L’arte del Keygen

10 anni fa

I Keygen, come tutti saprete, sono generatori di codici licenza per attivare in modo fraudolento programmi che sarebbero normalmente a pagamento. Esistono praticamente da quando è stato inventato il Software.

Il merito della loro diffusione si deve sopratutto al lavoro del team Razor 1911
Il merito della loro diffusione si deve sopratutto al lavoro del team Razor 1911 che, all’attivo da Ottobre del 1985, è considerato il più antico gruppo di pirateria di videogiochi presente su Internet.

Per creare un Keygen il Cracker deve inanzitutto disassemblare il codice del programma interessato, trovare l’algoritmo per la generazione dei codici di attivazione tramite specifici programmi, e infine creare un generatore con le istruzioni dell’algoritmo ottenuto.

Ma non finisce qui, infatti al Cracker sono spesso affiancati (ma non è escluso che possa essere un unico individuo) programmatori, grafici e musicisti addetti a rendere il prodotto finale più piacevole per l’utilizzatore. In alcuni casi delle vere opere d’arte.

Quanti di noi sono stati deliziati dalle gloriose note di Orion quando volevano masterizzarsi un CD con Nero nei primi anni 2000, oppure dall’accativante grafica di Paradox per portarsi a casa quel famigerato Photoshop.

Purtroppo questa arte sembra stare lentamente scomparendo, lasciando spazio al più pratico e sicuro (talvolta i keygen possono contenere malware) DLL dropper, ma se siete dei nostalgici, dei fanatici, o semplici amanti del Chiptune su KeygenJukebox (già segnalato qui dal Boss) troverete un’ottima libreria con tutte le musiche.

Keygen (wikipedia.org)
Keygen Jukebox (keygenjukebox.com)

Gli hacker che hanno preso il controllo di Twitter erano dei ragazzini, ci è andata di lusso
Gli hacker che hanno preso il controllo di Twitter erano dei ragazzini, ci è andata di lusso
Ripple, Youtube, le truffe e le responsabilità delle piattaforme
Ripple, Youtube, le truffe e le responsabilità delle piattaforme
SurfingAttack, l'attacco informatico che sfrutta ultrasuoni e assistenti vocali
SurfingAttack, l'attacco informatico che sfrutta ultrasuoni e assistenti vocali
Les Hackers 1834
Les Hackers 1834
Cybersecurity: in Italia c'è ancora molto da fare
Cybersecurity: in Italia c'è ancora molto da fare
L'Hacking in Mr. Robot
L'Hacking in Mr. Robot
Gmail, Outlook, Yahoo Mail e Mail.ru violati da un hacker russo
Gmail, Outlook, Yahoo Mail e Mail.ru violati da un hacker russo

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.