Apple rischia di perdere 1,6 miliardi di dollari per l’iPad

9 anni fa

We have prepared well for a long-term legal battle.

Proview Technology, un’azienda di Hong Kong che attualmente utilizza il nome iPad per molti dei sui prodotti come monitor e computer, “rischia” di vincere una causa legale che porterebbe nelle proprie casse una cifra che si aggira intorno al miliardo e mezzo di dollari, grazie a una presunta violazione del copyright perpetuata dalla casa di Cupertino con il suo tablet.

E non è finita qui.

Già, perché la Proview pretende anche le scuse officiali da parte di Apple, le quali potrebbero avere addirittura un gravo morale maggiore rispetto alla sola pena pecuniaria, visto e considerando le fervide battaglie legali della Mela intraprese per casi simili.

La Proview International, che possiede filiali Proview Technology a Shenzhen e Proview Electronics a Taiwan, aveva inizialmente registrato il marchio ‘iPad’ a Taiwan nel 2000 e in Cina continentale nel 2001. Proview ha poi citato in giudizio Apple nel 2011, la quale rispose con una contro-accusa, perdendo però la causa nei tribunali cinesi.
Secondo le constatazioni della Corte, Apple potrebbe essere multata dunque per una cifra compresa tra 38 milioni e 1,6 miliardi di dollari, ovvero l’intera cifra chiesta da Proview.

via

Apple, 200 milioni per il rimboschimento
Apple, 200 milioni per il rimboschimento
Apple porta in tribunale un ex-dipendente spifferone
Apple porta in tribunale un ex-dipendente spifferone
La Cina lancia il "passaporto vaccinale" e vuole coinvolgere altre nazioni
La Cina lancia il "passaporto vaccinale" e vuole coinvolgere altre nazioni
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Nomadland censurato in Cina per dei commenti passati di Chloé Zhao
Facebook, ora la battaglia per le news si sposta in Europa
Facebook, ora la battaglia per le news si sposta in Europa
L'Intelligence USA accusa la Cina di voler rubare il DNA americano
L'Intelligence USA accusa la Cina di voler rubare il DNA americano
Invasione di locuste: ecco i dati aggiornati
Invasione di locuste: ecco i dati aggiornati