Bim Bum Bam anno 1984

9 anni fa

5 minuti

Riprende la serie dedicata alle video sigle dei cartoni animati trasmessi sullo storico contenitore per ragazzi Bim Bum Bam; ringrazio il buon @netstorm per avermi concesso la possibilità di assisterlo nel rispolvero di alcuni dei più bei cartoni della mia e vostra infanzia.

Il Tulipano Nero


Dopo il successo di Lady Oscar nel 1982, segue un altro cartone di ambientazione storica nel periodo della rivoluzione francese, ma mentre il primo ha come sfondo gli intrighi di corte della reggia di Versailles, il secondo mette al centro della trama i problemi e la conseguente ribellione del popolo.
Il titolo più corretto sarebbe “La Stella della Senna”, in quanto è il nome dell’eroina del cartone e letteralmente la traduzione del titolo giapponese (ラ・セーヌの星, Ra・Sēnu no Hoshi), ma a noi italiani garba così.

Trama: Simone Lorène, una ragazza di 15 anni e figlia di due fiorai parigini, vede scomparire prematuramente i suoi genitori e il conte de Voudrel, che l’aveva presa inspiegabilmente in simpatia diventando suo insegnante nell’arte della spada. Stanca dei soprusi che hanno segnato la morte dei suoi cari ed aiutata dal figlio adottivo del conte, Robert, alias lo spadaccino “Tulipano Nero”, diventerà l’eroina mascherata “Stella della Senna”. Insieme, i due, combatteranno le ingiustizie dei nobili che affliggevano il popolo nella società francese del tempo, fino ad arrivare al culmine dell’evento storico nel giorno della presa della Bastiglia, il 14 Luglio 1789 (tra l’altro nella sigla completa si dice “…il 4 Luglio si arrende il bastione, il 4 Luglio c’è la rivoluzione…”: evidentemente non tornava bene “14 Luglio” nella canzone).
[more]

[/more]

C’era una volta… Pollon


L’anime è tratto dal manga di Azuma Hideo (disegnatore anche di Nanà Supergirl). La serie è una delle più popolari trasmesse in Italia e nel corso degli anni a seguire è stata ripresentata più volte.

Trama: Pollon è l’unica figlia del dio Apollo e vive insieme a tutti gli altri dei sul monte Olimpo, rappresentato come la terra ai giorni nostri con televisione e supermercati. Il desiderio di Pollon è quello di diventare una dea e per farlo dovrà compiere delle buone azioni aiutando il prossimo. Purtroppo, anche se le intenzioni sono buone, spesso finisce per combinare guai, aggravando la situazione del povero malcapitato che è incorso nel tentativo di aiuto. L’allegria fa da padrona nel cartone e anche gli episodi più drammatici della mitologia greca vengono affrontati in modo spiritoso.
[more]

[/more]

Georgie


Anche questo è uno dei cartoni più ritrasmessi dalla tv italiana (ma perché!? Non mi potevano ritrasmettere “I 5 samurai” o qualche cartone più cazzuto!? :facepalm: ). A partire dagli anni 90 furono introdotte delle censure a causa di lamentele sporte dalle associazioni di genitori. Da bambini non ci si rende conto di quanto, a volte, le trame e i temi dei cartoni siano impegnative e anche un po’ tragiche.

Trama: Siamo nella metà del XIX secolo, e l’Australia è ancora una colonia inglese. Durante un terribile temporale il signor Butman prenderà la decisione di adottare la figlia di una donna in fin di vita, probabilmente sfuggita al campo di prigionia. La piccola in fasce è Georgie e crescerà, all’oscuro delle sue origini, insieme al signor Butman, la moglie Mary e i loro figli Abel e Arthur.
La ragazzina passa un’infanzia felice in questo ambiente familiare ma presto nasceranno dei malumori tra Georgie e la madre adottiva, a causa dell’affetto crescente che i fratelli (a conoscenza del fatto che Georgie non è la loro vera sorella) nutrono per lei, sfociato poi in amore. In uno scontro con la madre Georgie viene finalmente a conoscenza della sua natura di figlia adottiva e decide di partire per l’Inghilterra a scoprire chi è veramente suo padre.
[more]

[/more]

Lo specchio magico


Visto nel post precedente Bim Bum Bam anno 1983. Dato che il cartone contava 94 episodi, probabilmente non è bastata una stagione televisiva a trasmetterlo tutto.

Nanà Supergirl


Composto da 39 episodi ciascuno della durata di 24 minuti è stato prodotto dal Kokusai Eigasha e si basa sul manga di Azuma Hideo.

Trama: la giovane Nanà è una ragazza aliena, dotata di superpoteri, caduta per sbaglio sulla terra. I primi ad incontrarla sono Leonetto, uno studente dalla folta chiama rossa, e il fumettista Bobolo. Leonetto, vedendo un’opportunità di far soldi facili, mette su un’agenzia tutto fare sfruttando i poteri di Nanà. Bobolo si innamora a prima vista di Nanà, che a sua volta è segretamente innamorata di Leonetto, il quale è invece esclusivamente preso dal desiderio di arricchirsi. Nel corso degli episodi l’agenzia si imbatte in personaggi strampalati e problemi di tutti i tipi, che daranno vita a situazioni avventurose, divertenti e anche demenziali.
[more]

[/more]

I Puffi


Vedi post precedente. Una delle due sigle dell’84, “Due giovani eroi, John e Solfamì”, è l’unica dei Puffi che non è interpretata da Cristina D’Avena, bensì eseguita da Orchestra e Coro di Augusto Martelli.
[more]

Puffi la la la


[/more]

Fonti: cartonionline.com, Wiki

DyrDoYouRemember è la rubrica che scava nei meandri della tua mente e riporta alla luce ricordi ormai sopiti da tempo.

I principali appuntamenti del 2 novembre / Lucca Comics & Games 2019
I principali appuntamenti del 2 novembre / Lucca Comics & Games 2019
La trappola della nostalgia
La trappola della nostalgia
Cristina D'Avena al Teatro della Luna di Milano
Cristina D'Avena al Teatro della Luna di Milano
La Sagra dei Fumetti e dei Cartoni Animati Report 2016
La Sagra dei Fumetti e dei Cartoni Animati Report 2016
The Line Ep. 28 #NerdWar parte 9
The Line Ep. 28 #NerdWar parte 9
2016, un'estate di cartoni animati vintage
2016, un'estate di cartoni animati vintage
Bim Bum Bam anno 2001/2002
Bim Bum Bam anno 2001/2002