RECENSIONE

La bacchetta che non ti aspetti, cambio retrò per bicicletta rivisitato by PRO3

24 Settembre 2012


Passeggiando in quel di Maranello, passando di fronte alla fabbrica della Ferrari per vedere se ci fosse stata una macchina da ammirare, mi sono imbattuto in un negozio di biciclette, PRO3 bike, e incuriosito ho guardato la loro vetrina. Con estremo stupore, ho ammirato quella che pensavo fosse una fixed, ma che in realtà -ho scoperto poi- non essere così.
Sono entrato e ho cominciato a guardare.
Da quel che posso ammirare, la bicicletta è molto pulita nelle linee, con un colore curioso, come fosse un cancello (addirittura ruvida), fasciature, sella, catena, tutte verdi, poi… una bacchetta!?
E che è sta roba?
Un cambio! Sempre più incuriosito ho cominciato ad armeggiare col suddetto.

Il funzionamento

La bacchetta è collegata ad un mozzo Shimano Nexus, tramite l’apposito cambio, e funziona svitando la bacchetta, tirandola su e riavvitandola, per un totale di tre velocità.
Il mozzo a cui è fissato il cambio è inoltre a dotato di un freno a contropedale, stile “Torpedo”, per poter quindi rallentare anche senza mostrare i freni, come nelle nostre amate fixie, ma con il vantaggio dei rapporti.

Curiosità

I proprietari dell’officina mi han raccontato di essersi ispirati ad un vecchio cambio Campagnolo, per l’esattezza il “Parigi-Roubeaux”, il primo cambio della storia del ciclismo moderno!

Il prezzo

Ho chiesto infine per il prezzo, che sinceramente mi sembra abbordabile, ovvero 150€ ca. per il sistema cambio, e 750€ per il mezzo completo!

Fonti: Facebook, pro3 bike, facebook (per le foto), io

Per Vedere i prodotti di pro3: PRO3 su Facebook

Aree Tematiche
Idee Meccanica Recensioni Sport
Tag
lunedì 24 settembre 2012 - 10:54
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd