Ryan Hernandez era entrato nei server di Nintendo svelando in anticipo la Switch, ora rischia per pornografia illegale

5 Febbraio 2020

Ha dell’incredibile la storia di Ryan Hernandez, un ragazzo appena 21enne accusato di essere entrato illegalmente per anni nei server di Nintendo. L’hacker aveva avuto accesso ad una immensa mole di documenti riservati della compagnia.

E proprio questo accesso illegale, ottenuto pare con alcune tecniche di phishing, gli aveva permesso di scoprire prima del resto del mondo i piani di Nintendo sulla nuova console Switch.

Verosimilmente i primissimi leak pubblicati su Twitter e ripresi poi dalle testate specializzate sono opera di Hernandez.

Questo nel 2016, quando il ragazzo era ancora un minore. Non ci volle molto all’FBI per risalire a lui, ma vista la giovanissima età dell’hacker i federali si limitarono ad avvertire la sua famiglia, spiegando loro che non ci sarebbe stata una seconda visita di cortesia.

 

 

Nonostante ciò, Hernandez avrebbe continuato per anni ad accedere ai server di Nintendo ottenendo migliaia di documenti interni riservati. Quando lo scorso luglio l’FBI ha effettuato una perquisizione nella casa dove vive con i genitori, gli agenti avevano ovviamente sequestrato la totalità dei suoi device elettronici, incluse due console Switch.

Non senza una certa sorpresa, i federali hanno non soltanto trovato migliaia di file provenienti dai server di Nintendo, inchiodando nuovamente Hernandez alle sue responsabilità, ma anche una cartella chiamata “Bad Stuff”: conteneva centinaia di immagini e video porno illegali.

Il 21enne si è dichiarato colpevole per l’accusa di accesso abusivo a sistema informatico e possesso di materiale pedopornografico. La sentenza arriverà a fine aprile. Per l’ultima di queste due accuse rischia fino a 20 anni di carcere.

Hernandez ha anche accettato di pagare 259.323 dollari a Nintendo.

Secondo The Verge Ryan Hernandez, che online si faceva chiamare RyanRocks, non avrebbe fatto granché per nascondere la sua condotta, tant’è che si sarebbe spesso vantato con gli amici su Twitter, Discord e su una chat privata chiamata Ryan’s Underground Hangout. In questi gruppi il ragazzo avrebbe in più occasioni discusso di videogiochi e informazioni interne di Nintendo non ancora divulgati al pubblico.

 

 

 

Aree Tematiche
News Tecnologie
Tag
mercoledì 5 febbraio 2020 - 11:56
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd