi interattivi e intelligenti. La tecnologia si chiama SprayableTech ed è stata sviluppata dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology.

Per decenni i ricercatori hanno immaginato un mondo in cui le interfacce digitali fossero perfettamente integrate con l’ambiente fisico al punto da essere praticamente indistinguibili l’uno dall’altro.

Per ora ci siamo riusciti solo nei film di fantascienza soprattutto per due motivi: il primo è che risulta difficile integrare sensori e elementi di visualizzazione nel nostro mondo tangibile a causa di vari vincoli di progettazione; il secondo è che la maggior parte dei metodi per farlo è limitata a scale molto piccole, legate alla dimensione del dispositivo di fabbricazione.

Ma forse le cose stanno cambiando grazie a SprayableTech

Di recente, un gruppo di ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del MIT ha ideato SprayableTech, un sistema che consente agli utenti di creare superfici interattive a “misura di stanza” con sensori e display.

Il sistema, che utilizza l’aerografo a inchiostri conduttivi, consente di trasformare in display vari oggetti della stanza compreso il divano che potrebbe essere trasformato in un “mega-telecomando” per controllare il televisore oppure permetterebbe di “disegnare” sui muri sensori per regolare l’illuminazione e la temperatura.

 

 

Dopo aver progettato la grafica interattiva nell’editor 3D, il sistema genera automaticamente stencil per aerografare il layout su una superficie. Dopo aver creato gli stampini di cartone (ma si possono anche proiettare digitalmente), un utente può quindi aggiungere sensori alla superficie desiderata, che si tratti di un divano, un muro o persino un edificio, per controllare vari apparecchi come la lampada o la televisione

SprayableTech è così flessibile nella sua applicazione da poter immaginare di utilizzare questo tipo di sistema oltre che sui muri e le superfici anche per creare città intelligenti e e architettura interattiva in luoghi pubblici

ha affermato Michael Wessely, postdoc in CSAIL e autore principale di un nuovo articolo su SprayableTech che continua

Lo consideriamo uno strumento che consentirà agli uomini di interagire e utilizzare il loro ambiente in modi nuovi.

La corsa per la casa più intelligente è ormai in lavorazione da qualche tempo, con un grande interesse per la tecnologia dei sensori.

È un grande progresso rispetto agli enormi schermi a parete di vetro con immagini e schermi in rapido movimento che abbiamo visto in innumerevoli film distopici.

Utilizzando la tecnologia dell’aerografo, non bisogna più limitarsi alle dimensioni della stampante, all’area della rete per la serigrafia o alle dimensioni del bagno idrografico – e ci sono migliaia di possibili opzioni di progettazione.

Attualmente il team ha testato il sistema creando alcune interfacce interattive, tra cui:

  • un’interfaccia musicale su un pilastro di cemento;
  • un divano interattivo collegato a un televisore;
  • un display a parete per il controllo della luce;
  • un lampione con un display touch che fornisce informazioni udibili sulle stazioni della metropolitana e le attrazioni locali.

Un limite della tecnica è che gli stencil devono essere creati in anticipo tramite l’editor digitale e questo riduce l’opportunità di esplorazione spontanea. In futuri potranno essere creati stencil “modulari” che creano pulsanti a sfioramento di diverse dimensioni, nonché stencil che cambiano forma e si adattano in base alla forma dell’interfaccia utente desiderata.

In futuro, miriamo a collaborare con artisti e architetti per esplorare il potenziale di interfacce utente su larga scala

conclude Wessely.

 

 

 

Aree Tematiche
Chimica Fisica Ingegneria News Scienze Tecnologie
Tag
mercoledì 22 aprile 2020 - 8:47
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd