Il mondo di Innistrad

Innistrad, un piano di minaccia e terrore in cui ogni creatura nasconde un aspetto oscuro. Qui vampiri edonistici inseguono le ombre per dissetarsi, mentre la luna piena può trasformare un semplice contadino in un lupo mannaro selvaggio. Meglio rifugiarsi al chiuso, Planeswalker, affinché gli orrori di questo mondo non ti facciano a pezzi.

Il mondo di Magic: the Gathering evolve sempre più in fretta. Dopo l’introduzione dei Punti Planeswalker e l’eliminazione del campionato Cittadino, molti giocatori sono rimasti a bocca aperta.

Per chi fosse rimasto fuori dal Multiverso, il 30 settembre 2011 uscirà Innistrad, la nuova espansione che darà il via alla rotazione del formato Standard, che includerà quindi il blocco di Cicatrici di Mirrodin, il set base Magic 2012 e Innistrad appunto.

Il set porterà con sè una serie di novità non da poco. Innanzi tutto, per la prima volta nella storia di Magic, saranno stampate 20 carte double-faced, ovvero una carta normale davanti, che può essere messa al contrario in seguito ad una trasformazione. Una bella pippa mentare per l’R&D, che da una parte ha trovato una soluzione al poco spazio delle flip card di Kamigawa e dall’altra ha fatto rizzare i peli ai giocatori che usano le bustine (ovvero il 99,9%!). Per fortuna ci viene a salvare una bella pagina di spiegazione per le carte bifronte. Sì, hanno deciso di tradurlo così in italiano. :-(

La seconda grossa novità è la decisione del Design Team (Mark Rosewater (lead), Richard Garfield -sì, quel Richard Garfield-, Jenna Helland, Graeme Hopkins, Tom LaPille) di utilizzare per la prima volta in assoluto un approccio totalmente top-down per la creazione del set. Questo significa che hanno prima creato l’ambientazione e il flavor e solo dopo hanno creato le carte, adattando le meccaniche al design. Il risultato, secondo me, è straordinario.

Ma qual’è questa ambientazione? L’horror classico! Con questa espansione saremo trasportati in un mondo popolato da vampiri, lupi mannari, zombie, spiriti e via dicendo. L’ispirazione è chiaramente rivolta ai grandi classici del genere, come Frankestein, Dracula e via dicendo. Il design da questo punto di vista è stato molto preciso: gli zombie neri sono quelli classici in stile Alba dei Morti Viventi, mentre quelli blu, in accordo con le caratteristiche del colore, sono frutto degli esperimenti andati male (o bene?) di qualche scienziato pazzo.
L’assedio dell’orrore ad Innistrad sarà fronteggiato impavidamente dagli umani, che per la prima volta vedranno un completo supporto tribale, con qualche personaggio niente male!

Ho notato con piacere che anche le art delle carte sono progettate e disegnate per combaciare appieno con lo spirito del set. Le immagini sono spesso in soggettiva, per far sentire il giocatore immerso nell’orrore che circonda Innistrad, le ambientazioni sono praticamente tutte notturne, per dare una netta distinzione con, ad esempio, gli Eldrazi, che sono ritratti sempre di giorno e con colori molto particolari. Grandissima cura dei dettagli: i vampiri, ad esempio, hanno tutti gli occhi con sfumature gialle e rosse! Complimenti quindi agli artisti coinvolti nella realizzazione di Innistrad!

Grande ritorno anche della meccanica del Flashback, che è la miglior interazione con il Cimitero che si possa desiderare, perfettamente a tema come dai piani!
Altre due novità saranno la meccanica Morboso, che si attiva se almeno una creatura è morta durante il turno, le Maledizioni che altro non sono se non degli Incanta Giocatore, e Lottare una parola chiave che indica la situazione in cui due creatura assegnano danno pari alla propria forza ciascuna all’altra.

Gli eventi di Pre-release si svolgeranno il 24 e 25 settembre presso i rivenditori autorizzati.

Proprio perché lo spoiler è ormai completo, chiudo l’articolo con l’analisi delle carte compilata da un gruppo di ProPlayer di Torino (per chi fosse di Torino e provincia, abbiamo un gruppo su Facebook, join us!) e una gallery delle più belle art del set.

UPDATE 22/09: Aggiunta l’analisi di Rosso, Multicolor, Artefatti e Terre.

Analisi del Bianco di Davide Marello

Mostra Approfondimento ∨

Analisi del Blu

Mostra Approfondimento ∨

Analisi del Nero di Davide Rizzi.

Mostra Approfondimento ∨

Analisi del Rosso di Claudio “Pingu” Martino

Mostra Approfondimento ∨

Analisi del Verde di Mattia Rivello.

Mostra Approfondimento ∨

Analisi di Multicolor, Artefatti e Terre di Gabriele “Gabbo” Valenti

Mostra Approfondimento ∨

[Magic the Nerdering] è una rubrica a cura di @ryanvespucci su Magic: the Gathering

Ryan Vespucci a.k.a. Ryan Vespucci

Il senso comune immagina che, quando uno vede un tavolo, vede un tavolo. Grossolana illusione. (Bertand Russel, L'abc della relatività)
Aree Tematiche
Card Games
Tag
mercoledì 21 settembre 2011 - 22:57
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd