PROBOSCIS, il progetto che si ispira alla proboscide degli elefanti

1 anno fa

La proboscide degli elefanti è allo studio di un équipe di ricercatori internazionale per poter replicare le sue funzionalità su un braccio robotico. La versatilità di questo organo e la sua eccezionale agilità lo rendono unico: grazie alla proboscide gli elefanti possono afferrare oggetti, respirare, mangiare, bere e comunicare con i loro simili.

L’obiettivo del progetto è la realizzazione di un braccio robotico completamente autonomo capace di evolversi in ambienti instabili, di adattarsi rapidamente a situazioni impreviste e di svolgere una moltitudine di compiti.

Questa nuova generazione di robot manipolatori potrebbe essere impiegato nell’industria manifatturiera, in particolare quella alimentare, e nella assistenza robotica agli anziani: i nuovi robot saranno in grado di raggiungere, rilevare, afferrare, manipolare e rilasciare una vasta gamma di oggetti di varie forme e dimensioni ed operare indifferentemente in ambienti di qualsiasi genere, asciutti o umidi.

Lo studio si realizza tramite l’osservazione diretta dell’elefante nel suo ambiente naturale, nello specifico l’elefante africano.

I dati raccolti permetteranno la progettazione di un robot realizzato con attuatori a rigidezze variabili e un sistema sensoriale tattile che fornirà le informazioni necessarie ai sistemi di controllo.

L’intelligenza del sistema sarà basata sul rilevamento tattile: PROBOSCIS sarà guidato dal tocco.

La proboscide artificiale sarà rivestita da una pelle, anch’essa artificiale, la cui struttura si ispirerà a quella rugosa degli elefanti: sensibile ma resistente alle alte temperature e alla polvere. La parte terminale sarà ricca di sensori per consentire l’interazione ottimale con oggetti piccoli e fragili.

Il progetto PROBOSCIS è finanziato dalla Commissione Europea ed è coordinato da IIT- Istituto Italiano di Tecnologia a Pontedera, Pisa, Italia e al quale partecipa l’Università di Ginevra, UNIGE.

 

 

Robot trova gli oggetti nascosti emettendo onde radio
Robot trova gli oggetti nascosti emettendo onde radio
Robotica e 5G hanno permesso un tatuatore di operare in remoto
Robotica e 5G hanno permesso un tatuatore di operare in remoto
Sophia, l'androide concepito per l'assistenza umana, verso la produzione di massa
Sophia, l'androide concepito per l'assistenza umana, verso la produzione di massa
Robot controllati in VR: Reachy di Pollen Robotics fa faville
Robot controllati in VR: Reachy di Pollen Robotics fa faville
Il volo dei bombi: potrebbe ispirare le future generazioni di droni
Il volo dei bombi: potrebbe ispirare le future generazioni di droni
Adidas lancia Strung, la scarpa che strizza l'occhio al merletto
Adidas lancia Strung, la scarpa che strizza l'occhio al merletto
Robot che pensano come umani mentre cercano oggetti
Robot che pensano come umani mentre cercano oggetti