Hasbro vince una battaglia legale contro i cloni dei Transformers in Cina #LegaNerd
di
ToyBot ToyBot
3

Dopo le recenti vittorie di Lego contro alcuni famosi cloni in Cina, è la volta pure per Hasbro di portare a casa una vittoria in questo gioco che va avanti da troppo tempo, vincendo una causa contro una azienda che produceva copie contraffatte dei Transformers.

Chi non disdegna i “non-proprio-i-transformers-ma-quasi” di terze parti, tende a difenderli dicendo cose come “se ad Hasbro importasse davvero che facciano qualcosa in merito” oppure “beh ma sono legali in Cina, là le cose sono più rilassate…”.

Ma non è mai stato del tutto vero: abbiamo infatti già visto Hasbro cercare di intervenire come quando ne vietò la vendita al BotCon o quando richiese la rimozione della sua immagine dai siti di notizie mentre in Cina si proteggevano i marchi di palesi copie contraffatte dei nostri amati robottoni.

E questo ci porta a questo articolo: Hasbro ha infatti annunciato sul proprio sito di essere riuscita a difendere con successo il suo marchio Transformers in un caso di contraffazione criminale, proprio in un tribunale cinese. Hasbro afferma che questo è solo il più recente di una serie di casi simili e che molti altri seguiranno questo stesso nuovo corso. In questo particolare caso, tre imputati sono stati dichiarati colpevoli, tra cui due persone (senza nome specificato) che sono state incarcerate e multate e una società (non qui identificata) che è stata anch’essa multata e chiusa.

Di seguito riportiamo il comunicato stampa completo di Hasbro (non è molto lungo o dettagliato). Ci rendiamo conto che questo è un argomento molto dibattuto, quindi riportiamo qui soltanto i fatti, anche se la nostra etica ci ha sempre posti dal lato del giusto, come ci insegna Optimus Prime.

 

PAWTUCKET, R.I.—December 20, 2018– The Chinese court in Dongguan city of Guangdong Province has issued a judgment favorable to Hasbro, Inc. (NASDAQ: HAS) in a criminal case involving counterfeit TRANSFORMERS products.Hasbro initiated an administrative raid action in 2017, which was transferred to the Public Security Bureau (PSB) due to the volume of counterfeit product and seriousness of the case. After a thorough investigation, three separate defendants, including two individuals and one corporate defendant, were found guilty of counterfeiting Hasbro’s trademarks and fined by the court, and the two individuals were sentenced to jail time. Thousands of counterfeit TRANSFORMERS products were confiscated and destroyed.

With strong support from various Chinese authorities, Hasbro has initiated many actions to enforce its intellectual property rights in China, and this is the latest of several criminal judgments involving counterfeit Hasbro products issued by Chinese courts in recent years.

“We take the protection of our intellectual property very seriously, and we will continue to investigate and pursue those who infringe on our rights,” said Tarrant Sibley, Hasbro’s Chief Legal Officer. “We are pleased with the ruling in this case, and will continue to vigorously enforce our intellectual property rights to combat the manufacturing and distribution of counterfeit products.”

 

 

E allora chiudiamo pure con un frame di Transformers4 con lo stesso Optimus Prime che cavalca Grimlock in versione T-Rex. Cosa c’entra, voi dite? Nulla di specifico in realtà ma è di un’epicità che non può essere tralasciata e ci da la carica quando sentiamo queste vittorie sui cloni tanto discussi.

 

 

Aree Tematiche
Action Figures Games News ToyCult Toys
Tag
mercoledì 16 gennaio 2019 - 13:07
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd