Octobot, il polpo-robot #LegaNerd
di
yudoit
2


Un team di scienziati europei ha creato un braccio robotico simile al tentacolo di una piovra.
Il braccio morbido può avvolgere gli oggetti e poi irrigidirsi per afferrarli.
Un octobot subacqueo completo, di dimensioni reali, potrebbe un giorno essere usato per missioni di ricerca e soccorso.

Un giorno una piovra gigante robot potrebbe salvarvi la vita.
Questa è una delle applicazioni che un team di scienziati europei pensa che il suo polpo robotico potrebbe avere, al di là della navigazione subacquea e afferrare oggetti. Recentemente hanno iniziato la creazione di un braccio robotico di polpo.
“Quello che vogliamo copiare non è solo l’essere morbido, ma è essere morbido e avere la capacità di controllare la rigidità”, ha detto Cecilia Laschi, professore associato di biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che sta lavorando sul robot.

Il braccio è parte di un più ampio progetto europeo interdisciplinare finanziato dalla Commissione Europea per creare un robot funzionale di tutto il corpo del polpo. Il team comprende Laschi, i colleghi presso l’Istituto biorobotica: Paolo Dario, Michele Giorelli, e Marcello Calisti, così come Binyamin HÖCHNER della Hebrew University e Barbara Mazzolai presso il Center for Micro-biorobotica a Pontedera, Italia.

La creazione di robot funzionale soft è una sfida enorme perché la maggior parte dell’ingegneria si basa su materiali rigidi, mentre le tecnologie per la costruzione di strutture compatibili non sono ben sviluppate. Altri robot bio-ispirati, morbidi, hanno locomozione ma non possono afferrare e manipolare gli oggetti come una piovra, ha detto Laschi.

Un polpo ha una muscolatura che è insolita in natura e in genere si trova solo in lingue o proboscidi d’elefante. Il team europeo ha studiato il movimento del polpo e ha scoperto che, al fine di spingere, le braccia si accorciano e si allungano.

Il loro prototipo robotico è di circa 17 centimetri di lunghezza e modellato su un polpo reale che abita il Mediterraneo. Il braccio impermeabile è realizzata in silicone e integrato con un cavo d’acciaio ancorato a un set di cavi di nylon. Manipolando il cavo, il braccio può afferrare gli oggetti. C’è abbastanza attrito all’esterno con il silicone, le ventose, come componente, non erano necessarie.

Anche se il progetto Octopus non è stato avviato con obiettivi di applicazione specifici, come robot potrebbe avere un certo numero di utilizzi. Laschi detto che un team di chirurghi britannici è interessato ad applicare la loro tecnologia per un endoscopio che si trasformi da strumento morbido a rigido, in modo da poter eseguire un intervento chirurgico.

Via

yudoit

I did enough, i like now yudo.it Autodidatta forzato dai tempi in cui c'era da chiedere solo ai libri, lettore forzato dalla professione di tipografo e sviluppatore forzato dalla necessità di vedere funzionare le proprie idee. Illustratore ad aerografo.
Aree Tematiche
Meccanica Natura Robotica Tecnologie
Tag
venerdì 22 luglio 2011 - 14:40
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd