SELECT

I Doni della Morte

8 anni fa

12 minuti

I Doni della Morte

Quando mostri enormi arrivano da un altro mondo per distruggerci l’unico modo di difendersi è menarli in maniera ignorante con dei robottoni. Questa lezione la conosciamo tutti essendo cresciuti a pane e Daitarn 3.

Ma chi non era bambino negli anni ’80 primi anni ’90 magari non ne ha idea e quando vede mostri enormi la prima cosa che pensa è: costruiamo un muro!

I muri sono cose molto belle, i muri enormi poi sono cose fighissime!

Ora, i muri sono cose molto belle, i muri enormi poi sono cose fighissime! Il muro enorme è uno dei pochi motivi per il quale seguo Attack on Titan (oltre ai titani e alla speranza di un po’ di fanservice su Mikasa), ma i muri non sono sempre delle belle idee e, soprattutto, i muri enormi costano un sacco.

Bellezza, costo, mostri enormi e menare ignorante, ottimi ingredienti per una novella puntata di #Nerdeconomy – modellizzazioni semiserie nel mondo nerd.

Quindi oggi parleremo proprio di muri e in particolare del muro di Pacific Rim.

 

 

 

nerdeconomy2

 

 

 

Anti-Kaiju_Wall_Concept_02

Quando andai a vedere il documentario di Pacific Rim al cinema mi chiesi quanto potesse costare difendere la terra dai mostri.

Ricordo che quando andai a vedere il documentario di Pacific Rim al cinema mi chiesi quanto potesse costare difendere la terra dai mostri.

E non tanto per i robottoni, che tanto gli darei qualsiasi cifra per vederli menare ignorante i mostri, quanto per il muro che l’umanità vuole costruire per tener fuori i Kaiju.

(Ovviamente tutte queste domande vennero molto dopo, esaurita l’eccitazione per il film a forza di mimarne le scene nel parcheggio).

Una grande opera, molto figa senza dubbio, ma di sicuro costosa.

Ora, in realtà il problema non è che si pone: qua si tratta di salvare la razza umana, quindi che si spenda pure, quello che ci chiediamo oggi è invece: siamo sicuri che il costo-beneficio sia così vantaggioso?

 

 

 

Il Muro Anti-Kaiju

Ipotizziamo intanto che fare un muro simile sia un buona idea (e non che un kaiju te lo butti giù a sputi alla prima occasione), e che quindi ci si dia da fare per costruirlo.

Quanto è grosso questo muro?

Nota: da qui in avanti, vista la curiosa scarsità di informazioni, ho usato il principio della prudenza, quindi mi sono tenuto molto basso in ogni stima.

Internet è stranamente parca di informazioni quindi dobbiamo affidarci a google image.

A un certo punto un Kaiju sfonda il muro nei pressi di Sidney.

PACIFIC RIM

Ora l’immagine è poco chiara ma prendiamola per buona e diciamo che il muro è alto circa quanto il Kaiju (che è alto 90m), allora già qui un po’ sono perplesso in quanto ci sono kaiju alti fino a 134 metri che il muro potrebbero scavalcarlo (e kaiju che volano…) ma facciamo finta che gli architetti abbiano deciso che va bene così.

Nota: quando si fa un’opera di merda è sempre colpa di quei finti-ingegneri degli architetti.

Sempre dalla figura ho inventato stimato un po’ di valori, ammetto candidamente di averlo fatto in maniera del tutto arbitraria ma i calcoli si possono rifare con altri valori (inoltre a fine articolo c’è un forte downgrade che dovrebbe coprire eventuali approssimazioni sbagliate).

In ogni caso ho stimato un muro diviso in due sezioni:

a) Sezione basale alta circa 30 metri e larga 50
b) Sezione superiore alta circa 60 metri e larga 30
c) Patata

Bene, ma quanto è lungo il muro anti-kaiju?

Dunque pare che il muro debba difendere tutto l’anello del Pacifico, ma ovviamente è una fesseria!

Che vorrebbe difendere tutte quelle isolette sfigate dell’Indonesia?

Fosse per me mollerei pure l’Australia e porterei tutta la popolazione dove è più facile proteggerla!

Ma si vede che non hanno chiesto alcun parere a ingegneri logistici prima di costruire.

Per i miei calcoli ho quindi stabilito che il muro proteggesse:

  • Il lato est dell’Australia (figura)
  • Vietnam, Cina, Korea
  • Giappone
  • Costa Ovest degli Stati Uniti (figura)
  • Costa Ovest del Messico
  • Costa Ovest del Sud America

 

Anti-Kajiu-Wall

 

Ho lasciato fuori la Russia (“oddio un kaiju sta devastando un territorio vuoto presto facciamo qualcosa!!”), gli staterelli sfigati del Centro America (“oddio il kaiju devasterà una favelas… ah no ha scavalcato e ora è nell’Atlantico”) e l’Alaska (“oddio un kaiju devasterà la regione e ucciderà tutti e 11 gli abitanti!!”).

Spoiler
Li ho lasciati fuori perché sarei diventato scemo a calcolarli e quindi in un ottica di stime al ribasso li ho tagliati, considerate che il muro sarebbe decisamente molto più lungo.
Patata.

Il totale l’ho calcolato con google maps e con questa simpatica pagina di wiki il totale è di 77.021 Km.

È davvero un bel muretto!

Va bene ora che abbiamo stimato quanto è grosso stimiamo quanta roba serve per costruirlo.

Allora tenendo buoni i dati di cui sopra abbiamo 254.169.300.000 mc di cemento armato necessari alla costruzione.

Da qui in avanti mi sono avvalso dei potenti mezzi di @joellevd che è un ingegnere edile e quindi sa meglio di me quanto costa fare le cose che stanno in piedi.

Nota: ingegnere non architetto, possiamo fidarci.

Anche lei si è tenuta bassa con le stime, non ha considerato il fatto che parte del muro sia da costruire in acqua, che ci vadano chilometri di strade nuove per portare miliardi di tonnellate di materiale, che ci sia una progettazione dietro, un livellamento di alcune aree, un innalzamento di altre, patata, i cassoni di versamento per fare blocchi di cemento da 90 metri etc.

Ha calcolato i costi solo in base alle materie prime, alla manodopera e alle spese generali di costruzione.

Non ha nemmeno messo l’Iva, non so se è perché il muro debba servire a salvare il mondo o se perché vuole evadere…

In ogni caso il costo di messa in posa per ogni metro di muro è di 4620 euro (ricordo che è un muro alto 90 metri in cemento armato), facciamo 4600.

Quindi il costo del muro è di: 1.169.178.780.000.000 euro.

Nota: perchè non si usano i robottoni per costruire il muro e si fa fare tutto alla bassa manovalanza? Sto muro puzza sempre di più di opera progettata da architetti…

 

 

Anti-Kaiju_Wall_Concept

 

 

 

Per una Nuova Politica Criminale

Ora però ci troviamo davanti a una delle più grandi obiezioni dell’economia: “Si, e quindi?”.

In effetti stiamo sempre a salvare il mondo no?
Che sarà mai un milione di miliardi?

Ma proviamo a spingerci oltre.

Ricordiamo che il muro anti-kaiju è stato costruito perché il programma Jaeger costava troppo.

Wow!

E allora quando diavolo costava questo programma Jaeger?
Dieci volte tanto? Venti volte tanto?

Non ne ho idea, ma sempre per il principio di prudenza diciamo che costasse solo due volte tanto.
Quindi circa 2.338.357.560.000.000 di euri.

Da qui è facile capire quanto costi circa uno Jaeger.
Al suo massimo splendore il programma Jaeger contava 30 Jaeger attivi (io ne ho contati 23, ma come al solito stiamo larghi), facciamo i conti della serva e diciamo che ogni robbottone costasse sui 77.945.252.000.000 euri.
Sono 78 mila miliardi di euri, a termine di paragone una portaerei nucleare costa circa 4,5 miliardi di dollari.

In effetti sono dei bei soldi, anche io mi sarei fatto due domande su come tagliare qualche spesa.
Ma tutti sappiamo che a parte i robottoni che menano ignorante non c’è difesa per l’umanità a fronte di un attacco alieno (al netto di una corazzata spaziale), ed è una cosa che sa anche il Generale Pentecost (classe 1980) che infatti continua a tenere in attività 4 Jaeger nonostante il taglio dei fondi.

Come fa?

Con il mercato nero!
Ossia permette a certi contrabbandieri di rivendersi i pezzi di Kaiju e lui si prende una fetta degli introiti.

Che fetta? Il 5%? il 10%?
Di nuovo, non è dato di saperlo.
Ma come al solito voliamo alto: diciamo 25% per voltarsi dall’altra parte mentre i banditi rubacchiavano i resti del Kaiju di turno.

Ora da questo accordo il buon Pentecost ottiene danaro per far funzionare 4 Jaeger, aka ricava circa 311.781.008.000.000 di euri.
Bhe in effetti è una cifra un po’ troppo alta, dopotutto i Jaeger erano già costruiti andavano solo mantenuti e potenziati, diciamo che gli bastasse un quinto di questa somma per fare ciò, quindi diciamo 62.356.201.600.000 di euri.

Sono comunque un bel po’ di soldi.

Ora io non so voi, ma secondo me per gestire un tale flusso di denaro proveniente da attività illegali devi essere molto bravo.
Fate conto che si stima che il fatturato del mercato mondiale della droga si aggiri intorno ai 320 miliardi di dollari (dati 2003), il buon Pentecost ne gestisce 62.000 di miliardi, da solo.
Ma potrebbe benissimo essere, dopotutto non sei l’ultimo arrivato se meni ignorante i mostri con robot giganti, il buon Pentecost avrà un’efficiente rete di riciclaggio.
Verrebbe da chiedersi quanta criminalità e quanta violenza vive introno a questo traffico, quante sparatorie, omicidi e massacri.
Ma qui si parla di economia non di morale (quella la lasciamo agli elfi hippie).

La domanda che invece si pone l’economia è: ma allora, quanto diavolo vale un Kaiju?

 

 

 

I Doni dei Kaiju

Se un quarto degli introiti del mercato nero finiscono nelle (capienti) tasche di Pentecost, l’intero mercato nero dei Kaiju varrà circa 249.424.806.400.000 euri, ossia quasi 250.000 miliardi di euri.

Bene, Pentecost ha iniziato a sfruttare questa fonte quando i rubinetti dell’UN si sono chiusi.
Ipotizziamo che si fosse preparato e che quindi da quando il suo progetto è stato bloccato ed è partito il muro lui sia stato subito in grado di fatturare.

Grazie alla Timeline degli attacchi Kaiju sappiamo che dal taglio di fondi alla fine della guerra gli Jaeger hanno sconfitto 14 Kaiju, diciamo che il buon Pentecost li abbia fatti abbattere tutti sulla costa e li abbia passati ai suoi amichetti.

Quindi un Kaiju vale circa 17.816.057.600.000 euri.

Manteniamoci larghi come al solito, ipotizziamo che ogni singola parte del Kaiju possa essere venduta (anche lo scheletro invece che lasciarlo a Honk Kong).
Un Kaiju pesa circa 2600 tonnellate (ho preso quello più grosso come al solito), facciamo due conti e cosa otteniamo?

Che un grammo di Kaiju vale circa 6850 euri.
A titolo di paragone un grammo d’oro vale circa 30 euri.

 

 

 

Conclusioni

Come detto i calcoli hanno grossissime approssimazioni, ma anche se mi fossi sbagliato tantissimo nonostante tutte le approssimazioni al ribasso e il valore finale fosse un centesimo di quella cifra, rimarrebbe il fatto che un grammo di Kaiju vale il doppio di un grammo d’oro.

Questo ci porta  a una serie di domande.

  1. Perché i corpi dei mostri sono abbandonati dopo gli scontri con i Jaeger? Dico, siamo scemi?!
  2. Perché vogliamo tenere i Kaiju lontani? Perché vogliamo chiudere la falla? Non è un portale di invasione è una maledetta miniera d’oro!
  3. Perché i cittadini di Honk Kong non si grattano un paio di etti di osso dallo scheletro che hanno in città e non vivono da nababbi?
  4. Quattro? (Patata)

Ma soprattutto, perché gli alieni ci mandano camionate d’oro formato mostro?

Se davvero fosse un’invasione sarebbe meglio mandarli tutti assieme no?

Avete mai visto gli USA mandare un solo bombardiere, poi un altro, poi due, poi altri due… No ne mandano una flotta e via.

Lasciamo perdere le speculazioni dei due “nerd” e il celolunghismo dei militari americani e mettiamoci nei panni degli alieni.

“Maestà abbiamo appena scoperto una nuova civiltà dove pensavamo che non ci fosse vita! Cosa dobbiamo fare?”

“Una razza aliena intelligente! Ma è ovvio! Dobbiamo assolutamente andare a conoscerli! Potremmo commerciare con loro, potremmo diventare amici!”

“Giusto Maestà! Però… però magari quelli sono dei violenti, magari ci vogliono menare ignorante…”

“Hai ragione… mmm…”

“Idea! Faremo loro un dono, i doni aiutano le trattative!
Regaleremo loro qualcosa di prezioso così che capiscano che siamo brave persone e che possiamo fare affari assieme.
Doniamogli uno dei nostri animali bio-ingegnerizzati che valgono un sacco di soldi!”

“Bravo!”

“Giusto!”

“Dai che magari scambiamo pidocchi di Kaiju per Playstation!”

E il primo Kaiju parte per la Terra.

“Maestà gli umani hanno ammazzato il nostro dono e se ne sono sbattuti.”

“Cavolo… Deve essere perché il dono non era abbastanza, forse li abbiamo offesi facendo la figura dei genovesi… Mandate loro un altro dono!”

E il secondo Kaiju parte per la Terra.

“Maestà niente da fare, ci sputano sopra ai nostri doni!”

“Maledizione! Basta così! Manderemo un dono più grande, un Kaiju enorme!”

E i Kaiju grossi partono per la terra.

“Maestà non funziona nulla, mandiamo doni sempre più grossi fino alle loro città, li consegniamo più puntuali di Amazon ma niente non sappiamo più che fare!”

“Ok, sono chiaramente una razza molto ricca o molto avida, ma facciamo un ultimo tentativo, mandiamo loro non uno, non due ma ben tre Kaiju in dono!”

“Maestà ma è sicuro? Tre Kaiju grossi? Sono un mucchio di soldi!”

“Non importa, cosa è il danaro di fronte alla possibilità di una pace duratura e ricca di benefici con un’altra razza?”

“Ha ragione Maestà, questa volta non potranno che essere sorpresi dalla nostra prodigalità!”

E tre Kaiju partono per la Terra.

“Consiglieri vi prego, ditemi ha funzionato.”

“Si Maestà ha funzionato! Gli umani ci stanno mandando indietro un dono pure loro!”

“Eccellente! Lo sapevo che alla fine la diplomazia paga! Che cos’è? Che cos’è? Sono curioso!”

“Pazienti maestà sta attraversando il portale proprio adesso…
Eccolo! Sembra… sembra…”

Addio nobile civiltà aliena, e grazie per tutto il Kaiju.

Per finire pensiero personale che non toglie nulla alla comprensione dell’articolo, lo metto sotto spoiler.

Spoiler
Patata

Un ringraziamento speciale @joellevd per i calcoli di costo (e per non avermi mandato a stendere).

Playstation 5 DualSense Controller da vicino
Playstation 5 DualSense Controller da vicino
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
La Fotografia al Collodio-Umido
La Fotografia al Collodio-Umido
I Ponti del Diavolo
I Ponti del Diavolo
Il Crazy Horse Memorial
Il Crazy Horse Memorial
Giorgio Cavazzano
Giorgio Cavazzano
Il mio primo viaggio a Tokyo
Il mio primo viaggio a Tokyo