Orsi ed elefanti resistono bene al cambiamento climatico

3 mesi fa

orso ed elefante

Uno studio recente spiega che gli orsi e gli elefanti sono i mammiferi più longevi. Inoltre, sono anche coloro che rispondono meglio agli eventi metereologici estremi e al repentino cambiamento climatico. Ecco che queste sono le principali cause per cui gli habitat stanno cambiando. Prima allagamenti di forti piogge e poi forte siccità.

A questi fenomeni ogni specie reagisce in maniera diversa. I ricercatori hanno raccolto i dati su 157 specie di mammiferi di varia taglia comparandoli al clima dei loro habitat in 10 anni. In special modo su siccità e forti piogge. I topi, gli opossum e i woylia (rari marsupiali) sono i primi a soccombere ai fenomeni atmosferici estremi. In particolare, i woylia a causa delle piogge torrenziali si ritrovano le tane allagate e distrutti i pochi rifugi che hanno. Questo è uno svantaggio, ma dall’altra sapere che gli animali di grossa taglia, citati sopra, sono al sicuro dai cambiamenti climatici dà sollievo al cuore.

Gli animali grandi resistono meglio al cambiamento climatico perché figliando poco, possono rivolgere i loro sforzi di riproduzione nella ricerca del cibo. Purtroppo invece i piccoli animali come anche volpi, ermellini, lemming e scoiattoli soffrono davvero tanto la distruzione fisica degli habitat e le perturbazioni atmosferiche.

 

 

Gli uccelli migrano sempre prima, colpa del cambiamento climatico
Gli uccelli migrano sempre prima, colpa del cambiamento climatico
Kenya: cucciolo per l'elefantessa salvata dallo Sheldrick Wildlife Trust
Kenya: cucciolo per l'elefantessa salvata dallo Sheldrick Wildlife Trust
Giraffe ed elefanti: visti in un parcheggio a Brescia
Giraffe ed elefanti: visti in un parcheggio a Brescia
Pinguini imperatore: rischiano l’estinzione
Pinguini imperatore: rischiano l’estinzione
Capre e pecore: in lotta sulle montagne per il cambiamento climatico
Capre e pecore: in lotta sulle montagne per il cambiamento climatico
Coralli: metà sarà a rischio estinzione entro il 2035
Coralli: metà sarà a rischio estinzione entro il 2035
Cambiamento climatico: responsabile delle migrazioni anticipate
Cambiamento climatico: responsabile delle migrazioni anticipate

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.