Come far tornare decente Google Reader

10 anni fa

Google ha da poco rilasciato il nuovo redesign di Google Reader che riprende le linee e stile generale introdotto prima su Google+ e quindi su tutti gli altri suoi prodotti.

A me in generale questo nuovo stile piace molto, minimale, bianco e nero, accenti colorati nei posti giusti… è ok.

Non fosse però che stanno facendo un uso eccessivo dello “spazio bianco” che senz’altro aiuta la leggibilità, ma in questo caso uccide gli spazi del sito: su Google Reader lo spazio verticale usato di base è folle, si è lasciato al contenuto veramente troppo poco spazio e su risoluzioni medio basse rimane praticamente mezza pagina per il contenuto, è inaccettabile.

Ecco quindi arrivare in nostro aiuto Stylish, una comodissima estensione per Firefox e per Chrome che ci permette di modificare i CSS di un sito, sostituendoli o integrandoli con nuovi fatti ad hoc.

Stylish per Firefox
Stylish per Chrome

Una volta installato Stylish sul nostro browser preferito ecco che potremo aggiungere uno stile personalizzato per Google Reader, ne stanno arrivando svariati, ma quello che uso io è per ora il più compatto:

Google Reader+ Minimal

Si perde la ricerca, ma a me interessa poco visto che non la uso mai… il risultato sarà un Google Reader bello compatto e molto più incentrato sul contenuto invece che sull’interfaccia.

Tilt Brush, il software per dipingere in VR e in 3D di Google, diventa Open Source
Tilt Brush, il software per dipingere in VR e in 3D di Google, diventa Open Source
Terrapattern, il motore di ricerca per immagini satellitari
Terrapattern, il motore di ricerca per immagini satellitari
Tilt Brush, l'app di Google per disegnare in VR
Tilt Brush, l'app di Google per disegnare in VR
Il nuovo logo di Google
Il nuovo logo di Google
Kerning Conference 2014 Report
Kerning Conference 2014 Report
Motorola seleziona i 10 migliori design per il Moto 360
Motorola seleziona i 10 migliori design per il Moto 360
Cosa abbiamo fatto la scorsa estate secondo Google Maps
Cosa abbiamo fatto la scorsa estate secondo Google Maps