Gaspez Arts: miniature fantastiche e dove trovarle
NERDPLAY

Gaspez Arts: miniature fantastiche e dove trovarle

2
28 Febbraio

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta delle realtà che mantengono vivo il gioco del Bloodbowl andando a conoscere Gaspez Arts.

Qualche tempo fa vi avevo parlato del meraviglioso mondo di Bloodbowl e dello strano quanto florido mercato delle miniature alternative per questo gioco. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, Bloodbowl è uno dei figli reietti di Games Worshop, un gioco di miniature a metà tra il wargame e la simulazione sportiva dove due squadre di giocatori appartenenti alle più classiche razze fantasy made in GW se le danno di santa ragione e talvolta finiscono anche per far arrivare la palla chiodata in zona touchdown. Se vi interessa saperne di più, il mio articolo precedente entra più nel dettaglio sul perchè questo possa essere davvero il gioco di sangue e sport di cui avete bisogno nella vostra vita. Di cosa voglio parlarvi quindi oggi?

 

Principalmente di Nani del Chaos

 

Nella frammentata galassia del modellismo splendono diverse stelle italiane e Gaspez Arts ( qui il link al loro sito) è una di queste. Questo team di appassionati con sede a Trieste sforna piccoli capolavori dal 2007, anno in cui in seguito alla controversa decisione di Games Worskshop di ignorare il mondo dello sport fantasy Fabio Gasparini ha deciso di radunare un team che potesse trasformare in realtà il suo sogno di produrre miniature.

 

Certe volte i sogni assomigliano ad incubi

Ricordiamo, ovviamente, che queste miniature non sono miniature ufficiali Games Workshop ed in quanto tali non possono essere utilizzate in eventi ufficiali

L’ispirazione per le squadre arriva dai posti più inaspettati. Per la squadra dei Nani del Chaos, ad esempio, l’idea sul design delle armature è arrivata direttamente dal medio oriente, con le divise ispirate alle corazze, agli elmi ed alle acconciature babilonesi. Lo stile varia considerevolmente da squadra a squadra: essendo in attività da molti anni hanno accumulato un catalogo che va da miniature molto old school a miniature adatte a palati più moderni, mettendo d’accordo un po’ tutti.

 

 

Altri lavori sul loro shop prendono pieghe molto più bizzarre (vi consiglio di andarvi a vedere gli Elfi Rasta, se volete vedere delle miniature che non troverete da nessun’altra parte) e sono corredati da tutti gli accessori necessari ad un giocatore di Bloodbowl che si rispetti. Per quanto riguarda i materiali, Gaspez Arts produce sia miniature in resina che miniature in metallo, così che nessun appassionato pittore rimarrà deluso.

 

 

In conclusione non posso che rinnovare il mio invito a provare a buttarvi nella mischia di questo meraviglioso boardgame, facendovi magari tentare da questi prodotti made in Italy che come tante altre realtà sono stati in grado negli anni di tenere vivo il gioco del Bloodbowl in barba ai capricci di mamma Games Workshop.

Se poi siete alla ricerca per il vostro torneo casalingo di squadre che ormai la GW non produce più, Gaspez Arts finisce dritto tra le nostre raccomandazioni!

 

 

 

Giacomo Trevisan

Giacomo Trevisan a.k.a. Casper

Cresciuto a pane e nerdaggine, prende in mano il suo primo d20 alla tenera età di 9 anni e decide di non mollarlo mai più. Grandissimo appassionato di Boardgames e Giochi di Ruolo, ha tra i suoi più grandi traguardi avere un pg sopravvissuto ad oltre dieci anni di campagne, l'organizzare l'unico evento Esport al cinema in Italia ed essere riuscito a capire come fare il conteggio dei punti di 7 Wonders in meno di venti minuti. Debolezze: la luce solare e le sfumature di colore.
Aree Tematiche
Boardgames Games Modellismo NerdPlay Wargames
Tag
venerdì 28 febbraio 2020 - 15:23
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd