Star Wars: Rogue Squadron

9 anni fa

Dicembre 1998, Factor 5 e LucasArts decidono di togliere un anno alla mia vita rilasciando Star Wars: Rogue Squadron.

Vincitore dell'Origins Award come Miglior Gioco per Computer del 1998, Rogue spaccava sotto tutti i punti di vista.

Gameplay impeccabile, difficoltà medio alta, la possibilità di guidare metà del parco navi della Vecchia Trilogia e di prendere parte a missioni inedite collocate fra Una nuova speranza e L’Impero colpisce ancora, rendevano l’esperienza unica e il gameplay decisamente addicting.

Il gioco ha avuto anche due seguiti, non più disponibili per Pc, e che personalmente non ho avuto modo di giocare. La saga è continuata infatti su Gamecube con Rogue Squadron II: Rogue Leader e Rogue Squadron III: Rebel Strike.

Avviso. La lista dei livelli, sotto il more, potrebbe causare nei più un’ondata nostalgica e pianto a dirotto.

[more]

Capitolo I

Ambush at Mos Eisley
Rendezvous on Barkesh
The search for the Nonnah
Defection at Corellia
Liberation of Gerrard V

Capitolo II

The Jade Moon
Imperial Construction Yards
Assault on Kile II
Rescue on Kessel
Prisons of Kessel

Capitolo III

Battle Above Taloraan
Escape from Fest
Blockade on Chandrila
Raid on Sullust
Moff Seerdon’s Revenge (ziopovero)

Capitolo IV

The Battle of Calamari
Livelli segreti
Beggar’s Canyon
The Death Star Trench Run
The Battle of Hoth
[/more]

Gameplay


Rogue, pur non tradendo la sua natura arcade veloce e frenetica, poneva una lista di obiettivi che dovevano essere rispettati nella loro totalità se si voleva avere accesso al livello successivo.

La struttura dei livelli si basava su missioni e obiettivi precisi assegnati di volta in volta. La morte avveniva per danneggiamento del velivolo, per obiettivi mancati o per la perdita di compagni di squadra.
Gli obiettivi ruotavano grossomodo attorno alle categorie di trova e distruggi e trova e proteggi.

Le abilità del giocatore venivano monitorate durante il gioco, fornendo statistiche basate grossomodo su tre medaglie, bronzo argento e oro, e ogni benchmark era diviso secondo il tempo di completamento, nemici uccisi, precisione nei colpi, numero di veicoli e strutture amiche salvato e numero di bonus raccolti.

Ho un bell’hangar tutto per me…

… e cinque navi ufficiali, più quattro sbloccabili da cheats e… poteva mancare il Falcon? Rigiocai due volte il gioco solo per bullarmi dall’abitacolo (e rendermi conto di quanto fosse sproporzionato e difficile da pilotare)

Nell’ordine.

X-wing
A-wing
Y-wing
T-47 airspeeder (Snowspeeder)
V-wing
T-16 Skyhopper*
Millennium Falcon**
TIE interceptor*
1969 Buick Electra* (dafuq)
Naboo N-1 Starfighter*
*Richiedono un codice (o trucco) per essere sbloccate.
**Richiede un codice per essere sboccato oppure un alto punteggio.

Fra le navi nemiche, un intero esercito: Caccia e Bombardieri TIE, AT-AT, AT-ST, AT-PT (bastardi) e chi più ne ha più ne metta. Ogni artefatto o struttura imperiale, torrette laser, generatori di scudi, poteva essere distrutta, con gioia del player e del sottoscritto!

[GnL] – Giochi nella Leggenda è una rubrica che parla dei giochi che hanno fatto la storia nel mondo dei computer e delle console.

Cyberpunk 2077 si mostra in video su PS4 Pro e PS5
Cyberpunk 2077 si mostra in video su PS4 Pro e PS5
Star Wars: Squadrons, la recensione
Star Wars: Squadrons, la recensione
Star Wars Squadrons, nuovo gameplay trailer dall'Opening Night Live
Star Wars Squadrons, nuovo gameplay trailer dall'Opening Night Live
Star Wars: Squadrons, rivelata la data d'uscita nel primo trailer
Star Wars: Squadrons, rivelata la data d'uscita nel primo trailer
Star Wars: Squadrons sarà presentato ufficialmente oggi alle 17:00
Star Wars: Squadrons sarà presentato ufficialmente oggi alle 17:00
Star Wars Squadrons: un leak è comparso sullo store americano Xbox
Star Wars Squadrons: un leak è comparso sullo store americano Xbox
Recensione Star Wars Jedi: Fallen Order - C’è stato un risveglio
Recensione Star Wars Jedi: Fallen Order - C’è stato un risveglio