La Ducati e la sfida della Multistrada 1200 #LegaNerd

In questo articolo parlerò di una moto che ha segnato una vera e propria rivoluzione nella casa di Borgo Panigale: la seconda versione della Multistrada 1200, uscito nel 2010, che ha dato sia una svolta nella maniera di intendere le moto on road/off road sia ha rappresentato una sfida per le strategie di mercato di una azienda come Ducati.

Innanzitutto perchè proprio Multistrada come nome?
Questo deriva dalla straordinaria capacità della moto di adattarsi alle più diverse esigenze di guida. Ducati ha plasmato un mezzo capace di fornire le peculiarità di guida di quattro diverse moto in una soltanto: sportiva, cittadina, granturismo ed enduro in un solo mezzo.

Brevi informazioni sulla produzione

La Multistrada venne prodotta dalla Ducati a partire dal 2003 con l’uscita della prima serie. Dopo alcuni accorgimenti apportati dalla casa, escono sul mercato nel corso dei successivi 6 anni degli aggiornamenti a livello di motore (presentata inizialmente con una motorizzazione di 1000cc venne affiancata successivamente dalle versioni 620cc nel 2005, 1100cc nel 2007). La produzione della prima serie si fermò al 2009.

Nel 2010 si ha però il salto di qualità assoluto; viene presentata la nuova Multistrada 1200, uscita nelle versioni:

– Base
– S Sport
– S Touring

I modelli S si differenziano sostanzialmente dal modello base per il sistema DES (Ducati Electronic Suspension), per l'ABS, per alcuni elementi in carbonio (versione S Sport), per il kit manopole riscaldate-borse laterali-cavalletto centrale (versione S Touring).
Inoltre la versione S Sport è disponibile in edizione speciale con una particolare carrozzeria (versione S Pikes Peak).

E’ disponibile nei colori rosso e bianco.

L’unica nota dolente è il prezzo, che parte da 15.900 euro per la versione base fino ai 19.000 euro della versione S Touring accessoriata.

(per specifiche maggiori sulle differenza fra le tre versioni andate qui)

Caratteristiche tecniche

Ecco le principali caratteristiche:
Motore: 1200cc bicilindrico a L, con quattro valvole per cilindro (Distribuzione Desmodromica)
Potenza: 150 CV (110,3 kW)
Coppia: 118,7 Nm
Trasmissione: frizione in bagno d’olio
Cambio: sei rapporti
Freni: Brembo
Sospensioni: Ohlins
Capacità serbatoio: 20 l
Peso a secco: 192 kg

La Rivoluzione

La vera rivoluzione proposta dalla Multistrada si chiama RIDING MODE, un complesso sistema elettronico che trasforma la moto in 4 mezzi differenti: uno per districarsi in città (Urban), uno per affrontare le curve più impegnative (Sport), uno per viaggiare comodi (Confort) e l’ultimo per esplorare i percorsi non asfaltati (Enduro). Tutto questo con un semplice click.

Questo cambiamento della Multistrada 1200 è magistralmente spiegata nel video postato sopra: premetto, è molto lungo, quasi 45 minuti, ma ne vale la pena!
In questo interessantissimo filmato di Megafabbriche è possibile guardare più da vicino la Ducati, conoscere meglio tutte le caratteristiche e la versatilità della nuova Multistrada e soprattutto capire quali scelte hanno indotto l’azienda bolognese a puntare su una moto come questa.

Ducati Multistrada 1200 è stata eletta nel 2011 per il secondo anno consecutivo Moto Migliore dell’Anno (sezione Best Open Streetbike) dalla più prestigiosa rivista motociclistica americana, la Cycle World.
Inoltre è risultata la seconda moto più venduta del 2011 (preceduta solo dalla BMW R 1200 GS).

Non posso che augurarvi buona visione.

Fonti e Appronfondimenti:

http://www.ducati.it/moto/multistrada/1200/index.do
http://www.ducatimultistrada.it/
http://www.moto.it/prove/ducati-multistrada-1200_1.html
http://freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=19663&f=19663

Aree Tematiche
Auto & Moto Meccanica
Tag
domenica 15 gennaio 2012 - 21:45
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd