La malefica grigliata di Lega Nè

La pianificazione della Grigliata Malefica 1.0 Made in Lega Né cominciò molto tempo addietro, quando Zot (prima che il suo nome diventasse Verbo, in senso letterale) comunicò alla sezione che qualcuno avrebbe messo a disposizione una cascina in qualche posto e che sarebbe stato possibile grigliare là.
Potevamo dire di no a cotanta dettagliata e succulenta proposta?
Potevamo; ma non l’abbiamo fatto, altrimenti non saremmo qui a redigere questo report.

Con le tempistiche organizzative che contraddistinguono la vigile e attiva sezione Piemontese di LN, qualche mese dopo abbiamo iniziato a parlare concretamente di organizzazione, discutendo quindi di danari, spesa e soprattutto bacon. MOAR Bacon.
Max si è occupato della raccolta fondi vera e propria, sottobanco (letteralmente) presso il reparto videogiochi della Fnac (e provate a dire che non siamo nerd!).

Raccolti i fondi per la realizzazione dell’ “Epic Grigliata Time”, i vostri eroi hanno dedicato un’intera mattinata all’acquisto dei viveri minimi per la sopravvivenza al weekend, in giro fra ipercoop e mercato di Porta Palazzo. Fra le altre cose, si annoverano sullo scontrino:

5 casse di birra
2,6 Kg di salsiccia
6 Kg di costine di maiale
N°40 spiedini
2,2 Kg di bacon (quantità altresì detta “MOAR”)
1 Kg di pancetta affumicata

Armati di spirito d’avventura e soprattutto di diversi SuperLiquidator, ci siamo avviati alla volta di Portacomaro (sfigatissimo paesello poetico paesino in provincia di Asti) con il cuore colmo di emozione e il bagagliaio ancor più colmo di orpelli (dalla griglia, alla maschera di Darth Vader, da Taboo, a uno schermo 24 pollici).

La prima sera si è svolta piuttosto tranquillamente, passata veloce fra la sistemazione dei suddetti orpelli, la preparazione e consumazione di abbondanti spaghetti alla carbonara, la visione di due film quali Fanboy e Ghostbusters all’aperto (si, tipo drive-in ma con schermo HD e subwoofer) e l’ingerimento di numerosi Cani rabbiosi fatti in casa a testa.

Ma il destino avverso è sempre in agguato e aveva prestabilito che, durante la sistemazione delle birre in frigo, quest’utlimo decidesse di cominciare a shakararsi come Shakira (tristecit.) ed esalare l’ultimo respiro.

NOOO! Passino le birre, passi il limoncello, ma non potevamo permettere che quasi 15 Kg (aka 100€) di carne andasse a male; grazia di Dyo ha voluto che Sam avesse dei parenti in zona che potessero accudire la carne durante la notte. Fuck yeah.

L’accampamento notturno è stato organizzato nella maniera più meticolosa e ragionata possibile: i primi ad accaparrarsi un letto, un divano o un sacco a pelo se lo sono tenuti stretto fino alla mattina successiva quando, appena svegli hanno potuto godere di un’ottima colazione a base di caffè, Pan Di Stelle e birra.

Non è facile riassumere in poche righe le vicissitudini della domenica; vi basti sapere che gli ingredienti base, oltre a birra e bacon, sono stati SuperLiquidator e gavettoni (protagonisti, tra l’altro, di un Tarantiniano stallo alla messicana e causa di raffreddori e ginocchi sbucciati vari), baffi finti, marchandising di LN fra i quali due grembiuli da Grigliata Malefica®, smartphone zuppi d’acqua e GigaPuddi. E MOAR Bacon.

Per concludere possiamo aftermare che Itomi rimane un CAZZARO!®, ma che Bota ci va vicino, il GigaPuddi è cosa buona e giusta e soprattutto MOAR BACON.

Testi di Annette
Foto di Ryan Vespucci e soci
Video di Zot

Ryan Vespucci a.k.a. Ryan Vespucci

Il senso comune immagina che, quando uno vede un tavolo, vede un tavolo. Grossolana illusione. (Bertand Russel, L'abc della relatività)
Aree Tematiche
Lega Nerd Dinners Real Life
Tag
sabato 4 giugno 2011 - 14:53
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd